Giovedì 29 marzo su Repubblica

è uscita una conversazione privata tra Eugenio Scalfari e papa Francesco. Il papa cattolico Bergoglio avrebbe confessato all’ inter pares papa laico Scalfari che: ”  Le anime cattive ottengono il perdono di Dio, Mentre coloro che non possono essere perdonate, sono destinate alla scomparsa  “. Poco vale che in Matteo 24,41 il Figlio di Dio abbia detto: ”  Poi dirà a quelli posti alla sua sinistra: via lontani da me maledetti, nel fuoco eterno, preparato per il diavolo e i suoi angeli  “, secondo la logica misericordiosa di Bergoglio, l’ inferno non esiste.

Come da copione, onde prevenire l’ ennesima  accusa di tesi eretica (  una delle tante, a partire dai famosi Dubia a cui Bergoglio non ha mai risposto  ), la Sala Stampa Vaticana ha smentito l’ intervista. Peccato che, lo stesso concetto di negazione dell’inferno era già ribadito su Repubblica nei mesi scorsi senza che Bergoglio smentisse quelle gravissime parole.

Vogliamo scommettere che, nonostante il goffo tentativo di ”  sbianchettamento  ” dei ”  pompieri  ” vaticani, l’  interessato si godrà nuovamente in sacrale silenzio lo spettacolo dello strategico provocato smarrimento?

Gianni Toffali

Verona

 

Il notiziario curato da Riccardo FERRARI e ANGELA ROSI – Portavoce di pensionatiitaliani e Il Simpatizzante   –  https://www.pensionatiitaliani.it/download/