Le uova deposte il sabato santo hanno speciali qualità mistiche.

Se vengono benedette in chiesa la domenica di Pasqua e mangiate nello stesso giorno, proteggono dalla febbre. Si conservano per darle ai bambini contro le coliche, nel Salisburghese servono persino da amuleto contro l’ idropisia e il colpo apoplettico. Nei paesi alpini dell’ Austria superiore sono un amuleto importantissimo per spegnere l’ incendio. Gettando un uovo di questo genere nella casa che arde, esso circoscrive l’ azione del fuoco e tosto lo fa spegnere.

Ma anche nel meridione, nella corsiva per esempio, l’ uovo deposto a Pasqua possiede secondo l’ antica tradizione delle forze occulte. Se si mette alla finestra un uovo venuto alla luce del giorno della resurrezione, si placano subito temporali e tempeste. Anzi, l’ esito è ancora più immediato, se lo si getta in un fiume. Nel Vosgi ( 1 ) si dice che le uova del venerdì santo servono per individuare le streghe ed i maghi; di mattina, senza esser visti, si entra pian piano nel pollaio e così pure si esce, con un uovo ancora caldo. Passando davanti alla casa della persona sospetta, bisogna gettare l’ uovo sul davanzale in modo che si spacchi, ma rimanga appiccicato al davanzale. Immediatamente esce il mago o la strega urlando forte, per portar via    l’ uovo e cancellarne ogni traccia. Colui che ha gettato l’ uovo farà bene a ritornarsene a casa a gambe levate, per sfuggire all’ << incantesimo >>.

Paolo Sèbillot ( 2 ) nei suoi quattro volumi sul folklore francese reca preziose notizie riguardanti la superstizione in Francia. << Il primo uovo deposto da una gallina porta fortuna a chi lo mangia. Se lo prende un bambino, avrà una bella voce e incomincerà presto a parlare. Nei dintorni di Dinan ( 3 ) colui che mangia un simile uovo sarà immune da ogni malattia per sette mesi. Le giovani spose saranno prolifiche. In altre regioni della Francia si crede proprio il contrario, come racconta il Sèbillot. In Bretagna dicono che una donna o una ragazza che manga un uovo con due tuorli avrà presto dei gemelli >>

Café Liberty  A.la.t.Ha.         

  • Accogliente con due parchi naturali regionali, il Massiccio dei Vosgi offre una moltitudine di paesaggi vari che raggiungono il loro apice con il Grand Ballon di 1424 Ai confini con il Lussemburgo, la Germania e la Svizzera, al Nord-Est della Francia, il Massicco dei Vosgi si trova a cavallo su tre regioni:
  • Sébillot ‹ sebii̯ó ›, Paul. – Folclorista e pittore ( Matignon, Côte-du-Nord, 1843 – Parigi 1918 ), iniziò la sua attività di ricercatore con uno studio sui dialetti della Bretagna ( 1873 ); passò successivamente a occuparsi di ogni settore del folclore francese e promosse l’ attività di ricerca con la fondazione della Revue des traditions . . .
  • Dinanè un comune francese di 532 abitanti situato nel dipartimento della Côtes-d’ Armor nella regione della Bretagna. Piccola cittadina bretone famosa per il suo castello ( dove si ritirò Anna di Bretagna negli ultimi anni della sua vita, dopo la morte del marito ), il suo piccolo porto e per gli antichi edifici del centro storico.

 

  • E . . . a questo   punto non mi resta che  augurare una BUONA PASQUA a tutti,  Angela ROSI

Riccardo FERRARI – rikferrari@gmail.com

Vi aspetti-AMO QUI’: https://www.pensionatiitaliani.it/download/ 

La Newsletter di “ Il Simpatizzante “, mese di MARZO – di: A. ROSI & R. FERRARI

https://www.pensionatiitaliani.it/convenzioni/