In Astrologia sembra come prima impressione strano che la posizione degli astri al momento della nascita di individuo << Taglio del cordone ombelicale >>, o all’ inizio di qualche progetto, mostri, nelle sue relazioni e nei suoi aspetti, il destino di quest’ individuo o il corso di tale progetto. Non sono però gli astri ad agire sugli uomini o sugli eventi. Su di essi opera un destino, e tale destino, che a un livello superiore esiste come Forza Spirituale, trova una rappresentazione materiale negli astri. Perciò quando affermo che un certo evento della mia vita dipende da un certo aspetto di Saturno, mi esprimo bene e male nello stesso tempo. Bene perchè il fatto attraverso la lettua dell’ oroscopo, posso prevedere questo evento sulla base dell’ aspetto di Saturno, che apparentemente lo determina. Tuttavia non è il pianeta a determinarlo materialmente, bensì ciò che esso rappresenta nel mondo materiale . . . 

” Nessuno dovrebbe ritenere incredibile che
dalle sciocchezze e dalle assurdità degli astrologi
possa derivare un sapere utile e sano “
Keplero

ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ

L’ astrologia è la combinazione dello studio scientifico dei corpi celesti e dei fenomeni ad essi relativi, quindi Astronomia e Astrologia si fondono in un solo insieme.

Nei tempi passati, astronomi, astrologi ed anche maghi erano una sola persona, il sapere era unico perché tutto era il riflesso della grande armonia universale che univa dall’ alto al basso il macrocosmo e il microcosmo, le forze comiche e le realtà viventi. Queste due discipline erano in relazione tra di loro, la prima era rivolta ad approfondire le conoscenze circa le dimensioni, le distanze e i moti del Sole, Luna, Mercurio, Venere, Marte, Giove, Saturno e la Terra.

La seconda prendeva in esame le influenze che i Luminari, vale a dire il Sole e la Luna, gli astri mobili, le costellazioni e le stelle fisse, avevano prima di tutto uno sull’ altro, poi sulla meteorologia ed infine sulle vicende umane.

I pianeti furono chiamati < < Capre selvatiche > > per il loro continuo spostamento in mezzo al tranquillo gregge delle stelle fisse.

La prima Bibbia dell’ uomo fu appunto  il cielo stellato. Gli Egiziani appresero le loro conoscenze di astromia ed astrologia dal popolo Babilonese. Infatti, nel 500 a. C. i Babilonesi misero a punto i metodi matematici così precisi che permisero loro di compilare le prime tavole delle Effemeridi ( 1 ) .

Queste tavole permisero agli studiosi di conoscere le posizioni e gli spostamenti degli astri anche per le epoche successive. Le conoscenze furono custodite da un potente clero e da una loro straordinaria dottrina.

La fiorente Valle del Nilo per lungo tempo fu la culla dello studio approfondito della vita celeste. Questa meravigliosa volta, sfavillante di mille magiche luci, predispose l’ animo di ogni essere umano a aprirsi e, quasi a fondersi con essa.

Saceroti, astrologi ed astronomi diffusero il loro sapere per mezzo dei flussi migratori delle varie tribù e fu così che le conoscenze acquisite oltrepassaromo il Caucaso, attraverso le aridi steppe dell’ Asia, oltre i selvaggi passi  montuosi dell’ Afganistan, giunsero nel Tibet attraverso le infuocate pianure dell’ Indostan e, quindi toccarono l’ India, le terre dei Mongoli, dei Tartari ed il più  remoto Oriente per poi fare ritorno nuovamente alla culla del Nilo e diffondersi, attraverso il Mediterraneo, nell’ antico Impero Romano.

Ad introdurre l’ astrologia nel mondo Romano furono dei circoli aristocratici, quale quello d’ ispirazione pitagorica del console Nigidio Figulio e grandi filosofi come Empedocle ed  Eraclito. E’ risaputo che il successo fu in larga misura legato a quello delle religioni orientali che andarono progressivamente conquistando la romanicità, toccando il suo apice nei primi secoli dell’ età imperiale, affermandosi ad un livello sempre più popolare e superstizioso.

Essa non fù presente solo nelle credenze popolari, ma non mancò d’ essere coltivata presso gli ambienti colti dell’ epoca, i quali gettarono le basi della successiva religione astrale, del periodo imperiale. Il poeta Manilio ( Vissuto nel primo secolo sotto il regno dell’ imperatore Augusto ), definito << Uno  staniero  operante in Roma >>, ci testimonia che l’ astrologia ebbe a crescere presso la corte di Tiberio; ogni qualvolta doveva prendere una decisione era solito precederla da un vaticinio degli astri.

Chi si avvicina allo studio dello splendente firmamento di Urania, ricco di affascinante leggende mitologiche, non può che essere stimololato ad approfondire il proprio sapere. Noi terrestri viviamo in un insieme mutante per effetto e per causa.

Le stagioni si susseguono e con loro mutano le forme e i colori e le sostanze. Solo le mille magiche luci della volta celeste non mutano e con passo instancabile e precisione invariata compiono la loro rituale rivoluzione. Esse sono le stesse che videro i padri, della nostra stirpe, le stesse che ogni popolo del globo terrestre usa per orientarsi. Sono gli unici punti dell’ universo che sino ad oggi non siano stati contaminati dalla mano dell’ uomo. Esse assistettero alla nostra nascita, e tessero la prima tela per il nostro oroscopo; ci seguiranno nel nostro cammino terrestre fino alla fine e diffonderanno la loro luce sulla nostra sepoltura.

Da ciò si deduce che per interpretare il messaggio delle stelle dobbiamo innanzitutto porre ogni cura, sopratutto allo studio scrupoloso della matematica astrologica. Attaverso la consultazione di un atlante si cercheranno la longitudine e la latitudine geografica del luogo di nascita, le effemeridi ( Tavole con le posizioni dei pianei ) ci forniranno il tempo siderale che ci interessa.

Dobbiamo famigliarizzare con i principi base dell’ astronomia in modo da poter essere in grado di tradurre il loro messaggio in termini siderali che ci interessa. Dobbiamo famigliazizzare con i principi base dell’ astronomia in modo da poter essere in grado di tradurre il loro messaggio in termini razionali ed accessibili. Non dobbiamo però aspettarci di leggervi verità recondite o straordinarie rivelazioni per il futuro senza che da parte dell’ aspirante astrologo ci sia dapprima un serio impegno ad apprendere.

Questo non significa che dobbiamo perdere la nostra libertà di scelta, altrimenti defnita <<  libero arbitrio  >>, anzi tra la fine del medioevo e l’ inizio dell’ umanismo vi fu un impoverimento della tecnica astrolgica. Ricordate però, come recita un antico detto, << gli astri inclinano, ma non determinano >>, che non sempre venitr a conoscere in anticipo quale sarà il nostro futuro sia un bene. Il magico mondo che ci circonda, fa capire le leggi naturali, è ferreo e nessuno può mutarlo a propro piacimento.

La più importante qualità dell’ Astrologo deve essere la saggezza poichè non può assolutamente ignorare che la forza della natura è il regalo più caro ad ogni esistenza umana. Su questo concetto l’ aspirante Astrologo deve tessere la propria tela la quale sarà tanto più preziosa quanto più la sua abilità di esercitare sarà attenta.

Il ruolo di un bravo Astrologo deve essere interpretato con estrema delicatezza ed attenzione. Coloro i quali si rivolgono al suo sapere si attendono di ricevere, il più delle volte, la soluzione dei propri problemi o quanto meno di avere la certezza di poterli risolvere in un certo lasso di tempo. Ciò richiede completa fiducia nell’ aldilà d’ interpretazione dell’ Astrologo e coscienza dell’ istante esatto della nascita.

E’ dubbio che questi requisiti, ora precisa della nascita e Astrologo sapiente, siano oggi reperibili. Considerando che gli antichi hanno sempre avuto un serio rispetto del prossimo, alfine di non sopraffarlo con il loro sapere ed il loro agire, altretanto deve fare chi vuole interpretare il ruolo dell’ Astrologo. Il fatto di redigere un oroscopo pone questi in rapporto con l’ individio, ma ciò serve poco ad entrambi se l’ Astrologo non possiede sensibilità ed intuizione. Solo se questi valori saranno ben radicati e ben definiti non ci saranno delle distolte e fuorvianti che possono trarre in inganno sia l’ Astrologo che chi si avvicina.

Il primo paragone che ci salta alla mente è quello del seme che ci può dare un frutto << buono >> e non << buono >> a seconda di come si sia preparato il terreno. Pertanto, più la preparazione dell’ Astrologo sarà curata e più i rsultati saranno soddisfacenti e quindi puri.

ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ

AFELIO: punto di un’ orbita planetaria che si trova alla massima distanza dal Sole. La Terra è al suo Afelio verso il  I° Luglio. Opposto: Perielio. 

ALMUT: si tratta di una teoria piuttosto incerta di cui non ho trovato una definizione molto esatta. L’ Almut sarebbe il pianeta meglio disposo in un tema per stato celeste e stato terrestre. Sarebbe in qualche modo una ” dominante “.

ANGOLARE: angolo formato da due raggi visuali che congiungono l’ occhio dell’ osservatore ai due astri considerati. Due pianeti sono in trigono esatto quando la loro distanza angolare è di 120°. Pur avendo gli astri una latitudine, ci si contenta di prendere come distanza angolare il numero di gradi e minuti che li separano in longitudine.

ANGOLI ( del tema ): si chiamo cosi i quattro punti cardinali: EstOvestNordSud, corrispondenti rispettivamente, all’ AS o I Casa; all’ Occidente o Casa VII; al Fondo Cielo o Casa IV; al MC o Casa X. E’ da notare che nel tema il MC rappresenta sempre il Sud. Le quatrro Case summenzionate sono anche chiamate << Case cardinali >>. I segni dello Zodiaco << Angolari >> o << Cardinali >> sono: ArieteBilanciaCancro e Capricorno che corrispondono, nell’ ordine, all’ Est – all’ Ovest – all Nord e al Sud. Molto spesso, nel lessico astrologico, si utilizza il termine angolo nel senso di aspetto: angolo dissonanteagolo armonico. Si tatta di angoli in senso geometrico formato dai diversi punti del tema che ci indicano se questi punti – o pianeti – sono in aspetto o no.

ANNO CIVILE: 365 giorni.

ANNO BISESTILE:  366 giorni

ANNO GIULIANO: 365 giorni e 1/4

ANNO SIDERALE: tempo inmpiegato dalla terra per tornare nella stessa posizione in rapporto ad una stella: 365  giorni, 6 ore, 9 minuti, , 10 secondi 7“‘

ANNO SOLARE – TROPICO O EQUINOZIALE: tempo che intercorre tra due passaggi sul punto Vernale: 365 giorni, 5 ore , 48 minuti, 47 ” 5“‘

ARCO ( Diurno o notturno ):  è il tempo durante il quale un astro resta al di sopra o al di sotto dell’ orrizzonte. L’ arco diurno o notturno si misura sia in tempo ( ore e minuti ), sia in gradi d’ AR. La conversione dei gradi in ore si fa agevolmente in ragione di 15° = 1 ora; = 4′; 15=   1 minuto di tempo; 1′ = 4″ di tempo. Nel calcolo delle direzioni si utilizzano i semi-cerchi diurni o notturni che possono definirsi: << Tempi trascorsi tra il passaggio di un astro all’ orrizonte e il suo passaggio sul meridiano >>. Il semi-cerchio varia secondo la declinazione e la latitudine terrestre.

ARIA: uno dei quattro<< elementi >> segni d’ Aria: GemelliBilanciaAquario. Si accorda loro una forte influenza nelle facoltà intellettuali.

ASTEROIDI: nome del gruppo di pianetini che circolano tra Marte e Giove, tra cui i più important sono: VestaAstrea. M. Wemyss attribuisce agli asteriodi un’ influenza sul segno dei Pesci, ma si tratta probabilmente di una opinione basata su delle considerazioni simboliche o analogiche oppure dettate da qualche fortuita coincidenza. Il problema è di difficile soluzione dato che non sembrano esistere delle tavole che permettano di situare gli asteriodi nel tema.

ASTRO:  si utilizza questo termine per designare qualsiasi corpo celeste. Talvolta, nel calcolo delle direzioni, il termine << astro 1 >> o << atro 2 >> può applicarsi a due punti qualsiasi del tema o degli aspetti. L’ astro 1 è sempre quello meno avanzato per Longitudine. Pertanto, un astro in Ariete, è l’ astro 2 in rapporto a un altro astro che è nei Pesci.

ASTROLABIO: anticamene, strumento in cui ci si serviva per osservare le posizioni degli astri. In seguito il senso del temine si è modificato e si dice che Tolomeo chiamasse astrolabio una specie di mappamondo. Julevno chiama astrolabio mobile un piccolo apparecchio di cartone che serve a determinare gli aspetti destroversi e sinistroversi.

ASTROLOGI: una recente statistica cita alla voce  attitudini ci dà qualche indicazione assai utile per scoprire gli indizi favorevoli alla carriera d’ astrologo.

ASTROLOGIA ELIOCENTRICA: sistema introdotto da alcuni astrologi moderni allo scopo di conformarsi al sistema di Copernico, avente per centro il Sole. E’ attualmente incompleto perchè, mentre gli astrologi che utilizzano il sistema geocentrico hanno come guida gli archivi e le osservazioni dei tempi passati, quelli del nuovo sistema si basano sulla semplice teoria.

AFFLITTO: un pianeta è afflitto quando forma un aspetto dissonante con un altro pianeta.

ANGOLARE: un pianeta è angolare quando si trova in uno degli angoli del tema astrologico. Tale posizione aumenta considerevolmente la potenza del pianeta, secondo la propria natura e gli aspetti che forma con gli altri pianeti.

ANNO SIDERALE grande: tempo impiegato dal Punto Primaverile a percorrere per – precessione degli equinozi – le 12 costellazioni zodiacali e ritornare al punto di partenza. Attualmente un anno siderale è di 25.800 anni.

ASCENDENTE: rappresenta l’ immagine che ha un individuo dà gli altri di sé. E’ situato nel segno zodiacale che sorge ad Oriente al momento del taglio del cordone ombelicale – momento del primo respiro autonomo -, riconducibile alla Cuspide della prima Casa.

ASCENSIONE: segni di corta e di lunga: l’ Ascendente attraversa in media un segno ogni due ore, ma guardando il movimento più da vicino, si constata che per certi segni e Latitudini impiegherà più di due ore. Tali segni si dicono di lunga ascensione. All’ opposto sullo Zodiaco, si trovano i segni di corta ascensione, attraversati in meno di due ore. Per l’ emisfero nord, i segni di lunga ascensione sono: CancroLeoneVergineBilancia ScorpioneSagittario. I segni di corta ascensione sono: CapricornoAquarioPesciArieteToroGemelli. Per l’ emisfero Sud i segni di lunga ascensione sono: CapricornoAquarioPesciArieteToroGemelli. I segni di corta ascensione sono: Cancro LeoneVergineBilanciaScorpioneSagittario.

ASCENSIONE OBLIQUA: l’ ascensione obliqua non è molto usata. Era impiegata dagli astrologi che non disponevano di – Tavole delle Case -.

ASCENSIONE RETTA:  l’ ascensione retta è analoga della Longitudine terrestre sulla sfera celeste si misura sull’ equatore celeste a partire dal punto primaverile – 0° di Ariete -, nel senso dei segni dello zodiaco.

ASPETTO: relazione angolare fra i pianeti presenti in un oroscopo. Gli aspetti più importanti sono la congiunzione, ossia quando due pianeti sono vicinissimi; l’ opposizione, quando si trovano a 180 gradi di distanza; il trigono, quando distano 120 gradi l’ uno dall’ altro. Dall’ aspetto dipendono le influenze, positive o negative, che i pianeti si scambiano.

ASTROLOGIA: studia l’ influsso degli astri sul carattere e i comportamenti delle persone. E’ utile per conoscere meglio se stessi, come stimolo per esprimere le proprie qualità e migliorarsi.

ASTROLOGIA ELIOCENTRICA: sistema introdotto da alcuni astrologi moderni allo scopo di conformarsi al sistema di Copernico, avente per centro il Sole. E’ attualmente incompleto perché, mentre gli astrologi che utilizzano il sistema geocentrico hanno come guida gli archivi e le osservazioni dei tempi passati, quelli del nuovo sistema si basano sulla semplice teoria.

ASTROLOGIA MEDICA: studio delle malattie e delle loro cause, nonché delle conoscenze per superarle secondo quanto rilevato dagli astri. In modo schematico i segni governano le parti del corpo ed i pianeti reggono le grandi funzioni organiche.

