Mentre il Luminare diurno transita nel secondo segno della Ruota della Vita ”, segno che evoca anche tutto ciò che l’ amore comporta di poetico, di spontaneo e di idealista, sotto di lui sono nati ottimi musicisti, compositori e attori; i loro scritti, molto numerosi, testimoniano in genere una minuziosa osservazione di ciò che accade nella vita.

Cari Simpatizzanti,

con il mese di marzo vi presentiamo una new entry, la sig.ra Maria Giuditta, Milanese D.O.C., che attraverso

 Il Simpatizzante “ introdurrà per Voi lettori una Lingua dimenticata “ Il Milanese “      ♣              

  Riccardo FERRARI  –  rikferrari@gmail.com

 MARZO

Anca mars l’ è rivà el ghe porta do bei fest:

la festa de la Dona e quela del Papà

arriva el vott mars don l’ è la nostra festa!

A pensag ben la duaria ves tuti i dì ma incò

masen trop Don la Dona la po no lasa el so

mouros o el mari te masen te buten l’ acid in

manera che la tua belesa là va a fs  benedi!

Che tristesa che paura voraria minga ves

giuina i omen doarian basà la tera indue ca-

mina una dona alter che fala fora forza don

nunc sem fort, ghem no paura !! el desnov

l’ è san giusepp la festa del papà l’ è una bela

giornada! Auguri a tucc i papà.

El ghe porta la primavera e saludem

el frecc inverno.

         ♥          ♦

 

A P R I L

L’ è rivà anca April sboce i fior Ghe l’ aria de primavera.

April l’ è un mes stran Quand ghera la fera campiunaria pioveva tutt el mes a des se capis pu nient piov pu.

Ghe sta l’ Expo, una fera in pompa magna.

I temp cambien, bisogna adatas, ariva la Pasqua, el 25 April la festa de la Liberasion.

Una bela festa La guera l’ è finidà a chi la pasada el po testimonia.

                            ♠

 

M A G G

El temp el pasa Sem riva a magg el mes de la Madona E po la festa de la mama!

Quanta nostalgia!

La nostra mama la ghe pù Ma la ricordum con tant amur!!!

A chi ghe ven nu magun?

Auguri ai mam ai noni e ai bisnonn auguri a tuti i man che ga fa continua la vita

Auguri a tucc nasù a magg el mes puse bel de l’ an.

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – 

 

LA FESTA DE LA MAMA!

El temp el pasa

Sem riva a magg el mes de la Madona

E po la festa de la mama!

Quanta nostalgia!

La nostra mama la ghe pù

Ma la ricordum con tant amur !!!

A chi ghe ven nu magun?

Auguri ai mam ai noni e ai bisnonn auguri a tuti i man che ga fa continua la vita

Auguri a tucc nasù a magg el mes puse bel de l’ an.

                     ⊗                      

 

A M U R

Amur l’ è una parola curta ma granda nel suo significà l’ amur el fa anda avanti el mund

quand parlum d’amur mala l’ è no amur el ver amur el ver amur l’ e tuta un’ altra roba l’ e

minga solamente tra un om e una dona l’ è el rispet uman amà la natura i fiulit l’ è la comprension

tra i popul!! Fa minga differensa tra un ner e un bianc sem tuti i stess l’ è bel di te vori ben impienis

la buca e po anca el cor bisogna pensa che sem no etern mi vori ves serena e vori di pensem no ai

cativer l’ invidia deum ves un po puse bun e ricurdas che un po de umiltà la guasta minga

ψ                    Ø                     Ð

 

LA  COMPAGNIA

L’ è bel sta in compagnia.

Di ogni tant anca una stupidada, una ridada e inscì andem avanti ben.

Voremes ben per chi tri

Di che sem al mud !!

Parlem in milanes perché

Nesun el parla pù.

L’ è un bel dialet.

L’ e una manera per capis.

Vivem in alegria e mandem

Via la malincunia.

©                     ®                       

 

CARA  MILAN

Cara Milan

Te se una bela cità

el noster Dom la

Madunina el Castel

I bei musei che

nascundum l’ art

Te se una cità

Magica, te vori

Tant ben,

te se la mia cità,

te se generosa,

te se comè una mama,

te casciet via nisun.

