FONTE: Dottssa Patrizia STELLA

Innanzitutto le dimissioni sono state meditate a lungo e a quanto pare ispirate da Dio.

Ma perché? Perché finalmente venisse fuori dalla Chiesa tutto il marcio che covava sotto da interi decenni ”  mistero di iniquità  ” e che  almeno adesso è più chiaro a tutti e si può anche combattere e vincere con l aiuto di Dio. Distinguere le pecore dai caproni!!

A queste dimissioni papa Benedetto è stato pure costretto da una serie di eventi e minacce e ricatti ai quali non si poteva sottrarre pena l’ uccisione di innocenti da parte della massoneria per ritorsione.

Papa Benedetto non è lì in villeggiatura oziosa ma in trepidante attesa di un segnale divino per poter parlare e procedere. E quando ci verrà a mancare ce ne renderemo ben conto perché grosse calamità incomberanno su di noi per il fatto che adesso il vero Papa che è Benedetto riesce ancora a fare da baluardo contro il diavolo. SENZA DI LUI TUTTO COMINCERÀ A CROLLARE.  Siamo in un momento difficilissimo ma prendere papa Benedetto come responsabile e capro espiatorio di tutto è da imbecilli privi di intelligenza e di buon senso e pieni solo di orgoglio intellettuale.

Che lo Spirito Santo ci elargisca il dono della SAPIENZA per saper discernere i segni dei tempi e non parlare a vanvera complicando ulteriormente le cose e accusando ingiustamente un Papa martire e innocente. Noi si che dovremo rendere conto a Dio di come lo abbiamo maltrattato E NON CERTO LUI CHE STA ESPIANDO PER TUTTI NOI E PER TUTTA LA CHIESA.

Di: Patriziari