Cari Amici,

tante volte, in questa newsletter, mi sono occupato di SANITA’ E DIRITTO ALLE CURE.

Di Antonio De Poli

Lo scorso anno, il Servizio Sanitario nazionale pubblico ha compiuto 40 anni.
Tante volte abbiamo posto all’ attenzione dell’ agenda politica le questioni centrali come la carenza di medici e personale sanitario, al fatto che 4 MILIONI DI ITALIANI – SECONDO L’ ISTAT – RINUNCIANO A CURARSI PER MOTIVI ECONOMICI.

Questa settimana, come sappiamo, il Governo ha depositato in Parlamento la NADEF, ovvero la Nota di aggiornamento al Def (  documento di programmazione economico-finanziaria  ), che non è altro che la ” cornice ” che stabilisce i numeri fondamentali entro cui si muoverà la prossima Legge di bilancio.

Come sappiamo, dal Governo è arrivato un impegno, proprio nella Nadef, a rimodulare ” progressivamente ” i TICKET.
Proprio sui TICKET ho lanciato una proposta concreta, accogliendo le richieste del FORUM DELLE FAMIGLIE!

LA ‘ RIFORMA ‘ DEI TICKET TENGA CONTO DEL FATTORE FAMIGLIA.
Al Governo, se vuole realmente RIMUOVERE QUELLE INGIUSTIZIE CHE IMPEDISCONO A MILIONI DI ITALIANI DI NON POTERSI CURARE, CHIEDIAMO di prevedere L’ ESENZIONE TICKET, partendo dai NUCLEI MENO ABBIENTI, CON FIGLI E IN CUI CI SIANO MEMBRI DISABILI O NON AUTOSUFFICIENTI!

L’ ultimo rapporto OsservaSalute sostiene che le famiglie che hanno all’ interno un disabile o persona non autosufficiente rinunciano più spesso delle altre a curarsi.
Sono 1,7 milioni i nuclei con persone non autosufficienti e anziani che hanno esigenze nuove in termini di assistenza e di cure.

A questa popolazione e ai nuovi bisogni la sanità pubblica ha il dovere di dare una risposta!
IL DIRITTO ALLE CURE, IL DIRITTO ALLA SALUTE NON SI TOCCA!

Come abbiamo detto più volte, in 10 anni, dal 2010 al 2019, il Servizio sanitario nazionale ha subito un taglio complessivo pari a 37 miliardi. Sono numeri preoccupanti.  Cifre confermate dal rapporto della Cisl Sanità ieri: L’ ITALIA INVESTE SOLO IL 6% DEL PIL IN SALUTE E SANITÀ PUBBLICA. TRE PUNTI IN MENO RISPETTO AD ALTRI PAESI COME FRANCIA E GERMANIA!

Il Servizio sanitario nazionale va rilanciato con un Piano Marshall.

Sulla SALUTE chiediamo FATTI CONCRETI.
Equità vuol dire attenzione alle FAMIGLIE PIU’ DISAGIATE E ALLE PERSONE PIU’ BISOGNOSE!

Prima di lasciarvi. Mercoledì scorso abbiamo celebrato la FESTA DEDICATA AI NONNI E ALLE NONNE. E’ stata un’ occasione per riconoscere il loro ruolo, l’ importanza straordinaria del LEGAME AFFETTIVO nelle famiglie. Basti pensare al fatto che, in Italia, esistono 12 milioni di nonni. Il 30% di loro si occupa quotidianamente dei propri nipoti.  In Senato, ad inizio legislatura, proprio per questo motivo, ho presentato UN DDL CHE RICONOSCE I DIRITTI DEI NONNI DI AVERE UN RAPPORTO BELLO E SERENO CON I PROPRI NIPOTI.

   A.la.t.Ha.  

 

Buongiorno Simpatizzante,

    nell’ allegato PDF, alcune importanti rubriche: “ IL VECCHIETTO DOVE LO METTO  ”: I VECCHI CHE NON VUOLE NESSUNO, I VECCHI DA BUTTAR VIA. “ MARIA DICORATO E’ TORNATA ALLA CASA DEL PADRE ” di: Franco POLVER. Cos’e’ avvenuto il 23 di Settembre?, e . . . CONSIGLI PER GLI ACQUISTI: Il miele e gli anziani in: www.pensionatiitaliani.it/convenzioni/www.pensionatiitaliani.it/download/

Felicità