ASTROLOGIA ORARIA: scienza che permette di giudicare l’ andamento di un’ azione o di un avvenimento, avendo come base l’ oroscopo che deve essere calcolato nel momento in cui il problema si pone. Il principio sul quale si basa è che l’ influenza stellare, che rende la persona ansiosa di porre la domanda, contenga implicitamente anche la risposta. Se la persona che vuole sapere  è un astrologo, stabilisce un oroscopo riferito al momento esatto in cui ha avuto l’ idea di consultare gli astri. Se la persona non conosce l’ astrologia, si rivolgerà a un astrologo, il quale calcolerà l’ oroscopo riferito al momento in cui la questione gli è stata posta. Se poi la richiesta viene fatta per scritto, lo stenderà per il momento in ci ha letto la richiesta. La cosa è molto importante, perché se l’ oroscopo viene calcolato in base  un tempo inesatto, è certo che anche la risposta sarà inesatta.

ASTROLOGIA SPIRITUALE: studio dell’ influenza dei pianeti e degli astri sull’ uomo e sul suo ambiente dal punto di vista dell’ evoluzione spirituale dell’ universo.

ASTRONOMIA: scienza che  che tratta lo studio fisico degli astri. Lo studio dell’ astronomia non è necessario per praticare l’ astrologia, ma alcune nozioni di base accompagneranno le conoscenze astrologiche. Per quanto riguarda il sistema solare si può dire che il rapporto tra astronomia e astrologia è quello tra astronomia-fisiologica e psicologica nello studio dell’ essere umano.

ASSE – inclinazione dell’ asse -: l’ asse di rotazione di un pianeta ha una diversa inclinazione in rapporto al piano della sua orbita.

ASTEROIDI: insieme di corpi celesti di varie forme e misure che gravitano nel sistema solare. Gli astrologi chiamano asteroidi i corpi celesti che gravitano tra Marte e Giove. La distanza media del Sole s’ integra nella legge di Bode. La filosofia Rosacruciana afferma che non fanno parte dei – sette spiriti davanti al trono -, ma al contrario, sono frammenti di antichi satelliti di Venere e Mercurio in via di disintegrazione.

” Le stagioni senza fine

Che cosi velocemente

Arrivano e se ne vanno

Sono miracoli di saggezza

Che nessun uomo

Potrà mai conoscere “

J.F. Worral

CADENTI ( Case ): le Case << Cadenti >> o mutabili sono la III e la sua opposta, la IX; e così pure la VI e la XII sua opposta. In linea di principio, questi settori sono meno propozi degli altri quando sono fortemente occupati, sopratutto se si tratta della VI e della XII, considerate come << Sfortunate >> da numerosi autori. Una prevalenza delle << Cadenti >> rende la riuscita più difficile, è indice di instabilità e di cambiamento sia sul piano psicologico che su qello del destino.

CALENDARIO GREGORIANO: il calendario gregoriano è il calendario ufficiale nella maggior parte dei paesi del mondo occidentale. Prende il nome da Papa Gregorio XIII, che lo introdusse nel 1582 con la bolla papale Inter gravissimas promulgata a Villa Mondragone e ( presso Monte Porzio Catone, Roma ). È una modifica del calendario giuliano, precedentemente in vigore, in accordo con la proposta del medico calabrese Luigi Lilio, che prese parte alla Commissione presieduta da Cristoforo Clavio, gesuita professore del Colleggio Romano, assieme al matematico e astronomo siciliano Giuseppe Scale e al matematico perugino Ignazio Danti. Per sistemare il calendario giuliano furono usate le misurazioni dell’ astronomo Niccolò Copenico, pubblicate nel 1543 ( Anno della sua morte ) sotto il titolo di De Revolutionibus orbium coelestium libri sex ( ” Sei libri sui movimenti circolari dei corpi celesti “ ), il quale era riuscito a calcolare, con notevole accuratezza, sia l’ anno tropico, sia l’ anno siderale. Si tratta di un calendario basato sull’ anno solare, cioè sul ciclo delle stagioni. L’ anno  è composto da 12 mesi con durate diverse ( da 28 a 31 giorni ) per un totale di 365 o 366 giorni: l’ anno di 366 giorni è detto anno bisestile. Tale ripetizione avviene ogni quattro anni, con alcune eccezioni.

IL CALENDARIO GIULIANO: Il calendario giuliano è un calendario solare, cioè basato sul ciclo delle stagioni. Fu elaborato dall’ astronomo greco Sosigene di Alessandria e promulgato da Giulio Cesare ( Da cui prende il nome ), nella sua qualità di pontefice massimo, nell’ anno 46 a.C.. Esso fu da allora il calendario ufficiale di Roma e dei suoi domini; successivamente il suo uso si estese a tutti i paesi d’ Europa e d’ America, man mano che venivano cristianizzati. Nel 1582 è stato sostituito dal calendario gregoriano per decreto di papa Gregorio XIII; diverse nazioni tuttavia hanno continuato ad utilizzare il calendario giuliano, adeguandosi poi in tempi diversi tra il XVIII e il XX secolo. La Chiesa ortodossa tuttora usa il calendario giuliano come proprio calendario liturgico. Nel calendario giuliano si utilizzano gli anni bisestili per compensare il fatto che la durata dell’ anno tropico ( o anno solare ) non è data da un numero intero di giorni. Il giorno in più si aggiunge dopo il 24 febbraio ( sexto die ante Kalendas Martias ), per questo si chiama ” bis sexto ” da cui deriva il nome dell’ anno anomalo. Sosigene stabilì che un anno ogni quattro, fosse bisestile: in questo modo la durata media dell’ anno giuliano risultava di 365 giorni e un quarto. Ne consegue che il calendario giuliano è ciclico ogni 4 anni equivalenti a 365 × 4 + 1 = 1.461 giorni; considerando anche i giorni della settimana, allora il calendario giuliano è ciclico ogni 1.461 × 7 = 10.227 giorni che equivalgono a 4 × 7 = 28 anni ( questo perché 1.461 non è divisibile per 7 ). La differenza con l’ anno tropico risulta così di soli 11 minuti e 14 secondi circa, una precisione molto accurata per l’ epoca. Questa differenza, pari a circa un centesimo di giorno, si accumulava però col passare dei secoli, per cui la data d’ inizio delle stagioni si spostava man mano all’ indietro ( Precisamente si perdeva un giorno ogni 128 anni circa ). Questo fenomeno era ben noto agli astronomi medievali. Per questo motivo nel 1582 fu introdotto il calendario gregoriano, che riduce l’ errore a soli 26 secondi ( Un giorno ogni 3323 anni circa ).

CALENDARIO PERPETUO: si compone in genere di una  o più tavole che permettono di trovare il giorno della settimana riguardante una data determinata. Le effemeridi tedesche di Barth lo possiedono per per i due primi volumi ( 18501930 ) e serve anche fino al 1950. Siccome però le effemeridi moderne indicano almeno la domenica con una cifra in grassetto o sottolineandone la data, è inutile consultare una tale tabella anche perchè il giorno della settimana non è indispensabile per costruire l’ oroscopo. Questi calendari si trovano anche nei grossi dizionari.

CALENDARIO PLANETARIO: tavola o grafico che permette di trovare l’ ora planetaria della levata al tramonto del Sole senza effettuare calcoli. Dato che tale nozione fa parte più dell’ astrologia cabalistica che di quella giudiziaria, appare inutile trattare questo problema per non appesantire initilmente questa rubrica.

CARDINALI ( Segni ): sono ArieteCancroBilancia e Capricorno, cioè quelli che si trovano ai quattro angoli dello Zodiaco partendo  dall’ equinozio di primavera. Una maggioranza d pianeti in questi segni è indice di movimento, d’ inniziativa, d’ azione, di spirito d’ intrapresa. Attitudine per il comando, per prendere la direzione di un affare o di un gruppo e, pertanto, il soggetto cercherà l’ indipendenza in ogni campo. Sotto un altro punto di vista, tendenza all’ impulsività, alla precipitazione. Un’ impresa che comincia sotto questi segni ha grandi probabilità di riuscite e di evolvere più rapidamnte. Probabili cambiamenti di posizione nel corso della vita, però decisi volontariamente per migliorare le proprie condizioni.

CARTA DEL CIELO: esistono diversi metodi per riprodurre le configurazioni celesti del momento della nascita ( taglio del cordone ombelicale ). Il modello a << Zodiaco fisso >> permette di utilizzare grafici già stampati e, principalmente, è pricipalmente, perchè questo modo di rappresentare facilita il lavoro riguardo al rapido esame di transiti o per calcilare le direzioni. Ma si può anche adoperare il grafico con << AS >> a sinistra, sempre conservando le Case la loro diseguaglianza, il che è una diffuzione molto diffusa. Esiste anche quella che si può indicare come la << soluzione inglese >> che comporta l’ Ascendente a snistra, le case uguali e i segni disuguali; ma per ritrovarsi facilmente in questo modello bisogna farci l’ abitudine e diviene dificile individuare gli aspetti a prima vista. E’ iutile parlare della rappresentazione quadrata.

CASE: sono divisioni del cielo relative sad un luogo e ad un istante dati (  Si ricordi che i segni sono divisioni dell’ eclettica partendo da un punto primaverile ). Le cuspidi, o punte, progrediscono in media sullo Zodiaco di un grado ogni 4 minuti, cosicche in circa 24 ore effettuano una rotazione completa. Il movimento delle case traduce il movimento della rotazione terrestre su se stessa. Quando guardiao il cielo, vediamo il Sole sorgere ad Est ed tramontare ad Ovest. Ugualmente i segni zodiacali si << Levano >> ad Est, passano la linea dell’ Orrizzonte e << Salgono >> nel cielo, poi ridiscendono in direzione del tramonto del Sole, l’ Ovest. In un dato luogo, l’ Ascendente è il punto che si alza ad Est e il Discendente il grado dello Zodiaco che tramonta ad Ovest. Tra i due si trova il Mezzo Cielo, che corrisponde al punto più alto dello Zodiaco nel cielo.

>> Nello schema si può osservare che:

a) L’ intersezione tra il meridiano  del luogo ( Arco del cerchio che passa per il luogo, il polo nord e il polo Sud ), e l’ eclettica è chiamato Mezzo Cielo ( MC ). Il suo opposto sulla sfera celeste ( E’ chiamato Fondo Cielo ( FC ).

b) L’ intersezione tra l’ Orizzonte celeste e l’ eclettica, verso Est, è chiamato Ascendente ( Asc ). All’ opposto, ad Ovest, si trova il Discendente ( Dis ). Ogni quarto di spazio delimitato dagli assi As – Dis e MC – FC è diviso in tre  parti. Così si ottengono le dodici Case. In un tema atrologico, le Case sembranno non essere di guale grandezza perchè la carta del cielo è rappresentata nel piano dell’ eclettica, la quale tra un’ inclinazione che varia, in rapporto all’ orrizonte, a seconda del momento dell’ anno, del luogo o dell’ ora di nascita. Tale inclinazione è data dal Tempo Siderale di nascita e dalla latitudine del luogo.

CUSPIDE: e’ il grado dell’ eclettica che segna l’ inzio di una Casa. Si chiama anche punta della Casa. Gli aspetti importanti ricevuti dalla Cuspide di una Casa possono essere presi in considerazione per giudicare le cose a questa casa relative. Quando un pianeta è situato nelle vicinza di una Cuspide, a meno  di , ma è ancora nella Casa precedente, si può condiderare questo pianeta come di già agente nella Casa successiva; per esempio: nel tema del maresciallo Foch la punta della III Casa si trova a 16° del Leone, la punta dell’ XI a 15° dell’ Ariete. Ebbene, per quanto riguarda Nettuno, che si trova alla fine della casa IX, si può considerarlo come se fosse in X.

CARTA NATALE: è una mappa che raffigura la posizione che raffigura la posizione dei pianeti nelle dodici costellazioni dei segni e mostra come erano situati rispetto alle Case nel momento e nel luogo della nascita – emissione del primo vagito al taglio del cordone ombelicale – di un individuo.

CASE: sono dodici il punto d’ inizio di ognuna e denominato cuspide e coincide con uno dei dodici segni. Ogni Casa corrisponde a un settore della vita umana.

CONGIUNZIONE: vicinanza di due astri, quando non distano più di otto gradi, può essere favorevole o sfavorevole secondo la natura dei pianeti coinvolti, che possono essere simili o dissimili.

COSTELLAZIONE: gruppo di stelle associate per convenzione, perché sembrano formare delle figure. Sono 88, rilevate in epoche diverse; da non confondersi con i segni zodiacali.

CUSPIDE: corrisponde al punto della carta in cui inizia una Casa. si usa anche per indicare chi è nato il giorno in cui il Luminare diurno – il Sole – stava transitando da un segno all’ altro. In realtà, considerando l’ ora e il luogo di nascita, si può stabilire il giusto segno di appartenenza.

CADUTA: quando un pianeta si trova nel segno opposto a quello in cui è esaltato è detto in – caduta – perché il segno, il suo maestro e il pianeta in questione, sono di natura diversa.

COMBUSTIONE: ogni pianeta che si trova a meno di tre gradi dal Sole è detto in – combustione – o – bruciato – dalle influenze solari. Se Mercurio o la Luna si trovano così piazzati, le loro caratteristiche si trovano indebolite. Nel caso di Venere o di Giove il loro aiuto diventa nullo; in quello degli altri pianeti – MarteSaturnoUranoNettunoPlutone – l’ aspetto è dissonante.

CULMINANTE: quando un pianeta passa sul Medio CieloCasa X –  si dice – culminante– in quanto raggiunge allora il punto più levato a disposizione dell’ orizzonte. incomincia poi a discendere verso ovestdiscendente -. L’ espressione – culminante – viene anche usata in rapporto agli aspetti. Quando un pianeta entra nell’ orbita di un altro, l’ influenza è dapprima debole, ma aumenta via via che si avvicina all’ aspetto esatto: in quel momento arriva al culmine, raggiunge il massimo della forza. Poi, quando i pianeti si separano, l’ aspetto gradualmente si annulla, l’ influenza si indebolisce per gradi e alla fine cessa del tutto.

 

Riccardo FERRARI – rikferrari@gmail.com

VI ASPETTO QUì

https://www.pensionatiitaliani.it/download/

 

Primo l’ Ariete, splendente nel suo vello d’ oro

Stupisce nel veder sorgere il dorso del Toro,

Toro che chiama, a testa bassa, i Gemelli,

Cui segue il Cancro; e il Leone segue quello,

Poi la Vergine e la Bilancia con giorni e notti eguali,

Che tocca Scorpione e la sua stella lucente,

La coda cui mira il Centauro col suo arco,

Pronto a scoccare la sua freccia veloce.

Viene ancora la stretta curva del Capricorno,

Dopo di lui l’ Aquario che dall’ urna versa

Acque che son preziose per i seguenti Pesci,

Che toccano Ariete, ultimi tra i segni.

Manilio

 

DISCENDENTE:  si trova a 180°, nella settima CasaVII – , opposta all’ Ascendente. Il segno che si trova in questa posizione nella carta natala di qualcuno avrà per lui una cera attrattiva.

DISSONANTE: si dice di un aspetto che propone all’ individuo degli sforzi per ristabilire l’ armonia. Sono vissuti come – sfavorevoli – nella misura in cui il soggetto non è cosciente delle lezioni che apportano o le rifiuta.

DOMICILIO: un pianeta è in domicilio quando si trova in un segno in cui è in dignità.

DOMIFICAZIONE: la domificazione consiste nel calcolare e nel delimitare le Case.

DRAGO – TESTA O CODA DEL  -:  la Testa e la Coda del drago corrispondono ai nodi ascendenti e discendenti della Luna. Nell’ interpretazione di un tema se ne tiene conto quando si trovano in congiunzione con un pianeta o con l’ Ascendente.

DIGNITÀ: un pianeta viene detto in – dignità – o in – dominio – o – maestro – , quando è situato in un segno che si accorda con la sua natura intrinseca, perché allora le particolarità del segno e del pianeta si combinano armoniosamente. L’ influenza del pianeta viene ad essere rinforzata. Nel caso contrario un pianeta è nel suo – detrimento – o – esilio – quando si trova nel segno opposto a quello in cui è dignificato e poiché la natura del segno e quella del pianeta sono incompatibili, l’ influenza del pianeta viene a trovarsi indebolita. Il Sole è il cento del nostro sistema solare. E’ il dispensatore di vita e di calore. Essendo il Leone un segno maschile e di fuoco, in perfetta concordanza con la natura del Sole e, di conseguenza, ne rafforza l’ influenza. La Luna per quando riguarda la terra, è il collettore e riflettore dei raggi vitalizzati del Sole. Gli effetti della femminile Luna sulle maree, mostrano la sua affinità con l’ acqua, ciò che la mette in perfetto accordo con il segno d’ acqua e femminile del Cancro. Per questa ragione il Cancro è il segno dove è più forte e più – dignificata -. La parola chiave del Sole è – Vita -; quella della Luna è – Fecondità -. Il seme della Vita che viene dal Sole è seminato e – irrorato – dalla Luna, che regola il periodo di gestazione e presiede alla nascita di tutte le cose. In genere Saturno si manifesta come il pianeta  della costrizione, della disgregazione, è il mietitore con la falce, che taglia la vita data dal Sole e nutrita dalla Luna, nel momento in cui la clessidra indica che i frutti dell’ esperienza della vita sono maturi per la mietitura. Saturno simbolizza allora la morte e si muove in un’ orbita lontana dal Sole, ai confini del caos dove tutte le cose vengono dissolte e tramutate da un’ alchimia spirituale in materia sempre più tenue. Per conseguenza Saturno è essenzialmente armonioso con Capricorno e Leone. Quando si trova in tali segni si fa sentire con la sua forza potente che può soffocare il piacere e la gioia, ma può anche dare saggezza.