Ciao Milan

 

   ♥            

 

OTUBER

Otuber l’ è rivà

In punta de pe

Per minga fa frecas

Una quei foia la burla gio

Dai piant, vulen via

L’ è un piasè vedè i color

Di foi marun giald verd scur

Otuber l’ è un pitur

De la natura.

L’ aria l’ è fresca l’ autun l’ è alla porta.

L’ è un bel mes se cambia la manera de mangia

La pulenta con la casseola

I noster piatt

Che fan la tradision.

 

ε  Š    æ        Ð

 

LA CADREGHETA

   La mia nona, la stava de cà a Porta Volta, nel so curtil ghera una cadregheta.

Mi che sun semper stada curiosa gu domanda a la mia nona de chi l’ era.

La mia nona, la me dis che l’ era dela sciura Maria un pù sgangherada.

Un di ho vist la sciura Maria, vesti da negher pora vegeta sensa dent.

Me ricordi che nunc tusanet gavevun paura e scapavum via.

La mia nona ogni tant la ghe dava un piat de minestra, l’ era puereta.

Ogni tant la me ven in ment, pora sciura maria.

ERRATA CORRIGE MILAN

Nell’ articolo ” Milan ” pubblicato sul Simpatizzante di settembre abbiamo fatto un errore che i Simpatizzanti-lettori ci hanno segnalato, pag. 2, I PENSIERI DI GIUDITTA, VI° RIGA: al posto di: Nasvonden . . . NASCUNDUN

Un grazie a tutti i lettori Simpatizzanti che hanno segnalato l’ errore. Ci scusiamo con i lettori-Simpatizzanti e con la sig.ra Maria GIUDITTA

R.  F.

♥    ♥  ♥    ♥    ♥

DICEMBER

Anca dicember l’ è rivà

L’ e pasà un alter ann, ma tiremm innanz.

All sett se festegia Sant Ambroes

E tuti i sciuri van a la Scala a senti l’ opera.

I vedrin di negosi in tucc illumina.

Ariva el Natal ghe l’ aria de festa.

Sem pu se regalà, ghemm tuscoss.

L’ è bel dervì un pachetin,

l’ important l’ è e penser.

Auguri de finì ben l’ an che el 2018 el sia generos de salut e bona armunia.

       Auguri da Maria Giuditta

 

©                     ®                       ⊗

 

LA PENSIUM

LA PENSIUN

Quand serum giuin lauravum

Speravum de andà in pensiun.

La libertà suspiradà,

L’ è pu bela tuti i dì femm

I stess rob e po un quei aciac.

La pensiun l’ è men del stipendi,

La vita l’ è cara, se fa fadiga 

Rivà ala fin del mes.

Bisogna sta in cumpagnia

Per manda via la malincunia.

Andem avanti con alegria

♥    ♥  ♥    ♥    ♥

 

LA SERA

Anca in co le rivada sera.

La fin de la giurnada, l’ inisi di penser,

penser che podaria fai minga, ma riven a la ment

per ricurda la nostra vita del di tucc i sant aiuten ogni di ne pasa vun,

eren manera de dì.

Se ghe pensi, eren parol semplici ma pien de significa una quei frase la se usa pu ma, cerchem de parla

Milanes, el noster bel dialett.

©                     ®                       ⊗

 

LA PORTA SARADA

Una volta i noste non andaven in lett

con la porta averta.

Ades nell’ epoca moderna sarun su tutt.

Ghem la porta blindada!!

I sbar a la finestra par de ves in presun.

Anca el noster cor l’ e sara su se

confidum pu el progres la purta via tutt i

valur ma pensem de vores ben.

♥    ♥  ♥       

 

APRIL

L’ è riva anca April sbocien i fior

Ghe l’ aria de primavera

Bisogna minga Sbiotas fa frecc

L’ e facil ciapa El rafredur

I temp cambien Bisogna adatas

Ariva el 25 april la Festa de la Liberasion

Un quei testimoni El ghe ammo la Guera l’ e finida Vivem in pas