Nessuno racconta la procedura terrificante e disumana per ottenere bambini mercificati con utero in affitto.

Occorrono due o tre donne talvolta quattro se l’ esperimento non funzionasse con le prime.

La prima alla quale devono gonfiare le ovaie come un melone per poter impiantare il seme senza rigetto. Poi estraggono con fatica e pericolo di vita per la madre il seme fecondato e lo impiantano nell’ utero di una seconda donna per il rischio che la prima, bombardata di ormoni, partorisca un bimbo non in linea con le ricette comandate dai padri.

Anche la seconda è sottoposta a un bombardamento di ormoni per riuscire a portare a termine la gravidanza per vie che la natura stessa recepisce come anormali e quindi è facile il rigetto. Allora si riprova a violentare una terza donna e così via finché il bimbo su ordinazione in qualche modo esce dal laboratorio, e mentre cerca il seno della mamma, le viene strappato con violenza e inviato come pacco regalo ai due ricconi che devono provvedere ad allattarlo spesso pagando un’ altra donna che allatta il suo figlio legittimo appena partorito altrimenti con latte artificiale.

Questo detto solo in via veloce e raddolcita ma la procedura è ben più difficile, laboriosa e perversa e non sempre con obiettivo raggiunto, nonostante la serie di prove e di innesti stomachevoli e disumani dove l amore viene sepolto per far spazio al puro egoismo dei ricconi capricciosi che foraggiano le multinazionali della perversione per i loro capricci, sulla pelle di povere donne spesso ridotte alla fame e di bambini innocenti e indifesi.

Dobbiamo ribellarci per difendere soprattutto il diritto del bambino a nascere per amore dall unione d amore di un PADRE e di una MADRE come Dio e Madre natura hanno stabilito. Non tutto ciò che si vuole avere è lecito. C’ è stato chi ha preteso la razza pura eliminando le altre e in buona parte c’è riuscito.

Ma è lecito, giusto e utile per l’ umanità? O diventa un gioco a sfidare Dio assai pericoloso?

Dr.ssa Patrizia Stella