DIGNITÀ ACCIDENTALE:  espressione usata per indicare un pianeta che si trova in una casa angolare. La forza dei pianeti è maggiore rispettivamente nelle Case X° – I° VII° – IV°, piuttosto che nelle altre case – cadenti o succedenti – . I pianeti sono allora accidentalmente dignificati.

DIGNITÀ ESSENZIALE: un pianeta è essenzialmente rafforzato, o più semplicemente in dignità – o ancora, in domicilio, in trono, o maestro – quando si trova in un segno che si accorda con la sua natura intrinseca.

DIRETTO: nello zodiaco è il senso inverso alle lancette dell’ orologio, cioè ArieteToroGemelli Cancro etc.

ECLITTICA: percorso della Terra intorno al Sole in un anno. Serve a definire la posizione del Sole e dei pianeti in un dato momento. Il nome deriva dalle eclissi che avvengono durante il percorso.

1  ) EFFEMERIDI: raccolta di dati sulla disposizione dei corpi celesti nell’ arco del tempo considerati – organizzati in tabelle -.

ELEMENTI: compongono il mondo fisico e sono combinazioni tra due qualità, una attiva e una passiva. sono 4: fuoco – caldo e secco -; aria – caldo e umido -; acqua – freddo e umido -; e terra: – freddo e secco -.

EQUATORE CELESTE: si immagini un ago infinitamente lungo che attraversa la terra passando dal centro fino al punto qualunque dell’ equatore terrestre. Per la rotazione della Terra sul suo asse, l’ estremità dell’ ago descrive un cerchio nel firmamento, la Sfera Celeste. Questo cerchio immaginario situato sullo stesso piano del’ equatore terrestre si chiama equatore celeste o equinoziale. Perché quando il Sole arriva al punto dove l’ eclettica – traiettoria del Sole – incrocia l’ equatore celeste, hanno luogo gli equinozi e il giorno e la notte hanno la stessa durata.

EQUATORE TERRESTRE: l’ equatore terrestre è una linea immaginaria, perpendicolare all’ asse terrestre, a metà tra polo nord e polo sud che divide la terra in due emisferi boreali e australi.

EQUINOZI: avvengono verso il 21 di marzo quando il luminare diurno – il Sole – entra in Ariete, e verso il 23 settembre quando entra in Bilancia. In questi due momenti il giorno e la notte hanno la stessa durata su tutta la Terra, e la declinazione del Sole è nulla.

ESILIO: un pianeta si dice in esilio quando si trova nel segno opposto a quello in cui è in – dignità

ESALTAZIONE: i pianeti sono esaltati quando occupano certe zone dello Zodiaco. Il Sole ha la sua esaltazione a 19° dell’ Ariete e, per estensione, si considera esaltato in tutto il segno dell’ Ariete. La Luna è esaltata a del Toro ed egualmente la si considera esaltata nell’ intero segno. Saturno è esaltato a della Bilancia. Giove a 15° del Cancro, Marte a 28° del Capricorno, Venere a 27° dei Pesci e Mercurio a 15° della VergineAnche quì vale il rilievo già fatto circa l’ estensione dell’ esaltazione all’ intero segno ). Un pianeta in esaltazione acquista una maggiore potenza, ma la sua natura non viene per questo modificata e tutto dipende dalla Casa, dagli aspetti e dall sua propria natura

FONDO CIELO: grado dell’ eclettica opposto al Medio Cielo corrispondente alla cuspide della  Casa IV°. Indica il Nord nell’ emisfero e il Sud nell’ emisfero Sud per i luoghi di latitudini terrestri superiori a 24° N a 24° S, indica sia il Nord che il Sud; per queste ultime latitudini si trova più vicino al Nadir.

FUSO ORARIO: chiamato talvolta – Tempo Standars -. La Terra si divide in 24 fusi orari ed è considerata come punto di riferimento quello che ha per centro il meridiano di Greenwich, vicino Londra, segnato con – 0h – nell tavola N.  3. I fusi orari si contano generalmente in ore ad ovest o ad est di Greenwich. un’ ora corrisponde a 15° di Longitudine, quindi si può dividere la Terra in 24 meridiani orari di 15°. Ad ogni fuso orario è riferita una lettera alfabetica.

FEMMINILE ( Sesso ): in un tema maschile, si è parzialmente ragguagliati sulle relazioni del soggetto con le donne, esaminando la posizione della Luna e, in secondo luogo, quella di Venere.

FEMMINILI  ( Segni ): Toro – Canco – Vergine – Scorpione – Capricorno – Pesci .

GIORNO SIDERALE: intervallo di tempo che intercorre tra due passaggi successivi di una stella fissa sul meridiano di un luogo. Il giorno siderale, a causa del movimento della terra attorno al Sole, è più corto di 4 minuti circa del giorno solare.

GOVERNATORE DI UNA CASA: è il governatore del segno che si trova sulla cuspide di una Casa e che le dà la tonalità.

>> Esempio: la 6° Casa, che ha la cuspide nel segno del Sagittario, avrà un certo terreno di sperimentazione. Il luogo occupato dal governatore del Sagittario, Giove, che diventa governatore della 6° Casa, ne darà la tonalità principale. Anche i pianeti che si trovano in questa Casa daranno delle specificità supplementari secondo la forza dei pianeti.

GOVERNATORE DI UNA NASCITA: il maestro dell’ Ascendente è il governatore della nascita. Se per esempio una persona ha l’ Ascendente in Ariete, governatore del tema sarà Marte, che è il reggente di Ariete.

GREENWICH MEAN TIME – G.M.T.: tempo medio di Greenwich. l’ adozione del meridiano di Greenwich come meridiano internazionale fu fatta a Washington nel 1884, ed i paesi l’ hanno adottato progressivamente. Per tanto è necessario consultare un libro specializzato sulle ore del mondo, per vedere le date di applicazione.

GIORNO SOLARE: intervallo di tempo che intercorre tra due passaggi successivi del Sole sul Meridiano di un dato luogo.

LUMINARI: il Sole e la Luna.

NEGATIVO: i segni negativi sono: Toro – Cancro – Vergine – Scorpione – Capricorno – Pesci.

NOTTURNO ( NATIVITA’ ):  quando il Sole si trova << Sotto la Terra >>, cioè in una delle Case I, II, III, IV, V, VI. Distanza meridiana notturna: quella che si misura a partire dal meridiano inferiore ( FC ). Semi-arco nottuno: quello che è compreso tra il meridiano inferiore e l’ orizzante. Oppure: la metà del tempo durante il quale un astro è invisibile.  ( Se si conosce il SAD di un astro si trova il SAN con la formula: 180° SAD = SAN ( 0 180°  SAN = SAD ). In genere in un tema, il termine  << Notturno >> indica tutto ciò che si trova al di sotto della Terra cioè al di sotto dell’ orrizzonte ).

OPPOSIZIONE: se due pianeti si trovano ad una distanza di 180°6 segni ( 6 x 30= 180 ) – si dicono in opposizione, aspetto che rivela la natura dei segni che sono opposti sul cerchio dello zodiaco. Se il nativo, sia pure con sforzo, riesce a farli armonizzare, due segni di natura – apposta – possono divenire – complementari -. Il nativo mescolerà così la qualità del Fuoco con quella dell’ Aria o le qualità dell’ Acqua con quelle della Terra.

ORIZZONTE: nel tema, l’ Ascendente e il suo opposto, il Discendente segnano la linea dell’ orrizzonte.

  • l’ orrizzonte oggettivo è il cerchio dove si ferma lo sguardo, l’ addove cielo e terra sembra si tocchino.
  • l’ orrizzonte celeste – razionale –  è un piano parallelo all’ orrizonte oggettivo, che passa dal centro della terra.
  • POSITIVO ( Segni ): questi sono i segni dispari: ArieteGemelliLeone BilanciaSagittarioAquario. Questi segni sono anche maschili.
  • PIANETI NEGATIVI: Luna- Venere – Nettuno
  • PIANETI FEMMINILI: Venere – Luna – Nettuno ( Nonchè secondo Caslant, Terra e Giove )

SEGNI CARDINALI: ArieteCancroBilanciaCapricorno. I segni Cardinali – dal latino cardo, cardinis = pernio – iniziano tutti agli equinozi e ai solstizi. All’ equinozio di marzo, il Sole entra nel segno dell’ Ariete e all’ equinozio di settembre nel segno della Bilancia. Raggiunge la più elevata declinazione Nord quando entra nel segno del Cancro e la più grande declinazione Sud in quello del Capricorno. I segni Cardinali favoriscono l’ attività e lo spirito d’ iniziativa.

SEGNI D’ ACQUA: CancroScorpionePesci costituiscono una delle quattro – trinità

SEGNI D’ ARIA: GemelliBilanciaAquario

SEGNI DI FUOCO: Ariete LeoneSagittario; sono intuitivi e coraggiosi

SEGNI DI TERRA: ToroVergineCapricorno; sono di natura pratica e conservatrice, affidabili e prudenti

SEGNI FEMMINILI: CancroCapricornoPesciScorpioneToroVergine: positivi – yin – e introversi

SEGNI FISSI: ToroLeoneScorpioneAquario -. Quando angoli di una nascita si trovano in tali segni, e quando vi sono anche situati diversi pianeti, danno al soggetto uno spirito molto – fisso –  e una perseveranza straordinaria, in modo che egli riesce quasi sempre in tutto quando intraprende.

SEGNI FERTILI: CancroScorpionePesci; costituiscono la triplicità d’ Acqua. Sono veicoli particolari della funzione creatrice della natura. Quando il luminare della notteLuna – è in tali segni, versa abbondantemente l’ Acqua della vita, principio fecondatore. E’ infatti stato osservato che le sementi, piantate quando la Luna è in uno di tali segni, producono molto di più di quanto sia in altro segno.

SEGNI MASCHILI: ArieteLeone SagittarioAquario Bilancia Gemelli: attivi – yang ed estroversi, sono grintosi e sicuri di sè

SEGNI MOBILI: GemelliPesciSagittarioVergine. Collocati alla fine delle stagioni, si caratterizzano per flessibilità e adattabilità

SFERA CELESTE: globo astratto su cui sono rappresentati tutti i corpi celesti attorno alla terra

TRANSITO: posizione e movimento di un pianeta in un dato momento

TRIGONO: Relazione di due o più astri disposti a 120°. E’ un aspetto reputato positivo nella carta natale.

TEMA ASTROLOGICO: detto anche tema natale, è la carta del cielo, chiamata altre volte – oroscopo -, eretta per l’ interpretazione astrologica. Rappresenta la posizione dei Pianeti e delle Case per il momento e il luogo di nascita.

TEMPO: il tempo può servire, ad esempio, per misurare gli angoli sull’ equatore terrestre o celeste. Il tempo siderale è misurato sull’ equatore celeste, ed è il tempo impiegato dal punto primaverile per arrivare al meridiano di un luogo. E’ anche l’ angolo tra il punto primaverile e questo meridiano – che ci permette di conoscere su quale grado dello zodiaco è situare il Medio cielo -. La longitudine di un logo, che è una misura d’ angolo sull’ equatore, va da 12 ore – Ovest – a 12 ore – Est – in rapporto al meridiano di Greenwich. E’ anche il tempo necessario affinché un punto dello zodiaco passi, in ragione della rotazione terrestre, dal meridiano di un luogo a quello di Greenwich o viceversa. Ad esempio, se 3h 53′ Ovest è la misura dell’ angolo tra il meridiano di Buenos Aires e il meridiano di Greenwich, il tempo necessario alla Terra per portare il meridiano di Buenos Aires al posto che occupa inizialmente quello di Greenwich, sarà ugualmente di 3h 53m.

TEMPO LEGALE: e’ il tempo civile, talvolta anche chiamato – tempo ufficiale -.

TEMPO LOCALE: il tempo locale medio è usato in generale per le ore di nascita del XX° secolo. Per erigere la carta del cielo di una data nascita in – ora locale -, si prenderà la longitudine del luogo, espressa in ore,  a cui si riferisce il – fuso orario -. Il tempo universale è allora uguale al tempo locale di nascita più la longitudinein ore – di questo se ovest o meno se est.

TEMPO SIDERALE: il tempo siderale permette di posizionare in qualunque momento, il meridiano di un luogo in rapporto all’ inizio dei segni dello zodiaco – il punto primaverile -. Con la latitudine del luogo è possibile determinare l’ Ascendente e le cuspidi delle Case. Precisamente è l’ angolo – espresso in ore – tra la direzione del punto primaverile e il meridiano del luogo. A causa del movimento della Terra intorno al Sole, il giorno siderale è più corto di circa 4 minuti del giorno solare. I quattro minuti di differenza per giorno, sono la causa delle – correzione di 10 secondi per ora d’ intervallo – nel calcolo del Tempo Siderale. In effetti, 4 minuti di differenza in 24 ore, danno 10 secondi di differenza in 1 ora. In un anno  la differenza tra giorno siderale e giorno solare sarà di un giorno.

TEMPO UNIVERSALE: e’ l’ora legale di Greenwich, che è ugualmente l’ ora del fuso orario zero. Serve da punto di riferimento internazionale e permette di calcolare le Cuspidi delle Case e le posizioni dei pianeti. Il Tempo Universale è il  Tempo Solare medio di Greenwic aumentato di 12 ore. Infatti, quello che si chiama Tempo Universale nasconde parecchie altre denominazioni. Si può citare, con la differenza di qualche secondo, trascurabile per i nostri calcoli, il Tempo Dinamico Terrestre chiamato anche Tempo delle Effemeridi, nelle Effemeridi antiche. Di solito si confonde il Tempo Medio di GreewichGMT – con il Tempo Universale.

TERRA ( Segni di Terra ):  Toro – Vergine – Capricorno

ZODIACO: ciclo che comprende i 12 segni lungo la linea immaginaria che la rotazione della terra compie attorno al Luminare diurnoSole – divisi tra di loro in 30°

ZODIACO SIDERALE: altro nome dello – zodiaco naturale -. Lo zodiaco di riferimento per le posizioni astrologiche che comincia con il punto primaverile. Per la precessione degli equinozi lo zodiaco siderale avanza in rapporto allo zodiaco intellettuale, e tale movimento è perfettamente misurabile. L’ origine dello zodiaco siderale è abbastanza vaga e secondo le diverse fonti di informazione può variare di più gradi. Da parte nostra facciamo coincidere i due zodiaci nell’ anno 498. Partendo da questa origine, per il 1984 la differenza tra i due zodiaci è di 20° 45′, ciò che fa situare, a tale data, la posizione di – zero gradi del segno dell’ Ariete – punto primaverile – a 9° 15′ della costellazione dei Pesci.

ZODIACO TROPICALE: altro nome dello – Zodiaco intellettuale -.

ZENETH: punto più elevato al di sopra del luogo di nascita. E’ in effetti il punto della volta celeste situato – al di sopra della nostra testa -, sulla verticale del luogo.

 

Riccardo FERRARI – rikferrari@gmail.com

VI ASPETTO QUI’

https://www.pensionatiitaliani.it/download/

 

” All’ inizio Dio creò i cieli e la terra.
La Terra era uniforme e vuota, le tenebre
coprivano l’ abisso . . . 
Dio disse: ” Che la luce sia !, e la luce fu!
Dio vide che la luce era buona, e separò
la luce dalle tenebre.
Dio chiamò la luce giorno, e le tenebre notte !.
Da: ” Genesi “

ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ

COME CALCOLARE L’ ASCENDENTE

Per capire quale sia il segno in cui cade l’ Ascendente – elemento essenziale per la stesura di un oroscopo personalizzato – occorre seguire un procedimento che prevede alcune semplici operazioni.  Innanzitutto, per poterlo calcolare è necessario conoscere dataluogo e ora di nascita. Questi dati sono ricavabili dall’ atto di nascita – o dall’ estratto -, che si può richiedere nel Comune in cui è avvenuta la registrazione.

