Il 18 giugno 2013 è entrato  in vigore la riforma del condominio, che modifica in modo sostanziale la convivenza negli edifici. Ecco alcuni punti principaliAmministratore. Quando esistono più di 8 proprietari ( non alloggi ) la nomina dell’ amministratore diventa obbligatoria. Il mandato è annuale, rinnovabile l’ anno seguente

Morosi. Chi non paga le spese condominiali sarà portato in giudizio entro sei mesi dall’ amministratore

Distacco dal riscaldamento centralizzato. Il singolo può distaccarsi dall’ impianto centralizzato di riscaldamento se dimostra che non ci sarà aggravio dei costi per gli altri e Fermo restando l’ obbligo di pagare manutenzione straordinaria, conservazione e messa a norma della caldaia comune

Parti comuni. Si potrà modificare l’ uso delle parti comuni con i quattro quinti dei partecipanti e del valore. Un caso tipico è la portineria

 

 Vai su   www.pensionatiitaliani.it/articoli/

in basso trovi il pdf:  Casa dolce Casa  –  CONDOMINIO  –