https://www.pensionatiitaliani.it/l-angolo-dell-arte/27318/

IL VASO DI FIORI DI JAN BRUEGHEL

Questo mese vi accompagno virtualmente nella sala 7 della Pinacoteca Ambrosiana, dedicata ai fiamminghi, per illustrarvi il Vaso di fiori con gioiello, monete, conchiglie del pittore Jan Brueghel ( Bruxelles, 1568 – Anversa 1625 ). Eseguito nel 1606 per il cardinale Federico Borromeo e donato alla Pinacoteca due anni dopo, il dipinto, un olio su rame di dimensioni 65 x 45 cm, rappresenta un centinaio di specie di fiori diversi, alcuni visti nel giardino degli arciduchi Alberto e Isabella a Bruxelles, altri tratti da stampe di genere botanico e da fiori artificiali di seta, tra cui tulipani, iris, narcisi, rose, garofani, su cui si intravedono insetti tra i quali tre farfalle, una libellula e uno scarabeo.

Essi sono raccolti in un vaso sferico di terracotta. Sul piano d’ appoggio vediamo monete, quattro conchiglie e un rametto di non-ti-scordar-di me. I fiori, di vari colori, tra cui spiccano il bianco, il giallo, l’ arancione, il rosso, l’ azzurro e il blu, sono illuminati da una luce frontale.

Solamente una leggera ombra proiettata sul vaso fa percepire che la luce è un poco più intensa sulla parte destra. Del quadro il Borromeo scrisse nel suo Museum: “ Brueghel dipinse sul fondo del vaso un diamante . . .  cioè l’ opera ha il valore delle gemme, e noi lo pagammo come tale “ ma non si sa quanto.