Ecco quali sono i punti da seguire per effettuare il calcolo:

  1. Per prima cosa bisogna compensare la differenza di latitudine aggiungendo o sottraendo un certo valore a seconda della città in cui si è nati in riferimento all’ Italia, indicativamente si dovrebbero togliere 20 minuti se si è nati sopra Bolognao Firenze -, 10 minuti se si è nati tra Bologna e Napoli, non sottrarre nulla se si è nati più a sud. Prendiamo come esempio un individuo nato a Milano il 14 gennaio 1975 alle ore 17.45. In tal caso, si toglieranno 20 minuti all’ ora di nascita: 17.45 – 00.20 = 17.25
  2. Come secondo passo, è necessario controllare se al momento della nascita era in vigore l’ ora legale, per far questo è possibile consultare la tabella dell’ ora legale. Se il giorno in questione vigeva l’ ora legale, bisogna sottrarre un’ ora. Nel nostro caso, non essendo il 14 gennaio del 1975 compreso nell’ ora legale, non si toglie nulla e si mantiene l’ ultimo valore ricavato: 17.25.
  3.  Per procedere con il calcolo, all’ orario ottenuto va sommato il valore del tempo siderale associato al giorno di nascita, ricavabile dalla tabella per il calcolo dell’ ora siderale. Il tempo siderale, in astronomia, indica l’ intervallo di rotazione della Terra rispetto alla posizione delle stelle; serve a definire esattamente com’ erano disposti gli oggetti celesti in un dato momento. Dato che stiamo effettuando dei calcoli considerando le ore e i primicioè minuti -, se le cifre a destra del punto dovessero superare il 60, si sottrae 60, aggiungendo un’ ora al valore a sinistra della virgola e tenendo i minuti che rimangono – esempio: da 25.68 avremo 26.08 -. se le ore, però, superano il totale di 24, occorre apportare una correzione, sottraendo 24esempio: da 26.08 avremo 2.08 -. Proseguendo con il nostro esempio, il tempo siderale  che in tabella corrisponde al giorno 14 gennaio è 7.27; sommandolo all’ ora di nascita avremo quindi: 17.25 +  7.27  = 24.52. Il risultato supera le 24 ore, per cui sottraiamo 24  al totale e otterremo 00.52
  4. Da ultimo, occorre confrontare l’ ora siderale di nascita con la tabella degli ascendenti identificando in quale intervalli si inserisce e, dunque, quale sia il segno corrispondente. Ecco dunque stabilito l’ Ascendente. Nell’ esempio che segue, portato il valore 00.52 si trova nell’ intervallo di tempo siderale coincidente con il leone – quinto segno -: l’ individuo in questione sarà dunque Capricorno con Ascendente leone:  ELEMENTO TERRA + ELEMENTO FUOCO.

 

 TAV. N. 1  –  ESEMPIO

Ora di nascita

17.25

+

Ora siderale di nascita

07.27

=

24.52
Ore in eccedenza

24.00

=

00.52

ASCENDENTE LEONE

 

TAV. N. 2  –  TABELLA ORA LEGALE IN ITALIA

Nella tavola sottostante vengono riportate data ed orario d’ inizio a fine dell’ ora legale in Italia a partire dalla mezzanotte del 4 Giugno 1916 quando l’ ora estiva venne introdotta per la prima volta nel nostro paese. Si ricorda che fino al 2012 l’ ora legale in Italia veniva stabilita anno per anno in base al regolamento UE ma con la Legge 4 Giugno 2010 n. 96, all’ Articolo 22 è stata recepita la Direttiva Europea 2000/84/CE che stabilisce per tutti i paesi appartenenti all’ Unione Europea date ed orari comuni per inizio e fine dell’ orario estivo ovvero l’ ultima domenica di Marzo alle ore 01:00 UTC ( 02:00 ora solare italiana ) e l’ ultima domenica di Ottobre alle ore 01:00 UTC ( 03:00 ora legale italiana ).

Nella tabella vengono riportati oltre 100 anni di ora legale 19162025 con gli estremi temporali di inizio e fine e con la durata del periodo di validità espresso in numero di giorni. Dal 1921 al 1939 e dal 1949 al 1965 l’ ora legale non venne mai adottata mentre l’ ora legale che venne adottata il 15 Giugno 1940 terminò dopo oltre due anni di validità il 2 Novembre 1942 per un totale di 870 giorni.  

ANNO

INIZIO  ORA  LEGALE

FINE  ORA  LEGALE

GIORNI
2025 Domenica 30 Marzo, 02:00 Domenica 26 Ottobre, 03:00

210

2024 Domenica 31 Marzo, 02:00 Domenica 27 Ottobre, 03:00

210

2023 Domenica 26 Marzo, 02:00 Domenica 29 Ottobre, 03:00

217

2022 Domenica 27 Marzo, 02:00 Domenica 30 Ottobre, 03:00

217

2021 Domenica 28 Marzo, 02:00 Domenica 31 Ottobre, 03:00

217

2020 Domenica 29 Marzo, 02:00 Domenica 25 Ottobre, 03:00

210

2019 Domenica 31 Marzo, 02:00 Domenica 27 Ottobre, 03:00

210

2018 Domenica 25 Marzo, 02:00 Domenica 28 Ottobre, 03:00

217

2017 Domenica 26 Marzo, 02:00 Domenica 29 Ottobre, 03:00

217

2016 Domenica 27 Marzo, 02:00 Domenica 30 Ottobre, 03:00

217

2015 Domenica 29 Marzo, 02:00 Domenica 25 Ottobre, 03:00

210

2014 Domenica 30 Marzo, 02:00 Domenica 26 Ottobre, 03:00

210

2013 Domenica 31 Marzo, 02:00 Domenica 27 Ottobre, 03:00

210

2012 Domenica 25 Marzo, 02:00 Domenica 28 Ottobre, 03:00

217

2011 Domenica 27 Marzo, 02:00 Domenica 30 Ottobre, 03:00

217

2010 Domenica 28 Marzo, 02:00 Domenica 31 Ottobre, 03:00

217

2009 Domenica 29 Marzo, 02:00 Domenica 25 Ottobre, 03:00

210

2008 Domenica 30 Marzo, 02:00 Domenica 26 Ottobre, 03:00

210

2007 Domenica 25 Marzo, 02:00 Domenica 28 Ottobre, 03:00

217

2006 Domenica 26 Marzo, 02:00 Domenica 29 Ottobre, 03:00

217

2005 Domenica 27 Marzo, 02:00 Domenica 30 Ottobre, 03:00

217

2004 Domenica 28 Marzo, 02:00 Domenica 31 Ottobre, 03:00

217

2003 Domenica 30 Marzo, 02:00 Domenica 26 Ottobre, 03:00

210

2002 Domenica 31 Marzo, 02:00 Domenica 27 Ottobre, 03:00

210

2001 Domenica 25 Marzo, 02:00 Domenica 28 Ottobre, 03:00

217

2000 Domenica 26 Marzo, 02:00 Domenica 29 Ottobre, 03:00

217

1999 Domenica 28 Marzo, 02:00 Domenica 31 Ottobre, 03:00

217

1998 Domenica 29 Marzo, 02:00 Domenica 25 Ottobre, 03:00

210

1997 Domenica 30 Marzo, 02:00 Domenica 26 Ottobre, 03:00

210

1996 Domenica 31 Marzo, 02:00 Domenica 27 Ottobre, 03:00

210

1995 Domenica 26 Marzo, 02:00 Domenica 24 Settembre, 03:00

182

1994 Domenica 27 Marzo, 02:00 Domenica 25 Settembre, 03:00

182

1993 Domenica 28 Marzo, 02:00 Domenica 26 Settembre, 03:00

182

1992 Domenica 29 Marzo, 02:00 Domenica 27 Settembre, 03:00

182

1991 Domenica 31 Marzo, 02:00 Domenica 29 Settembre, 03:00

182

1990 Domenica 25 Marzo, 02:00 Domenica 30 Settembre, 03:00

189

1989 Domenica 26 Marzo, 02:00 Domenica 24 Settembre, 03:00

182

1988 Domenica 27 Marzo, 02:00 Domenica 25 Settembre, 03:00

182

1987 Domenica 29 Marzo, 02:00 Domenica 27 Settembre, 03:00

182

1986 Domenica 30 Marzo, 02:00 Domenica 28 Settembre, 03:00

182

1985 Domenica 31 Marzo, 02:00 Domenica 29 Settembre, 03:00

182

1984 Domenica 25 Marzo, 02:00 Domenica 30 Settembre, 03:00

189

1983 Domenica 27 Marzo, 02:00 Domenica 25 Settembre, 03:00

182

1982 Domenica 28 Marzo, 02:00 Domenica 26 Settembre, 03:00

182

1981 Domenica 29 Marzo, 02:00 Domenica 27 Settembre, 03:00

182

1980 Domenica 6 Aprile, 02:00 Domenica 28 Settembre, 03:00

175

1979 Domenica 27 Maggio, 00:00

Domenica 30 Settembre, 01:00

126

1978 Domenica 28 Maggio, 00:00 Domenica 1 Ottobre, 01:00

126

1977 Domenica 22 Maggio, 00:00 Domenica 25 Settembre, 01:00

126

1976 Domenica 30 Maggio, 00:00 Domenica 26 Settembre, 01:00

119

1975 Domenica 1 Giugno, 00:00 Domenica 28 Settembre, 01:00

119

1974 Domenica 26 Maggio, 00:00 Domenica 29 Settembre, 01:00

126

1973 Domenica 3 Giugno, 00:00 Domenica 30 Settembre, 01:00

119

1972 Domenica 28 Maggio, 00:00 Domenica 1 Ottobre, 01:00

126

1971 Domenica 23 Maggio, 00:00 Domenica 26 Settembre, 01:00

126

1970 Domenica 31 Maggio, 00:00 Domenica 27 Settembre, 01:00

119

1969 Domenica 1 Giugno, 00:00 Domenica 28 Settembre, 01:00

119

1968 Domenica 26 Maggio, 00:00 Domenica 22 Settembre, 01:00

119

1967 Domenica 28 Maggio, 00:00 Domenica 24 Settembre, 01:00

119

1966 Domenica 22 Maggio, 00:00

Domenica 25 Settembre, 00:00

126

1949 – 1965 – NON ADOTTATA

1948 Domenica 29 Febbraio, 02:00 Domenica 3 Ottobre, 03:00

217

1947 Domenica 16 Marzo, 00:00 Domenica 5 Ottobre, 01:00

203

1946 Domenica 17 Marzo, 02:00 Domenica 6 Ottobre, 03:00

203

1945 Lunedì 2 Aprile, 02:00 Sabato 15 Settembre, 01:00

165

1944 Lunedì 3 Aprile, 02:00

Domenica 17 Settembre, 02:00

167

1943 Lunedì 29 Marzo, 02:00

Lunedì 4 Ottobre, 03:00

189

1942

————————– 

Lunedì 2 Novembre, 03:00

870

1941

IN  VIGORE  PER  TUTTO L’ ANNO

1940 Sabato 15 Giugno, 00:00

—————————–

1921 – 1939 – NON  ADOTTATA

1920 Domenica 21 Marzo, 00:00 Domenica 19 Settembre, 00:00

182

1919 Domenica 2 Marzo, 00:00 Domenica 5 Ottobre, 00:00

217

1918 Domenica 10 Marzo, 00:00

Lunedì 7 Ottobre, 00:00

211

1917 Domenica 1 Aprile, 00:00 Lunedì 1 Ottobre, 00:00

183

1916 Domenica 4 Giugno, 00:00

Domenica 1 Ottobre, 00:00

119

Riccardo FERRARI – rikferrari@gmail.com

VI ASPETTO QUI’

https://www.pensionatiitaliani.it/download/

 

 TAV. N.  3    TAVOLA  DELLE  ORE  SIDERALI

1

Gen

6,36

Feb

8,38

Mar

10,33

Apr 

12,36

Mag

14,33

Giu

16,36

Lug

18,34

Ago

20,37

Set

22,39

Ott

0,37

Nov

2,39

Dic

4,38

2

6,40 8,42 10,37 12,40 14,37 16,40 18,38 20,41 22,43 0,41 2,43 4,42

3

6,44 8,46 10,40 12,44 14,41 16,43 18,42 20,45 22,47 0,45 2,47 4,46
4 6,48 8,50 10,44 12,48 14,45 16,47 18,46 20,49 22,51 0,49 2,51 4,50
5 6,52 8,54 10,48 12,52 14,49 16,51 18,50 20,53 22,55 0,53 2,55 4,54
6 6,56 8,58 10,52 12,55 14,53 16,55 18,54 20,57 22,59 0,57 2,59 4,57
7 7,00 9,02 10,56 12,58 14,57 16,59 18,58 21,00 23,03 1,01 3,03 5,01
8 7,04 9,06 11,00 13,02 15,01 17,03 19,02 21,04 23,07 1,05 3,07 5,05
9 7,08 9,10 11,04 13,06 15,05 17,07 19,06 21,08 23,11 1,09 3,11 5,09
10 7,12 9,14 11,08 13,10 15,09 17,11 19,10 21,12 23,14 1,13 3,15 5,13
11 7,15 9,18 11,12 13,14 15,13 17,15 19,14 21,16 23,18 1,17 3,19 5,17
12 7,19 9,22 11,16 13,18 15,17 17,19 19,18 21,20 23,22 1,21 3,23 5,21
13 7,23 9,26 11,20 13,22 15,21 17,23 19,22 21,24 23,26 1,25 3,27 5,25
14 7,27 9,30 11,24 13,26 15,24 17,27 19,26 21,28 23,30 1,29 3,31 5,29
15 7,31 9,33 11,28 13,30 15,28 17,31 19,30 21,32 23,34 1,32 3,35 5,33
16 7,35 9,37 11,32 13,34 15,32 17,34 19,34 21,36 23,38 1,36 3,39 5,37
17 7,39 9,41 11,36 13,38 15,36 17,38 19,38 21,40 23,42 1,40 3,43 5,41
18 7,43 9,45 11,40 13,42 15,40 17,42 19,42 21,44 23,46 1,44 3,47 5,45
19 7,47 9,49 11,44 13,46 15,44 17,46 19,46 21,48 23,50 1,48 3,50 5,49
20 7,51 9,53 11,48 13,50 15,48 17,50 19,49 21,52 23,35 1,52 3,54 5,53
21 7,55 9,57 11,52 13,54 15,52 17,54 19,53 21,56 23,58 1,56 3,58 5,57
22 7,59 10,01 11,55 13,58 15,56 17,58 19,57 22,00 0,02 2,00 4,02 6,01
23 8,03 10,05 11,58 14,02 16,00 18,02 20,02 22,04 0,06 2,04 4,06 6,05
24 8,07 10,09 12,02 14,06 16,04 18,06 20,06 22,08 0,10 2,08 4,10 6,09
25 8,11 10,13 12,06 14,10 16,08 18,10 20,10 22,12 0,14 2,12 4,14 6,13
26 8,15 10,17 12,10 14,14 16,12 18,14 20,14 22,16 0,18 2,16 4,18 6,17
27 8,19 10,21 12,14 14,18 16,16 18,18 20,18 22,20 0,23 2,20 4,22 6,21
28 8,23 10,25 12,18 14,22 16,20 18,22 20,22 22,24 0,26 2,24 4,26 6,24
29 8,26 10,29 12,22 14,26 16,24 18,26 20,26 22,27 0,30 2,28 4,30 6,28
30 8,30   12,26 14,29 16,28 18,30 20,30 22,31 0,34 2,32 4,34 6,32
31 8,34   12,30   16,32   20,33 22,55   2,36   6,36
 
Gio Ge Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic

 

TAVOLA DEGLI ASCENDENTI

Dalle   00.35   alle    03.17

LEONE

Dalle   03.18    alle    06.00

VERGINE

Dalle   06.00   alle    08.43

BILANCIA

Dalle   08.44   alle    11.25

SCORPIONE

Dalle   11.26    alle    13.53

SAGITTARIO

Dalle   13.54    alle   15.43

CAPRICORNO

Dalle   15.44    alle   17.00

AQUARIO

Dalle   17.01     alle   18.00

PESCI

Dalle   18.01     alle   18.59

ARIETE

Dalle   19.00    alle   20.07

TORO

Dalle   20.18    alle   22.08

GEMELLI

Dalle   22.09    alle   00.34

CANCRO

Il rapporto tra i simboli astrologici, la conoscenza e la non violenza.

Astrologia scienza simbolica, che evoca il divino e induce all’ armonia. Ma anche antica arte della conoscenza. Conoscenza di noi che ci fa prendere coscienza della nostra unicità e delle nostre capacità e ci fa comprendere e rispettare la diversità. E’ la diversità che crea l’ armonia nell’ universo. Tante individualità, ognuna con una propria funzione, ma collegate tra loro per il raggiungimento di un unico fine.

