Cari Amici,

si è svolta la Giornata dedicata alle persone con sindrome di Down.
Vorrei condividere con voi un filmato!

On. Antonio De Poli

Lo slogan della campagna 2019 è ”  Leave no-one behind  ” che, in italiano, vuol dire ‘ Non lasciare indietro nessuno “. A spiegarci il senso della campagna è Davide, uno degli autori protagonisti della campagna di CoorDown. Le sue parole e la sua energia mi emozionano: ‘ Auguro a tutti di avere le stesse opportunità ‘. Bravo Davide!   GUARDA QUI 

E, adesso, occupiamoci di TASSE.

Con i nostri elettori come CENTRODESTRA abbiamo preso impegni precisi. Tra i punti qualificanti del programma con cui ci siamo presentati alle Elezioni del 4 marzo dell’anno scorso ci sono FLAT TAX e QUOZIENTE FAMILIARE.

In Parlamento, nella giornata di ieri, nel corso del ”  question time  “, il ministro dell’ Economia Tria ha riferito che il Governo valuterà le ipotesi di riforma fiscale nella prossima Legge di Bilancio.

Per noi l’ aspetto fondamentale è e rimane TAGLIARE le tasse. Ma abbiamo alcune priorità! Alle FAMIGLIE, partendo da quelle più numerose con FIGLI

Nella maggioranza, purtroppo, sul tema della FAMIGLIA si continua a RINVIARE.
Per noi la famiglia non si difende con le buone parole, gli slogan a vuoto, ma con azioni concrete!

E, invece, nel resto d’ Europa cosa succede?

L’Italia è uno dei Paesi con i tassi di fecondità più basso.
Ma è anche quello che destina meno risorse alla famiglia!

Secondo Eurostat:
in Italia  3,2% della spesa pubblica alla FAMIGLIA

3,6% la media UE
Germania 3,7%
Francia 4,2%
Svezia 5%
Danimarca 8,6%
Solo la Spagna fa peggio di noi!

L’ Italia, dunque, disincentiva la natalità!

Ecco perché, secondo me, è arrivato il momento di INTERVENIRE.
La questione non è più rinviabile! L’ Italia è un Paese che è in EMERGENZA DEMOGRAFICA e quindi il tema della natalità e della famiglia dovrebbe essere al PRIMO POSTO NELL’AGENDA POLITICA!

Quando parleremo di RIFORMA FISCALE, al Governo noi chiederemo una SVOLTA!

Sì, una SVOLTA PRO-NATALITA’!

Bisogna aiutare i nuclei con più figli e soprattutto incentivare le giovani coppie a investire sul futuro.

In settimana è stato approvato, alla Camera, il cosiddetto DECRETONE che include quota 100 e reddito di cittadinanza. Il provvedimento passerà ora all’esame del Senato.
Ce ne occuperemo meglio la prossima settimana!

Intanto, qui, sottolineiamo che non si è fatto nulla per migliorare il testo nella parte che riguarda le PERSONE CON DISABILITA’.

Si era promesso di dare più attenzione ai disabili e alle famiglie con disabili.
Il reddito di cittadinanza
 – così come è stato impostato – non solo non crea lavoro ma addirittura non dà aiuto e assistenza a chi ne ha bisogno, come i DISABILI.

 

Vi aspetti-AMO QUI’: https://www.pensionatiitaliani.it/download/ 

 

La Newsletter di “ Il Simpatizzante “, mese di MARZO – di: A. ROSI & R. FERRARI