In mezzo, davanti e intorno al trono vi sono
qattro esseri viventi pieni di occhi davanti e
dietro; il primo di essi è simile ad un leone, il
secondo è simile ad un toro, il terzo ha il volto di
un uomo ed il quarto è simile ad un’ aquila che vola.

Apocalisse, 4: 6 – 7

ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ

 

Dal 21 Marzo al 21 Aprile circa

– Inizio primavera –

Dal grado 0 al grado 30 dello Zodiaco

E’ ARIETE – Militante infaticabile

E’ il primo segno dell’ anno zodiacale ed ha inizio il 21 Marzo e non il 1° Gennaio.

E’ il primo segno della primavera e il primo di fuoco ( Caldo e secco, iniziale ed esaltato ), maschile e cardinale ( Corrisponde             all’ equinozio della primavera ).

Qui il pianeta Marte ( Principio attivo ed energia nascente ) è in domicilio, il Luminare Sole ( Principio vitale ) è in esaltazione, il pianeta Venere ( Sensibilità ed equilibrio ), è in esilio e, il pianeta Saturno ( Autodisciplina ed inibizione ) è in caduta.

All’ equinozio di primavera dopo la festa della Pasqua l’ onda spirituale risale verso il cielo.

In questo periodo il Sole attraversa l’ Equatore da nord a sud e nasce di nuovo.

Assieme alla natura si sprigiona con la forza dell’ energia primordiale. La Vita esplode per irradiarsi in ogni direzione ma senza un ordine.  Questo è il senso del primo segno. Ogni cosa è percorsa dalla linfa Vitale che inizia a scorrere; tutto si rinnova e si definisce. Nel segno dell’ Ariete inizia la primavera, la natura si risveglia e tutto si apre al nuovo ciclo Vitale che inizia e quindi è il trionfo di una Vita che nasce; è la prima spinta vigorosa, il segno di una stagione dall’ inizio gagliardo.

Soffio di Fuoco e della Forza impulsiva che anima l’ intera materia e le comunica la vita. L’ Ariete sgorgante dell’ assoluto, segna lo schiudersi del germe, l’ Anima del Verbo Creatore, che penetra nella materia generando un nuovo ciclo della vita manifestata e rianima l’ Universo per la nascita clamorosa della primavera. Segno dell’ anima eternamente giovane, pioniere delle grandi realizzazioni; è il capo, l’ iniziatore intrepido e conquistatore, pieno di coraggio e di forza che vive sempre ”  Avanti  ” per apportare all’ umanità un impulso nuovo verso un ideale di perfezione.

GENERALITA’. Segno di Fuoco ( Caldo e secco ), cardinale, diurno, di breve ascensione, di comando o positivo, maschile, settentrionale. Apporta veemenza nel vizio, nella lussuria, nella collera. Domicilio di Marte, esaltazione del Sole, esilio di Venere, caduta di Saturno. Il Sole attraverso questo Segno dal 21 marzo al 21 aprile.

CORRISPONDENZE ANATOMICHE E PATOLOGICHE. L’ Ariete governa la testa, gli organi che vi si trovano, e in conseguenza predispone a tutte le malattie che vi si ricollegano: emicranie, mal di denti, disturbi oculari e auricolari, talvolta congestione cerebrale. Il segno predispone inoltre a febbri di diversa origine. Costituzione robusta, ma rischio d’ esaurimento per sforzi eccessivi o imprudenze.

IL TUO PECCATO CAPITALE: Ira. Sei un tipo infiammabile e basta la minima provocazione per dar fuoco la miccia. Per fortuna le tue collere hanno sempre vita breve e come la rabbia ti monta la testa, altrettanto in fretta se ne va, e tu resti a domandarti perchè mai prendersela tanto.

COME TRASFORMARLO. Prendi a pugni un cuscino e immagina di combattere il tuo nemico interiore: difetto, un timore o una cattiva abitudine.

LA COMPENSAZIONE. Compensi la tua infiammabilità con l’ entusiasmo, la rapidità decisionale e il coraggio di metterti in gioco. Sei dinamico/a, attivo/a e, con un pò di buona volontà, riesci a dirigere il tuo ” Furore ” su di un terreno meno bellicoso.

I SECONDARI: superbia, gola. Hai la sindrome del capo, ti arroghi il diritto di  guidare gli altri indirizzandoli nella direzione che preferisci. Non sopporti di essere contraddetto/a, credi solo in te stesso/a e non permetti a nessuno di intralciarti o rallentarti il passo. Inoltre piuttosto goloso/a, non tanto di caramelle ma di emozioni, iniziative, successi . . . insomma di vita.

COSA TI STUZZICA. Ogni genere di provocazione o di intralcio e il tentativo di soffiarti il ruolo.

PROFESSIONI orientative. Atleta – Scultore – Regista – Attore – Chirurgo – Politico – Scianziato – Macellaio – etc.

L’ AIUTO MAGICO. Una gemma azzurra, come lo zaffiro, per un effetto calmante sui tuoi bollori. Azzurro anche per indumenti e accessori. Profumo di glicine o lavanda.

COME ESSERE VINCENTE

Quando vuoi sedurre: Fleurs de Rocaille di Caron – Ysatis di Givenchy

Per avere successo nel lavoro: Diorissimo di Christian Dior – Armani –  Joy di Jean Patou – Chloè di Lagerfeld – Azzaro 9 – Miss Dior – Gianni Versace

Per brillare in società: Le Dix di Balenciaga – N. 5 di Chanel – White Linen di Estèe Lauder . Diva di Ungaro

 

ARIETE

Arriva il primo raggio e la natura nasce di nuovo; una nuova Vita e una nuova energia scorrono con irresistibile forza. E’ la forza dell’ energia primordiale: nelle arterie e nelle vene di tutte le cose viventi, inizia a scorrere inspirandole, e infondendo una nuova speranza e una nuova Vita, tutto si rinnova e si ridefinisce.

Le greggi danno alla luce i loro piccoli nel periodo in cui il Sole occupa questo segno, l’ Ariete o l’ Agnello. Nel suo aspetto simbolico il primo segno rappresenta il sacrificio.

Le popolazioni pastorali sono solite festeggiare la festa della Pasqua ( Festa mobile calcolata dalla posizione del Sole e della Luna ) portando sulle loro tavole un Ariete o un Agnello. Nel suo aspetto simbolico il primo segno rappresenta il sacrificio.

Man mano che la durata del giorno aumenta, l’ apparizione della luce ha per effetto di anticipare il ciclo d’ attività degli animali diurni e di ritardare quello degli animali notturni. Cosi in primavera, con l’ allungamento progressivo del periodo di luce e l’ aumento d’ intensità luminosa, gli animali notturni si svegliano sempre più tardi, mentre gli animali diurni entrano in attività sempre più presto al mattino.

Il Sole dopo aver incrociato e superato l’ equinozio di primavera, sale ogni giorno un poi più in alto sull’ orizzonte. Le giornate si allungano, la temperatura aumenta e l’ elemento fuoco, che corrisponde all’ Ariete, rivela la sua natura espansiva e benefica che mette in moto la vegetazione. E’ il fuoco che cresce, che salendo dalla radice consente allo stelo di uscire dalla Terra, alle gemme di schiudersi, all’ erba di inverdire, ai fiori di sbocciare, ai germogli di ingrossarsi e di aprirsi; cantano gli uccelli, è la grande stagione della nascita, il risveglio di tutta la natura e lo scioglimento dei ghiacciai. Una grande forza cosmica esplode per irradiarsi in ogni direzione, ma senza un ordine preciso; forza e un grande fuoco Arietedanno ondate di linfa a milioni di gemme e germogli che si aprono faticosamente la strada nella Madre – Terra per giungere alla luce. Questo sbocciare della natura avviene con un dinamismo senza pari, progressivo e talora sorprendente, rapido. Ne siano o no consapevoli i beneficianti, questo flusso di energia sgorga pura e a sbalzi, è energia primaria che, rinvigorisce tutto ciò che ha Vita, anche la pianta risponde a ciò con una maggiore circolazione della linfa, facendo spuntare foglie e fiori mediante i quali questa ondata di Vita si esprime e si avventura verso un maggior grado di conoscenza.

La grande forza di volontà, di iniziativa e di violenza, di energia pura del pianeta Marte che in modo netto infonde Vita alla corrente sanguigna, che vivifica, purifica e stimola tutte le parti e gli organismi del corpo; associata alla creatività solare induce nei corpi e nella vegetazione un più rapido scorrere della linfa in questo grande risveglio cosmico. Il mito legato al primo segno dell’ anno zodiacale è: ” La cattura del cinghiale d’ Erimanto da parte di Ercole “. Nell’ Arcadia e  nell’ Elide non vi era più pace da quando era arrivato un tremendo verro che dilaniava qualunque cosa. Ercole lo rincorse per deserti, boschi, crepacci e anche nevai, ingaggiando una furibonda lotta, ma alla fine riuscii ad averla vinta e, dopo averlo imprigionato, lo uccise. Caricatoselo sulle possenti spalle lo riportò ad Euristeo, che per il terrore si nasconde in una botte. Il cinghiale identifica la forza bruta che è rappresentata dal pianeta Marte che nel segno dell’ Ariete è in domicilio.

Sul piano psicologico le persone appartenenti al primo segno o che nel loro ” grafico ” abbiano forti valori Ariete, sono intraprendenti, dinamici, entusiasti, sentono il bisogno di agire in fretta, di afferrare il bandolo della matassa e di guidare il gregge come fa l’ Ariete.

Nell’ affermazione ottenuta con ogni mezzo, le persone appartenenti a questo segno non guardano per il sottile, l’ impulsività proibisce loro ogni possibile meditazione.

Anche le tendenze impulsive e rapide, manifestate da questo segno inducono all’ azione, alla liberazione di energia come fonte di Vita verso ” nuove esperienze “, ma talora anche a colpi di testa.

I loro entusiasmi e le loro delusioni sono proverbiali. La loro natura li porta ad eccessi di ogni tipo: devono quindi controllare gli istinti, amministrare le loro energie e cautelarsi per evitare delusioni. Molti dei loro malintesi personali, delle loro difficoltà, derivano dalla loro tendenza impulsiva, della fretta e dell’ impazienza. Dovrebbero imparare ad essere più pazienti con sé stessi e con gli altri, e prima di agire dovrebbero vagliare attentamente le loro idee impulsive.

Perciò per simboleggiare il primo segno dello zodiaco, sotto l’ influenza di Marte ( Energia ) e del Sole ( Vita ), i primi ammiratori della volta celeste scelsero l’ Ariete o l’ Agnello; il pianeta Marte irradia un’ influenza acuta, intrepida, libera da tutto e da tutti. Nel corpo umano questo segno corrisponde alla testa, al sistema cerebrale, al quale si concentra l’ essenza della vitalità.

 

Riccardo FERRARI – rikferrari@gmail.com

VI ASPETTO QUI’

https://www.pensionatiitaliani.it/download/

*  *  *  *  *

Dal 21 aprile al 21 maggio, circa

– Metà primavera –

Dal grado 30 al grado 60 dello zodiaco

E’ TORO  –  Dolce godurioso/a

E’ il secondo segno zodiacale ed il secondo della primavera.

E’ il primo segno di Terra ( Fredda e secca, grassa e feconda ), femminile, fisso ( Indica il momento culminante della primavera ).

Qui il pianeta Venere ( Dea dei giardini ) ha il suo domicilio. Il Luminare Luna ( Fecondazione e forma ), è in esaltazione, il rosso pianeta Marte ( Aggressività ), è in esilio ed il pianeta Mercurio ( Agibilità e rapidità ), è in caduta.

Il segno del Toro corrisponde al periodo in cui la primavera esplode. Tutta la natura è impegnata a darsi una nuova Vita, gli alberi si ricoprono di foglie, il clima si fa più mite e l’ inverno sembra volersi pacificare per dare modo alla nuova linfa di fruttificare.

L’ aria diventa tiepida e la natura è in fiore. Il secondo segno zodiacale è quindi legato al fiorire e allo svilupparsi della Vita. Dopo l’ esplosione della fioritura primaverile, occorre che il grembo fertile della Terra trattenga i semi fino alla maturazione. Proprio nel concetto di fertilità si inserisce la sessualità taurina, forte ed istintiva, pero necessaria per partecipare alla vita sulla terra.

Segno della materializzazione delle forze genetatrici dell’ Universo, il Toro marca l’ azione del seme nel seno della Madre/Terra. E’ la sosTanza organica che circonda e nutre il grano, la potenza creatrice del mondo a nascere al profumo sconvolgente di un Universo in fiore i cui calici si aprono ai raggi del Sole affinchè si compia la fecondazione. Evoca anche tutto ciò che l’ amore comporta di poetico, di spontaneo e di idealista. Simboleggia il destino dell’ animo umano, che attraverso l’ ebrezza voluttuosa che la invade, riporterà dall’ esperienza sensuale le emozioni dell’ infinito.

GENERALITA’. Segno di Terra ( Freddo e secco ), fisso, notturno, di breve ascensione, obbediente o negetivo, femminile, primaverile. Domicilio notturno di enere, esaltazione della Luna, esilio di Marte. Il Sole attraversa questo segno tra il 21 aprile e il 21 maggio circa.

CORRISPONDENZE ANATOMICHE E PATOLOGICHE. Segno di Terra ( Freddo e secco ), fisso, notturno, di breve ascensione, obbediente o negativo, femminile, settentrionale di ascensione obliqua. Il collo, la gola, la nuca, bulbo rachidiano, il cervelletto. Predispone a tutti i mali concernenti le alte vie respiratorie e probabilmente anche a fastidi in relazione a sforzi esagerati o esagerazione alimentare o, ancora, eccessi nel bere. In genere costituzione robusta, forza fisica.

IL TUO PECCATO CAPITALE: Lussuria. La sensualità è il tuo piatto forte. Con tutto ciò che ti circonda, la natura, le persone, hai un impatto prevalentemente sensoriale. Ami il contatto fisico, usi volentieri la carezza e metti con entusiasmo tutti i tuoi sensi al sevizio dell’ eros, con qualche esagerazione in qualità ed entità.

COME TRASFORMARLO. Da una regola ai tuoi successi, trasformandoli quasi in un rito, immagina il carnevale, da gustare con intensità e pienezza ma limitandolo a un gioco e a un luogo preciso.

LA COMPENSAZIONE. Compensi le tue intemperanze con il senso estetico. Arte e bellezza sono la tua valvola di sfogo, dove gli istinti si sublimano e diventano più rarefatti.

I SECONDARI: accidia – Ira. Ti si definisce lavoratrice instancabile ma a modo tuo piuttosto pigra/o; sopratutto quando si tratta di cabiare schema, accettare novità o lasciarsi qualosa alle spalle. Dietro la facciata zuccherina, soffri di collere furiose. Incassi a lungo, rimuggini comprimi ma poi esplodi come una bomba.

COSA TI STUZZICA. Tutto quello che parla ai tuoi sensi, con un occhio di riguardo per i profumi dolci e fioriti e i sapori intensi.

PROFESSIONI orientative. Architetto – Scultore – Pittore – Artista – Cantante – Diplomatico – Insegnante – Agricoltore – etc.

L’ AIUTO MAGICO. Una collana di quarzo rosa o un anello di pietra verde.

COME ESSERE VINCENTE

Quando vuoi sedurre: Armani – Ysatis di Givenchy – Miss Dior di Christian Dior

Per avere successo nel lavoro: N. 5 di Chanel – Farouche di Nina Ricci – Opium di Yves Saint Laurent

Per brillare in società: Shalimar di Guerlain – Diva di Ungaro – Dioressence

Riccardo FERRARI – rikferrari@gmail.com

VI ASPETTO QUI’

https://www.pensionatiitaliani.it/download/

 

TORO

In questo periodo osserviamo lo sviluppo della vegetazione, periodo in cui la natura esplode, l’ aria diventa tiepida e la natura in fiore. Già per gli egizi Toro era il Bue Api: la rinascita annuale del mondo si aveva al ” Novilunio ” nel segno del Toro. La Terra, riscaldata per effetto del primo segno, liberato il soffio di Vita trattenuto durante l’ inverno permette alle particelle costituite, che forniranno poi alle piante gli elementi materiali necessari per maturare e per fissarsi ed irrobustirsi. Questa rapida crescita si effettua anche sotto la spinta di Selene ( Nel segno del Toro la Luna si trova in esaltazione ed è più potente ); ciò indica che la forma è assunta in posizione di potere. La Luna è la Madre della forma esterna e per tanto rappresenta ciò che foggia e forma.

Il segno del Toro nel suo aspetto simbolico rappresenta le forze creatrici in tutti i campi della natura. La Luna, regina del mondo vegetale, principio femminile, in questo segno è legata alla linfa Vitale, che sale ed aumenta in abbondanza. Linfa, rugiada di maggio = acqua di Vita, permette ai fiori di aprirsi e di chiudersi in accordo con i ritmi cosmici. La vegetazione si espande, le rose sbocciano, gli alberi si riempiono di foglie verdi, si aprono le uova e fuoriescono i nascituri, vibrano tutte le larve ed il clima è più mite. Il Toro è il simbolo scenario in cui si svolge quell’ affascinante coinvolgente trionfo della primavera che, impregna l’ aria d’ intensi profumi che eccitano i sensi e risvegliano gli istinti d’ amore di tutte le creature viventi.

E’ dunque intuitivo che il simbolo più appropriato di questa grande apparizione di procreazione e di fertilità della Grande – Madre, intesa come natura, ed il mondo dell’ istinto non poteva essere che il Toro o la Vacca, animale sacro, simbolo di fertilità matrice e nutrimento.

E’ in primavera con l’ aumento progressivo della luce che i testicoli e le ovaie si ingrossano, si dilatano di un 35 – 40 – 45 volte più del volume medio durante il resto dell’ anno, per restringersi poi dopo l’ accoppiamento.

Elemento essenziale per la sopravvivenza della Vita. Gli allevatori ben sanno che l’ azione della luce è il potente e universale fornitore di ritmi biologici, e agisce sull’ equilibrio del ciclo di riproduzione e perciò nei loro allevamenti lasciano la luce accesa.

Il mito legato al secondo segno dello zodiaco è: ” Il Toro dell’ isola di Creta ” che Posidone, dio dei mari aveva donato ai suoi abitanti. Qui Ercole non aveva il compito di ucciderlo ma soltanto di catturarlo, per essere consegnato vivo ad Euristeo, re di Tirinto ( o Micene ). Ercole il cui nome beffardamente significa la ” Gloria di Era “, lo avvolse in una rete trattandolo come se fosse un capretto, attraverso il mare e lo porto a Tarinto.

Nell’ economia primitiva i tori servivano per il trasporto di merci e per l’ aratro. Possedere bestiame è sempre stato fonte di ricchezza, e l’ animale Toro è anche segno di riproduzione e di fertilità della natura e della ” Madre – Terra “. Il segno del Toro è segno dell’ incentivo principale della Vita, segno di Terra grassa e feconda, di fertilità, di materializzazione e di nutrimento. E’ il segno dell’ amore, del sacrificio e dell’ istinto sessuale creativo ( per ottenere la continuità della Vita ). Questo segno è posto sotto l’ influsso del pianeta Venere che conferisce una voce calda e particolarmente bella e per la quale sono in sintonia la grazia, la bellezza, l’ armonia e l’ amore. Questo segno conferisce una costituzione sana e robusta ed un notevole sviluppo del sistema osseo e muscolare; l’ animale che lo simboleggia esprime il lavoro lento ma progressivo compiuto ininterrottamente, con pazienza e perseveranza. Le persone nate sotto il segno del Toro o nel momento in cui al loro primo vagito più pianeti si trovavano nel loro segno, imparano con una certa lentezza ma, ciò che hanno appreso una volta, è appreso per sempre; temono gli imprevisti e l’ imponderabile. Per questo le persone programmano tutto ciò che è possibile programmare. Sono inclini a prestare la massima attenzione a tutto ciò che fanno e raramente sfuggono loro dettagli che gli altri non hanno notato.

Desiderano amore, affetto, compagnia e soprattutto l’ interesse e l’ attenzione della persona che amano. Prediligono un eccessivo apporto di cibi grassi e dolciumi e sono pazzamente golosi. Ricordiamo che il segno del Toro è simbolo di cupidigia, di prepotenti desideri in tutti i suoi aspetti. Le persone appartenenti al secondo segno zodiacale hanno la tendenza a trattenere ciò che accumulano, più per una questione di prudenza che non di avarizia. Nel corpo umano questo segno corrisponde alla gola, al collo, alla nuca, alle trombe di Eustachio, alle vertebre cervicali, alla vista e alla tiroide. I migliori benefici li trovano nel ” Verde “, lontani dall’ aria inquinata, riempendosi i polmoni con profumi dell’ erba bagnata e del fieno tagliato. E se è vero che il verde fa begli occhi, che sono lo specchio dell’ anima, facciamone tesoro.

 

ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ

 

Riccardo FERRARI – rikferrari@gmail.com

VI ASPETTO QUI’

https://www.pensionatiitaliani.it/download/

 

Dal 22 maggio al 21 giugno circa

– Fine primavera –

Dal grado 60 al grado 90 dello zodiaco

E’ GEMELLI  -Inafferrabile volpone/a

E’ il terzo segno dello zodiaco e l’ ultimo della primavera.

E’ il primo segno d’ aria ( Calda e umida, altera e tempestosa ), maschile e mobile ( Indica il cambiamento di stagione ).

Qui il pianeta Mercurio ( Messaggero divino, rapidità, influsso agitante e movimento perpetuo ) è in domicilio, il pianeta Plutone ( Creatività ) è in esaltazione, il pianeta Giove ( Crescita e riproduzione ) in caduta ed il pianeta Nettuno ( Spirito tirannico ) è in esilio.

Il terzo segno zodiacale è un segno di transizione che conclude la primavera.

In questo periodo la terra emana delle sostanze gassose; si tratta di gas che per lungo tempo sono rimasti imprigionati nel suolo, e che ora fuoriescono incuranti della destinazione che possono avere. Questa fase rappresenta il passaggio dalla primavera all’ estate. La natura è impegnata a portare a termine la prima maturazione, il clima incomincia a diventare più caldo. L’ estate si fa sentire anche se non ancora con decisione. Comunque sia la prima maturazione ed il calore estivo si riflettono emblematicamente nel segno dei Gemelli.

Principio di tutte le nascite nello spazio e nel tempo, i Gemelli, Segno del Verbo manifestato dalla presa di coscienza dell’ intelligenza  sulla maniera indicano la qualità cosmica che si oppone e si completa tra la luce spirituale e saggezza discriminante e l’ energia che si traduce in atto attraverso la forza esecutiva. Procedendo alla prima analisi del Sè, questo segno di contatti dello Sprito e dell’ energia fluidica è mobile, avido di sapere e di emozioni senza tregua rinnovellate, che vola su e giù senza aver niente da perdere, si da e si ritira in un combattimento senza eslusine. I Gemelli simboleggiano l’ ascensione dell’ anima umana verso l’ immortalità attraverso la conoscenza divina.

GENERALITA’. Segno d’ Aria ( Caldo e umido ), doppio o comune, diurno, di breve ascensione, di comando o positivo, maschile, di vitalità, di bellezza, di taglia grande e smilza, di spirito e di coscienza, di bello spirito, di eloquenza, di tendenze musicali. Domicilio diurno di Mercurio, esilio di Giove. Il Sole attraversa questo Segno tra il 21 maggio e il 21 giugno, circa.

CORRISPONDENZE ANATOMICHE E PATOLOGICHE. L’ apparato respiratorio ( Bronchi e polmoni ), spalle, braccia e mani. Malattie delle vie respiratorie ( Bronchite, asma, enfisema, tubercolosi ), astenia psico – nervosa.

IL TUO PECCATO CAPITALE: avarizia. Non sei avata/o nel senso letterale, della moneta ma lo sei, più sottilmente, di te stessa, delle emozioni, dei sentimenti profondi. Hai paura di coinvolgerti e, per questo, voli leggera e volubile attorno a cose e persone senza lasciarti afferrari. In definitiva, troppa mente e troppo poco cuore, alla resa dei conti, raffredda le tue temperature.

COME TRASFORMARLO. Imparando con l’ esercizio costante a focalizzare i tuoi obbiettivi, sacrificando il superflui a favore dell’ esenziale. La tua versalità ti tornerà comunque utile per adattarti ad ogni situazione.

LA COMPENSAZIONE. Il tuo brio, la impatia e l’ atteggiamento disinvolto e giocoso maschgerano efficacemente tutte le tue remore sentimentli. Riesci sepre a sembrare più socievole e dispnibile di quanto non sia in realtà.

IL SECONDARIO: gola. Anche in fatto di golosità, non ti attieni alla linea classica. Più che di pasticcini ( Davanti al piatto sei perfino smorfiosa ), sei golosa/o di cultura, di esperienza, di diverrimento, al punto di lasciare in disparte i tuoi doveri.

Cosa ti stuzzica. Praticamente ti stuzzica tutto: le novità , le esperienze, i racconti, la gente, il mondo intero. A patto che nulla e nessuno ti domandi di fermaryi e di mettere le radici.

PROFESSIONI orientative. Giornalista – Insegnante – Scrittore – Editore – Pubblicitario – Commerciante – Presentatore – Showgirl – etc.

L’ aiuto magico. Un quarzo citrino che aggiunge un tocco di calore alla tua vulcanica versatilità.

COME ESSERE VINCENTE

Quando vuoi sedurre: Fleurs de Rocaille di Caron – Opium di Yves Saint Laurent –

Per avere successo nel lavoro: Le Dix di Balenciaga – Farouche di Nina Ricci – Coco di Chanel – Shalimar di Guerlain –

Per brillare in società: Diorissimo di Christian Dior – White Linen di Estèe Lauder – Chloè di Lagerfeld – Shalimar di Guerlain

 

Riccardo FERRARI – rikferrari@gmail.com

VI ASPETTI-amo QUI’

Il notiziario curato da Riccardo FERRARI e ANGELA ROSI 

Portavoce di pensionatiitaliani e Il Simpatizzante   

https://www.pensionatiitaliani.it/download/

 

GEMELLI

Il segno dei Gemelli, stagionalmente corrisponde alla fine della primavera: il 21 di Giugno avviene il passaggio dalla primavera all’ estate. Dalla lunga gestazione della natura, la grande Dea – Madre che aveva cominciato a risvegliarsi e a germinare nei suoi segni precedenti, ora giungano al terzo segno dei Gemelli, dove inizia una prima emissione di energia strutturata: è in questo periodo che l’ estate si fa sentire anche se non ancora con decisione; il clima comincia a diventare più caldo, in Giugno, infatti, inizia la prima mutazione, anche se i frutti sono ancora un po’ acerbi e aspri, proprio come piacciono agli appartenenti a questo segno e a chi ha, nel suo grafico natale, forte influenze dei Gemelli.

La nostra attenzione va rivolta anche all’ elemento aria ” calda e umida ” e ” tempestosa “, che evoca l’ aria fisica e la respirazione. E’ sotto questo segno, in questo periodo dell’ anno, che le foglie sono più verdi e anche più vive, la fotosintesi clorofilliana ora si compie con intensità mentre sotto il doppio influsso dualistico del terzo segno zodiacale avviene la fecondazione dei fiori che scompaiono rapidamente per diventare frutti.

Nel corso di questo ultimo mese della primavera, il Sole nella sua corsa verso lo Zenit continua ad alzarsi sull’ orizzonte e le giornate si avvicinano alla durata massima della luce. Per analogia la vegetazione e le pinte raggiungono la loro massima lunghezza e il Sole agisce sui punti terminali, fiori e frutti. E’ un periodo in cui il ritmo stagionale accelera la sua crescita, tutto ciò che sulla Terra è soggetto al Macrocosmo ora accresce il suo ritmo, si diffonde proprio come se avesse le ali ai piedi, come aveva le ali ai calzari il Messaggero degli Dei che nel segno dei Gemelli si trova a proprio agio. La stagione ora avanza a passi più veloci. La prima maturazione e il calore estivo che inizia a farsi sentire si riflettono emblematicamente nel temperamento dei figli di Castore e Polluce.

In questa esperienza, è facile riconoscere una profonda affinità con la struttura fisiologica di chi appartiene al segno dei Gemelli. Il segno dei Gemelli è centrato sul sistema nervoso che trasmette energia a tutto il corpo e sugli organi doppi della crescita, cioè i polmoni, che con il loro ritmico espandersi e contrarsi captano quanto più è possibile: l’ aria e l’ ossigeno necessari alla respirazione, alla circolazione e alla Vita. Non dobbiamo dimenticare che questo è il segno che appartiene all’ elemento aria.

Oltre al mito greco dei due gemelli, Castore e Polluce, figli di Giove e di Leda, vi è un altro mito nei misteri dei nostri progenitori che sicuramente ci fa capire perché il terzo segno si dice sia doppio: esso è presentato come un ragazzo e una ragazza, il bambino ha sempre due sessi possibili. Alla costruzione del tempio di Salomone parteciparono i figli di Caino e i figli di Abele. I primi appartenendo all’ elemento fuoco portarono avanti un ideale maschile, furono muratori e fabbri. Il loro ideale era personificato in Hiram Habiff, gran maestro degli operai del tempio che era l’ artefice del tempio I figli di Abele appartenevano invece all’ elemento acqua e portavano avanti un ideale femminile raffigurato dalla Vergine Maria; furono preti e governarono i popoli in virtù dell’ acqua santa posta all’ ingresso dei templi. Nel terzo segno dello zodiaco sono associate le due forze, il maschile e il femminile, lo ying e lo yang, il bene e il male, insomma tutto ciò che è dualità. Ecco perché il segno dei Gemelli è detto doppio ed androgino, ne maschile né femminile.

Le persone appartenenti a questo segno o che nel loro grafico hanno presenti più pianeti nel terzo segno, sono i più irrequieti, sono in continuo movimento, sia fisico che intellettuale. Mobilità e rapidità sono altre caratteristiche psicologiche dei Gemelli.

Mobilita mentale, motoria e verbale che deriva dal bisogno di un intenso cambiamento che obbedisce ad una attenzione vivissima che si sposta da un oggetto all’altro. Ad un cosi perpetuo movimento ne consegue un notevole dispendio di energie nervose che hanno quindi la necessita di essere perennemente reintegrate; sonno e riposo possono essere di grande aiuto.

Nel corpo umano questo segno corrisponde alle braccia, alle gambe, alle spalle, mani, ai polmoni ( Tutti organi doppi e motori ) e al sistema nervoso. Tute ciò significa che in linea di massima occorre fare una dieta a base di proteine in grado di alimentare tutto il sistema nervoso. Nonché praticare dello sport, frequentare gente e viaggiare sono necessari e curativi, quanto lo è l’ aria che si respira. I tipi appartenenti al segno dei Gemelli non riescono infatti a restare fermi, immobili, ma hanno bisogno di muoversi continuamente.

Diversamente avrebbero delle ripercussioni negative sulla loro salute psicofisica.

 

ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ

Riccardo FERRARI – rikferrari@gmail.com

VI ASPETTO QUI’

https://www.pensionatiitaliani.it/download/

Dal 22 giugno al 22 luglio circa

– Inizio estate –

Dal grado 90 al grado 120 dello Zodiaco

E’ CANCRO  – Dormiglione/a trasognato/a

E’ il quarto segno dello Zodiaco, il primo dell’ Estate ed il primo d’ Acqua ( Fredda e umida, profonda e limpida, femminile e cardinale ).  ( Corrisponde al Solstizio dell’ estate ).

Qui il luminare Luna ( Cambiamento ) è in domicilio, il pianeta Venere (affettività ed armonia) è in esaltazione il pianeta Saturno ( Restrizione ) e Urano ( Libertà. Indipendenza ) sono in esilio ed il pianeta Marte ( Audacia e coraggio, è in caduta ).

Al solstizio dell’ estate le attività fisiche della natura sono al loro apogeo; al mezzogiorno, solare umano, allo Zenit, si entra nella grande stagione di tutte le fecondazioni e concezioni.

Il quarto segno zodiacale annuncia l’ estate. Dopo il 21 di giugno le giornate sono più lunghe e le notti più brevi e tiepide.  Il clima si stabilizza, comincia il grande caldo. Nei campi le mesi sono mature, le foglie sono cresciute e la vegetazione giunge al massimo rigoglio.

La natura e le forze generatrici materne e la concentrazione – gestazione porta la maturazione al suo massimo compimento, è, infatti, il tempo del raccolto; il Sole estivo che scalda l’ atmosfera, la tematica naturale si riflette simbolicamente nel segno zodiacale del Cancro.

Segno della gestazione cosmica dell’ anima che si prepara ad incarnarsi nella coscienza umana,  il Cancro simboleggianon  l’ Acqua verginale, l’ Acqua Madre dell’ Uovo del Mondo. Governato dalla Luna le cui quattro fasi si succedono perpetuamente nel tempo, sottolinea i cicli dell’ eterno ritorno: concepimento – formazione della cellulaincarnazione dello spirito – nascita e morte. Segno dell’ inconscio, del sogno della Poesia, simboleggia l’ intera nostalgia della prima infanzia, e del dono unico e non sostituibile dell’ amore materno. Delicato e sensibile, immaginativo e sognatore, ricco di fantasia, capriccioso, che vive in un mondo dove l’ anima evade alla ricerca della felicità perduta, il Cancro vive in un meraviglioso che la realtà non potrà mai distruggere.

GENERALITA’. Segno d’ Acqua ( Freddo ed  umido ), cardinale, notturno, di lunga ascensione, obbediente o negativo, femminile, estivo, segno di comando, porta veemenza nel vizio; domicilio della Luna, esilio di Saturno, esaltazione di Giove, caduta di Marte. Il Sole attraversa questo Segno al 22 giugno al 22 luglio circa.

CORRISPONDENZE ANATOMICHE E PATOLOGICHE. L’ apparato digestivo e tutte le malattie che vi si ricollegano: dilatazione e ptosi dello stomaco, dispepsia, gastralgia, atonia dello stomaco, ipo e ipercloridria, ulcera, etc. D’ altro canto, questo Segno non sembra senza influenza sui disturbi polmonari e molti autori gli attribuiscono anche un’ influenza sul petto nel suo insieme. Per via dell’ influenza della Luna, questo Segno, secondo certe statistiche, non sembra favorevole alla longevità.

IL TUO PECCATO CAPITALE: Accidia. Accidia sta per pigrizia : prendere l’ iniziativa ti fa paura e, tra una fantasticheria e un sogno, preferisci crogiolarti, sperando che la sveglia si rompa. Perchè darsi da fare e magari rischiare grosso, se al poato tuo si può impegnare qualcun altro?

COME TRASFORMARLO. Ginseng, doccia quasi fredda e una bella corsa nel parco. O più semplicemente, ogni volta che ti coglie la pigrizia, massaggiati guance ed orecchie, tirati le dita e picchiettati gli arti.

LA COMPENSAZIONE. L’ altennativa alla mancanza di iniziativa è la fantasia. Se l’ azione è intralciata, il pensiero creativo, in compenso, va a mille. Oltre a ciò sei tenera/o, gentile, comprensiva/o, arrendevole: un tesoro di ragazza/o con il cuore di latte e miele.

IL SECONDARIO: gola.Hai il pallino dell’ alimentazione e il cibo è il tuo canale preferito per esprimere amore, sia verso gli altri che per te stessa/o. Ti basta sentirti un pò giù per ricorrere ad un budino consolatorio o alla compensazione garantita soltanto da un’ enorme coppa di gelato.

Cosa ti stuzzica. I profumi, i colori, le emozioni del cuore e le seduzioni della tavola e della natura ti fanno perdere il senso del dovere e della realtà.

PROFESSIONI orientative. Architetto – Cuoco – Agente immobiliare – Psicologo – Direttore d’ albergo – Nuotatore – etc. 

L’ aiuto magico. Uno zircone arancione, un rubino o un opale di uoco che restituisca la carica che ti manca.

COME ESSERE VINCENTE

Quando vuoi sedurre: N. 5 di Chanel – Coureèges in blue – Femme di Rochas

Per avere successo nel lavoro: Armani – Azzarro 9 – Farouche di Nina Ricci – Miss Dior – Opium di Yves Saint Laurent

Per brillare in società: Shalimar di Guerlain – Coco di Chanel

CANCRO

Al 21 di giugno entriamo nel quarto raggio e ci troviamo al culmine del Solstizio d’ Estate, stagione durante la quale la manifestazione fisica raggiunge l’ apice. Nel Solstizio dell’ Estate, quando il Sole compie il suo percorso più lungo, dopo aver superato la ” porta degli uomini ” dovrà tornare ad un alto stato di manifestazione. Le piante raggiungono in generale le loro dimensioni definitive; acquistano una consistenza maggiore, mente i frutti sotto la spinta della linfa Vitale che sale verso l’ alto e che cresce in continuazione come spinta da un invisibile turbina straordinariamente perfetta, s’ irrobustiscono. Nel primo segno dell’ Estate la pianta si stabilizza. E’ un periodo in cui la Madre – Terra dona i suoi migliori frutti all’ uomo rappresenta la LunaLinfa che nutre i suoi figli. Essa governa il quarto segno dello Zodiaco, è in rapporto stretto con il seno della madre che allatta e nutre i suoi figli, la Luna come regola il livello delle acque, cosi regola pertanto il grembo materno della Terra. Questo segno d’ Acqua profonda, sorgiva, in piena azione è posto sotto l’ influsso della Luna ” Specchio del Sole “; ci presenta la vegetazione nel suo massimo rigoglio, è il trionfo delle forze rigeneratrici, terrestre, materne; è la concentrazione, la gestazione.

Osservando i rampicanti e le piante molto alte che si proiettano verso il cielo, verso la luce, mentre la linfa della scorza e del legno si gonfia e permea tutte le porosità.

Viene naturale domandarsi perché questo fenomeno non obbedisca alla legge di gravità. Infatti, le reazioni delle piante, si producono secondo un ritmo innato di ricettività alla luce. I popoli dell’ antichità erano ben consci del fatto che la crescita e lo sviluppo dei vegetali e, in buona parte, anche nell’essere umano, dipendevano dalla grande sorgente di luce e calore che scende dal cielo.

Come il mollusco vive all’ interno della conchiglia, cosi il crostaceo ( Cancro ) protetto dalla dura corazza, vive in acqua racchiuso e schivo, nascondendosi sotto un sasso sul fondo di un ruscello; pertanto le persone appartenenti a questo segno hanno una natura passiva, possiedono più inerzia che volontà propria. Sono timidi e riservati, privi di apparente volontà, ma testardi, resistenti e tenaci. Il Cancro o granchio avanza procedendo a ritroso, anche chi appartiene a questo segno o che al momento del primo vagito, aveva più pianeti in questo segno zodiacale, ama sognare ad occhi aperti sul passato ed in certi momenti gioisce nello sbrigliare tutta la sua fantasia. E buona cosa che impari a tenere controllata questa sua tendenza.

Il mito legato al quarto segno è il Gigante Gerione e i suoi buoi. Gerione, Re delle Baleari era un mostruoso gigante poiché era dotato di tre forme corporee dall’ addome in su. Trova la sua forza da un armamento di mastodontici rossi buoi. Gerione sfamava questi animali con carne umana, la loro custodia era affidata ad un drago dalle sette teste e ad un cane bicipite. Ercole giunto a Gades ( stretto di Gibilterra ) pianto sulle sponde una colonna in segno del proprio passaggio, quei due termini furono chiamate le colonne di Ercole. Fu in questa occasione che Ercole uccise Gerione, e si impossessò dei suoi buoi, riprese il mare e costeggiando la Gallia, l’ Italia e l’ Iliria, consegno i rossi buoi al cugino Euristeo. Questa fu la decima fatica di Ercole.

I Cancerini sono molto legati al problema nutrizionale: grazie ad esso il ciclo Vitale ancora latente nell’ inconscio ed in fase primordiale può incominciare a strutturarsi. Questa elaborazione avrà luogo nello stomaco, organo che nel processo assimilativo dell’ organismo può considerarsi un’ autentica ” Porta ” da cui le sostanze nutritive devono passare per trasformarsi in ” Energia ” = Vita. Trova così una probabile spiegazione la frequente tendenza dei Cancerini ai disturbi digestivi. La loro vulnerabilità che è causa di tensione, non si sfoga quasi mai all’ esterno, può somatizzare facilmente, lì dove sta il punto vulnerabile, cioè lo stomaco; difficoltà, inquietudine, emotività, problemi vari ed ansie possono tradursi in forme gastriche che in questo caso sarà assolutamente necessario tenere sotto controllo per evitare che peggiorando si possano trasformare in ulcere. La Luna Regina della nottein questo segno si trova nel suo domicilio. Il suo magnetismo, come influisce sulla vegetazione e sulle marre, comprese quelle biologiche, è causa dei loro malumori. Per il suo veloce corso, il passo giornaliero della Luna è di circa – 14 gradi -: questo fa si che possano diventare all’ improvviso depressi, e subito dopo radiosi e felici, con una vulnerabilità e un morale che varia facilmente. E’ buona cosa che dormano da soli per evitare di essere devitalizzati.

La cucina è il loro punto debole, sono ottimi cuochi ma anche buongustai ed il loro stomaco non sempre è d’ accordo. Stare all’ aria aperta, vicino all’ acqua o su di essa, e prendere tanto Sole può giovare alla loro psiche, difendendoli dalla vulnerabilità tutta loro.

Nel corpo umano il segno del Cancro corrisponde al petto, stomaco, alle ovaie ed all’ apparato digerente.

Riccardo FERRARI – rikferrari@gmail.com

VI ASPETTI-amo QUI’

Il notiziario curato da Riccardo FERRARI e ANGELA ROSI  

Portavoce di pensionatiitaliani e Il Simpatizzante 

   https://www.pensionatiitaliani.it/download/

 

ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ

Dal 23 luglio al 22 agosto circa

– Metà estate –

Dal grado 120 al grado 150 dello Zodiaco

E’ LEONE  – Tiranna/o Sdegnosa/o

E’ il quinto segno dello zodiaco e il secondo dell’ Estate e di fuoco ( Caldo e secco che scalda e brucia ), è maschile e fisso ( Indica il momento culminante dell’ Estate ).

Qui il luminare Sole ( Esteriorità, Dio della luce ) ha il suo domicilio, il pianeta Saturno ( Avarizia, pessimismo ), e Urano ( Separazione, castrazione ) sono in esilio e il pianeta Nettuno ( Flessibilità, metamorfosi ) è in caduta.

I caldi e potenti raggi del Sole inondano la terra durante la stagione dell’ estate culminante, la natura si esprime con tutta la sua potenza; caratteristiche queste che si riflettono a pieno nel carattere estroverso dei nativi del Leone, il simbolo è proprio il Re degli animali.

Lo sbocciare pieno dell’ estate, il grande caldo bruciante ed asciutto, caratterizza il clima.

Il mese presieduto dal Leone è il mese della Canicola, cioè della stella del Cane – inalazione.

Le piogge si diradano. Nei campi tutto viene a maturazione. E’ il momento del grande raccolto. La notte è calda e stellata e tutto sembra voler riposare nella quiete delle lunghe sieste.

Segno dell’ energia trasmutatrice il Leone segna il punto culminante del compimento dell’ evoluzione cosmica. Simboleggia il Principio manifestato come creatore e redentore dell’ Universo. La tappa in cui l’ anima umana è pervenuta alla sua perfezione attraverso l’ incarnazione del Verbo nella coscienza individuale. In tutte le religioni dell’ antichità Dio è stato rappresentato come il Sole, portatore della Luce Fuoco spirituale, sorgente vitale e creatrice di ogni vita. L’ orgoglio e la forza dovranno essere domati perché l’ umo divenga immagine di Dio e pervenga alla perfezione per ritornare al Principio di cui egli emana.

GENERALITA’. Segno di Fuoco ( Caldo e secco ), fisso, diurno, di lunga ascensione, di comandi o positivo, maschile. Domicilio del Sole, esilio di Saturno. Il Sole attraversa questo Segno tra il 23 luglio e il 23 agosto circa.

CORRISPONDENZE ANATOMICHE E PATOLOGICHE. Il cuore, il dorso, e le malatte che vi si ricollegano; probabilmente anche una certa influenza slla circolazione del sangue in generale. tendenza alle febbri e infiammazione, poittosto che alle malattie atoniche. Costituzione molto robusta. Segno propizio alla longevità, recupero molto rapido.

IL TUO PECCATO CAPITALE:  superbia. Hai un alto concetto di te e non permetti a nessuno di dinenticarlo. Guai a non dimostrarti ammirazione o a trattarti senza il dovuto rispetto! Il guaio è che, a furia di guardarti allo specchio, perdi troppo facilmente di vista i valori e i talenti altrui. Considerandoti troppo perfetta, non trovi stimol per migliorarti.

COME TRASFORMARLO. Invece di prendertela se qualcuno è migliore di te, valuta in cosa potresti eccellere e punta le tue carte sui tuoi talenti.

LA COMPENSAZIONE. Sei geneosa/o, simpatica/o, solare e hai carisma da vendere. Con le tue doti puoi  ricoprire al megli un ruolo di leader, senza cadere in autoritarismo e orgoglio.

IL SECONDARIO: invidia. La logica conseguenza della tua ambizione è l’ invidia verso chi è migliore di te. Ma le tue crisi durano poco perchè generosità e il senso di giustizia spazzano via in fretta i cattivi sentimenti.

Cosa ti stuzzica. Le provocazioni, i paragoni e la sensazione di non essere adeguatamente valutato/a. vedere qualcun altro al posto tuo sotto la luce dei riflettori ti indispone.

L’ aiuto magico. Un topazio o un ciondolo di ambra, ma montato in argento.

PROFESSIONI orientative. Avvocato – Politico – Regista – Atleta – Coreografo – Antiquario – Attore – Ballerino – Insegnante – Scrittore – etc.

COME ESSERE VINCENTE

Quando vuoi sedurre: Courreèges in blue – White Linen di Estèe Lauder – Chloè di Lagereld – Azzaro 9

Per avere successo nel lavoro: Diorissimo di Christian Dior – Armani – Farouche di Nina Ricci – Gianni Versace

Per brillare in società: Opium di Yves Saint Laurent – Femme di Rochas – Covo di Chanel

LEONE

Siamo arrivati all’ apice dell’ estate, al momento di maggior potenza del Re degli astri, quando i raggi del Sole inondammo la Terra ed il calore poco a poco raggiunge il suo acme. Infatti quando il Sole attraversa il quinto segno dello zodiaco è il periodo più caldo dell’ estate.

E’ il cosiddetto solleone che con il suo fuoco intenso, matura i frutti nati dalla terra grazie agli umori di Iside, dea romano-egizia della Luna, colei che conosce i segreti della Vita, principio femminile e fonte magica di Vita.

Questo segno di fuoco, caldo e secco, che scalda, brucia e consuma, è diverso dal primo segno di fuoco ” Ariete “, che è fuoco iniziale, e con slancio istintivo e primario, con una forza viva e violenta da l’ avvio all’ inizio della primavera, questa luce regola la fioritura delle piante, la costruzione dei nidi di uccelli e lo spostamento dei pesci e degli insetti. Il fuoco dell’ Ariete è crescente e progressivo, mentre d’ estate è fiamma, è il periodo dei grandi caldi, il Sole è al massimo della sua potenza. E’ la stagione più calda dell’ anno. L’ aria scotta, brucia sulla nostra pelle e il solleone al tramonto sembra una palla di fuoco incandescente.

Noi sappiamo che il Sole è una componente essenziale della Vita: il quinto segno dello zodiaco associato al Sole principio maschile simboleggia il cuore dell’ – uomo zodiacale -, rappresenta cioè il centro del vortice della Vita ed è anche il  – Cuore –  del sistema circolatorio umano.

La sua presenza ci è talmente famigliare che su di esso ci soffermiamo raramente. Quando nel – cuore – dell’ estate le nuvole lo coprono, noi mediterranei siamo delusi e contrariati, ma se i suoi raggi dorati bruciano la nostra pelle penetrandola nei punti vitali ( Chakra ) del nostro corpo, siamo entusiasti e felici, perché ci permette di vedere, ci riscalda, ci asciuga, altera i colori e disinfetta gli abiti.

E’ il più grande dispensatore di Vita, esso dirige ” L’ orchestra della Vita “. Il Sole dopo aver raggiunto lo Zenit sembra quasi non voler più scendere ma dopo il ferragosto inizia piano inesorabilmente la sua caduta: Mitologicamente il quinto segno è presente nella caduta del ” Leone di Nemea ” da parte di Ercole.

Il leone di Nemea era invulnerabile. Non poteva essere ucciso con armi, ed Ercole riuscì ad annientarlo introducendosi nella sua tana e soffocandolo stringendo forte le mani attorno al suo collo.

Ercole con la pelle del leone, che era la forza invulnerabile, si fece una tunica che porto fino alla fine dei suoi giorni, e con la testa un elmo. Ciò simboleggia la forza umana ed il dominio dell’ istinto sulle forze terrene.

E’ nella notte di San Lorenzo ( 10 agosto ) che dal cielo cadono le stelle. Sembra che da lassù avvenga un bombardamento di brace simile a polvere d’ oro, un fuoco che avvampa, che è al massimo della sua potenza. Coloro i quali sono nati sotto il quinto segno o che al momento del taglio del cordone ombelicale avevano più pianeti in questa costellazione, non sopportano nessuna forma di costrizione. L’ assoluta indipendenza è la condizione indispensabile per la loro felicità. Sono facilmente eccitabili e rischiano con ciò di commettere atti di imprudenza che danno origine a conseguenze negative. Quando si sentono offesi diventano avversari spietati, inconciliabili nel loro desiderio di annientare il rivale e non trovano pace finché non ci riescono. Sono ambiziosi, hanno il dono particolare di interpretare le idee, con più acutezza degli altri e di non lasciarsi chiudere in un ristretto orizzonte di vedute. Attirano la simpatia degli altri, con la loro sensibilità in armonia con gli impulsi del – cuore – ed anche perché si dimostrano sempre fedeli ed onesti. La loro nota musicale è il ” Re ” cosi come il leone è il Re della foresta. Può capitare di incontrare anche dei Leoni orgogliosi, tirannici, dispotici e desiderosi di conseguire finalità materiali, vittime di una eccessiva ambizione che spesso procura loro delle sofferenze.

Come i pianeti ruotano intorno al ” Re Sole “, cosi gli animali hanno un innato senso di timore per il ” Re Leone “, potenza sovrana e reale, nobile e vitale, dominio di tutto ciò che vive. Le persone appartenenti a questo segno amano mettersi al centro dell’ attenzione e desiderano che gli altri ruotino intorno a loro, come se fossero loro sudditi. Il metallo di questo segno è l’ ” Aurum “, l’ oro.

Nella medicina ” alternativa ” è impiegato per i tipi ” sanguigni, competitivi “, per curare l’ angina pectoris e l’ ipertensione arteriale. Nel corpo umano, questo segno corrisponde alla cistifellea, al dorso, ed alla spina dorsale, al cuore ed all’ equilibrio dell’ apparato circolatorio. Attraverso i pori della pelle l’ energia positiva del Sole penetra nei punti Vitali del nostro corpo, rendendoci forza e Vitalità, vigoria e tenacia, quella carica necessaria ad affrontare quotidianamente le insidie della Vita.

 

ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ

Dal 22 agosto al 23 settembre circa

– Fine estate –

Dal grado 150 al grado 180 dello Zodiaco

E’ VERGINE  – Parsimoniosa/o  perfezionista

E’ il sesto segno dello Zodiaco e l’ ultimo dell’ Estate. Secondo segno di Terra ( Fredda, secca e arida ), femminile e mobile, indica il cambiamento di stagione ( Si conclude il secondo ciclo stagionale ).

Qui il pianeta Mercurio ( Logica, ragione ) è in domicilio.

Il pianeta Urano ( Altruismo e curiosità ) è in esaltazione, il pianeta Giove ( Espansione ) e Nettuno ( Divinità, fede e flessibilità ) sono in  esilio.

Inizia un nuovo ciclo stagionale. La natura ha dato il massimo di se nella stagione estiva, ora incomincia una fase più statica.

Si fa il bilancio dei raccolti. Queste caratteristiche naturali si trovano riflesse nel segno della Vergine.

Il sesto segno Zodiacale rappresenta l’ inizio del ciclo autunnale. Lo prepara e lo precede. I frutti sono maturi o vengono a maturazione. I giorni cominciano ad accorciarsi e compaiono le prime piogge accompagnate di temporali. E’ il momento del compimento del raccolto. Si fa il bilancio dell’ annata e ci si dispone ad iniziare un nuovo ciclo.

Ultimo segno dell’ estate la Vergine segna il termine dell’ evoluzione alla materia. Rappresenta nello Zodiaco Egizio con tre spighe di grano in mano, ella simboleggia la perpetuità della vita che muore per rinascere. Segno di inizio e di assimilazione, di analisi e di ricettività, Madre del Verbo che genera il pensiero creatore, segna la nascita della ragione umana, che apre la via verso le regioni superiori dello spirito. Ella è il legame tra lo spirito e la materia, tra l’ umano e il Divino, tra l’ uomo e l’ universo.

GENERALITA’. Segno di Terra ( Freddo e secco ), comune notturno, di lunga ascensione, settentrionale. Domicilio notturno di Mercurio, il suo luogo di esaltazione, esilio di Giove, caduta di Venere. Dopo la scoperta di Nettuno al quale si attribuiscono i Pesci, la Vergine sarebbe divenuta il suo esilio. Il Sole attraversa questo segno dal 24 agosto al 22 settembre circa.

CORRISPONDENZE ANATOMICHE E PATOLOGICHE. L’ intestino e per estensione tutta la regione addominale. Questo Segno esercita anche un’ influenza sul sistema nervoso. Tutte le malattie intestinali. Forte tendenza ad esagerare i disturbi e ad inquietarsi. Costituzione piuttosto delicata.

IL TUO PECCATO CAPITALE: avarizia. Più che avara/o sei economa/oe non soltanto riguardo al denaro. Tesaurzzi il tuo tempo, le energie, l’ erotismo e perfino i sentimenti, che riveli un pizzico alla volta, quasi facessi uno strip. Sei attaccata/o alle tue cose e privarti anche solo di un vecchio vestito è come tagliarti un pezzetto di cuore.

COME TRASFORMARLO. Tagliare sulle spese futili e sul dispendio immotivato di energia per focalizzarti su obiettivi importanti e ben selezionati

LA COMPENSAZIONE. Alla freddezza affettiva e al risparmio di mezzi ed energia, rimedi con tanta qualità: modestia, dedizione, senso del dovere.

IL SECONDARIO: invidia. Non sei invidiosa/o del potere ma della felicità, la disinvoltura, la sensualità, la comunicativa che non possiedi perchè te la neghi.

Cosa ti stuzzica. Il collezionismo, il bisogno di sicrezza, l’ amore per il dettaglio.

PROFESSIONI orientative. Farmacista – Ingegnere – Contabile – Chirurgo – Critico – Veterinario – Disegnatore – Attore – Parrucchiere – etc.

L’ aiuto magico. Un quarzo rosa che potenzi l’ affettività montato in oro, per aumentare generosità e altruismo.

COME ESSERE VINCENTE

Quando vuoi sedurre: Fleur de Rocaille di Caron – Diva di Ungaro 

Per avere successo nel lavoro: Farouche di Nina Ricci – N. 5 di Chanel – Diorissimo – Joe di Jean Patou

Per brillare in società: Le Dix di Balenciaga – Ysatis di Givenchhy – Vhloè di Lagerfeld – Coco di Chanel

 

VERGINE

Ora inizia una nuova fase, le foglie sono secche, bruciate a causa della siccità, e iniziano a cadere: la linfa, quindi, inizia il ciclo di ritorno. Quando la Luna ( acqua, fertilità e forma ) è nel segno della Vergine è in ” In caduta e calante “. Inizia la sua fase di ritorno, verso il Sole, come la linfa non sale più verso l’ alto ma ritorna al basso. Anche la Luna ( Immaginazione ) ritorna al Sole. Il segno della Vergine simboleggia la castità. Anticamente questo segno era raffigurato da una bella fanciulla con alcune spighe di grano tra e mani. Tale era Demetra, dea greco-romana, regina dell’ agricoltura e dei lavori nei campi.

Quando la società era contadina, erano le donne ad occuparsi dell’ agricoltura e di erboristeria. In questo periodo le messi sono già raccolte. La terra ha dato il massimo di sé durante la stagione estiva. Il sesto segno dello zodiaco rappresenta l’ inizio del ciclo autunnale; lo prepara e lo precede. Quest’ ultimo segno dell’ estate corrisponde soprattutto alla progressiva disidratazione della vegetazione che è raccolta, immagazzinata e conservata fino al prossimo raccolto. Il contadino sa bene che tutti i semi vanno raccolti con la Luna calante per ottenere una buona conservazione. Questo segno governa l’ intestino dell’ umanità, è molto importante, perché l’ intestino comprende una sezione vitale dell’ apparato digerente. La natura ora riposa e riflette prima di iniziare un nuovo ciclo riproduttivo, è un periodo di pausa, di critica analitica.

La Terra fredda secca – arida, ha esaurito tutte le sue risorse per nutrire le piante, e via via si è devitalizzata.  Questa Terra ora è sterile e senza valore. Ha la necessità di intraprendere un lungo viaggio di riposo e di venir alimentata perché si rigeneri nei mesi che verranno. La Terra è magra, non produce, ma in questo periodo si apre al ciclo, e la Madre Terra ricostruisce i suo Humus e preparandosi a ricevere i muovi semi quando giungerà l’ autunno, ci viene spontaneo domandarci il perché di questa denominazione misteriosa: la Vergine.

Se osserviamo il geroglifo che rappresenta, è lo stile gotico della lettera –m – che è in analogia con la Vergine cristiana Maria Madre di Gesù, e allo stesso tempo anche Vergine. E’ stata fecondata spiritualmente per dar vita al figlio di Dio, nascita che è stata annunciata da un grazioso Messaggero con i calzari alati e un perfetto corpo da narciso ( Mercurio messaggero degli Dei ). Ecco come spiegato il significato di fertilità, legato quindi a ciò che ci sta intorno, alle piccole cose; al possesso del proprio corpo ed al super – io – e non attraverso l’ accoppiamento umano. In questo segno è la ragione che domina; il segno della Vergine è un segno – Mercuriano -. E’ un periodo in cui ci si preoccupa della brutta stagione che verrà, quindi il verbo è: raccogli e metti da parte.

Quando il Sole incomincia a calare per il riposo invernale, l’ uomo può raccogliere i frutti e disporne la conservazione. Dopo di che brucerà le stoppie per compiere il rito della purificazione ( Pulire, fare ordine, conservazione, sono tutti valori della sesta casa = Vergine ).

E’ giunto il momento di mettere ordine, di organizzarsi perché ogni cosa sia al posto giusto. La Terra ha dato tutto quello che poteva dare ed ormai è sterile, e la formichina ( Segno della Vergine ) che non riposa mai, raccoglie, immagazzina e conserva per i tempi più duri.

Il mito legato a questo segno è: ” Il Cinto d’ Ippolita “. Ippolita regina delle amazzoni, possedeva un prezioso cinto. Fu Marte a donarglielo poiché era attratto dalla sua invincibile dote guerriera. La figlia di Euristeo desiderava per se quel cinto. Fu dato incarico ad Ercole di sottrarlo ad Ippolita.

Dopo una furiosa battaglia con un popolo di sole donne, belle e superbe ma bellicose, Ercole tolse il cinto alla regina delle Amazzoni, perita combattendo; fu questa la nona fatica di Ercole. Tornato a Micene lo donò all’ ambiziosa Admete. Il popolo delle Amazzoni rappresenta in un certo aspetto il segno della Vergine.

Le persone appartenenti al sesto segno zodiacale o che al momento del loro primo vagito avevano più pianeti nel segno della Vergine, hanno criteri molto elevati per se stessi e per gli altri, e poiché sono dei perfezionisti non sono mai contenti dei risultati. La loro memoria è molto buona grazie alla profonda attenzione che dedicano a tutto ciò che osservano. L’ acuta facoltà di osservazione li rende critici anche per i dettagli più minuziosi. Perciò dovranno imparare a fare della critica costruttiva, un uso poco saggio di questa facoltà potrebbe portare malintesi nei contatti sociali con altre persone.

Queste qualità combinandosi con l’ indole nervosa di Mercurio è indice di puntigliosità: nel campo degli affetti, sono più riflessivi che emotivi. A volte sembrano persino aver paura dell’ amore. Conviene loro evadere di tanto in tanto, dal consueto ambiente, anche per un periodo molto breve. Molta aria libera, Sole e riposo gioveranno a mantenersi in forma, in salute e garantire l’ appetito. Nel corpo umano il nostro segno corrisponde alla cavità addominale, all’ intestino tenue e all’ apparato gastrointestinale. Questo segno esercita anche un’ influenza sul sistema nervoso. Tutte le fissazioni intestinali. Disposizione ad accentuare i disturbi e ad impensierirsi

 

ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ

Dal 23 settembre al 23 ottobre circa

– Inizio autunno –

Dal grado 180 al grado 210 dello Zodiaco

E’ BILANCIA – Raffinatissima Geisha

E’ il settimo segno dello zodiaco e il primo dell’ autunno.

E’ il secondo segno d’ aria ( Calda e umida, armoniosa ed equilibrante ), maschile e cardinale ( Corrisponde all’ equinozio d’ autunno ).

Qui il pianeta Venere ( Armonia, concordi e socievolezza ) ha il suo domicilio. Il pianeta Saturno ( Responsabilità e stabilità ) è in esaltazione.

Il luminare Sole ( Vita ) è in caduta e il pianeta Marte ( aggressività ) e Plutone ( Trasformazione ) sono in esilio.

All’ equinozio d’ autunno il Sole, dopo averci approvvigionati per il futuro anno, ora abbandona l’ emisfero boreale.

La natura si avvia alla pausa autunnale, i giorni e le notti hanno uguale durata e l’ aria si rinfresca per le piogge. Il segno della Bilancia rispecchia simbolicamente le caratteristiche naturali. Il settimo segno zodiacale corrisponde all’ inizio dell’ autunno, quando le foglie cadono. L’ umore della Bilancia è autunnale, ben armonizzato con i colori delle foglie in questa stagione. In questo periodo maturano i frutti che ancora non sono giunti a compimento. Nei tini e nelle botti fermenta il vino.

La natura si prepara a ricevere il seme. Le giornate sono più fresche e le piogge si alternano alle schiarite.

Simboleggiata dalla giustizia che tiene due piatti di cui uno sale e l’ altro scende, la Bilancia segno dell’ Eqinozio d’ Autunno, rappresenta l’ equilibrio dinamico nell’ incessante movimento della creazione, dissoluzione e ricreazione delle forme dell’ Universo. Segno della coscienza della dualità umana che si sveglia penetrando nel più profondo della realtà terreste, significa che tutte le attvità debbono essere pensate con saggezza per arivare all’ armonia. Innamorata della bellezza che penetra attraverso il sentimento estetico nel cuore e nella profondità dell’ anima, ella è il punto che lega l’ uomo spirituale alla sua personalità materiale.

GENERALITA’. Segno d’ Aria ( Caldo e umido ), cardinale, di bellezza, diurno, di lunga ascesa, maschile. Domicilio diurno di Venere, esaltazione di Saturno, esilio di Marte, caduta del Sole. Certi antichi autori lo considerano anche come pericoloso e violento proprio per l’ esaltazione di Saturno e l’ esilio di Marte ma, ciò sembra esagerato. Il Sole atttaversa questo Segno dal 23 settembre al 22 ottobre circa.

CORRISPONDENZE ANATOMICHE E PATOLOGICHE.  I reni e l’ apparato urinario, gli organi genitali ( Sopratutto femminili ), le ghiandole surrenali, i lombi, probabilmente anche il sistema venoso. Costituzione tobusta: il Segno sembra favorire una vita lunga. I soggetti della Bilancia devono sopratutto diffidare degli eccessi in ogni campo. Malattie: calcoli renali o litiasi, uricemia, diabete, nefrite, albuminosi, cistite, insufficenza renale, prostatite.

IL TUO PECCATO CAPITALE: lussuria. Ami l’ amore in tuttele sue sfumature, dal sentimento all’ eros. L’ idea di sedurre ti intriga, adori giocare con il cuore, anche perchè senza un compagno ti senti spaiata/o ma spesso il tuo gioco è toppo supeficiale per appagare esigenze profonde.

COME TRASFORMARLO. Sublimando esagerzioni amorose in un interesse artistico o su un’ attività a carattere estetico: causa che tra l’ altro ti obbliga a prendere delle decisioni.

LA COMPENSAZIONE. Perdonare le tue pecche è facilissimo, sopratutto per chi appreza la dolcezza e non sa resistere al fasino. Sei una ragazza misurata, gentile, fedele al proprio stile e alle regole del bon ton.

IL SECONDARIO: accidia. Non ti si può definire pigra/o nel tuo dovere ma ( Di fronte a una decisione importante ), un’ iniziativa, un imprevisto, riveli tutta la tua inerzia.

Cosa ti stuzzica. La vanità, i profumi, gli sguardi degli uomini e il tuo fascino. Sentirti desiderata placa le tue incertezze e da consistenza alle incessanti fantasie amorose.

PROFESSIONI orientative. Artista – Modella/o – Sarta/o – Diplomaico – Esterista – Architetto – Assistente sociale – Parrucchiere – Etc.

L’ AIUTO MAGICO. Una pietra verde scuro ( Olivina o diaspro ), montata in oro giallo.

COME ESSERE VINCENTE

Quando vuoi sedurre: Fleurs de Rocaille di Caron – Armani – L’ air du Temps di Nina Ricci

Per avere successo nel lavoro: Opium Yves Saint Laurent – Shalimar di Guerlain – Madame Rochas – Azzro 9

Per brillare in società: Courrèeges in blue – Chloè di Lagerfeld – Gianni Versace

 

Riccardo FERRARI – rikferrari@gmail.com

VI ASPETTI-amo QUI’

Il notiziario curato da Riccardo FERRARI e ANGELA ROSI  

Portavoce di pensionatiitaliani e Il Simpatizzante 

   https://www.pensionatiitaliani.it/download/

BILANCIA

Giunti al settimo raggio tocchiamo l’ equinozio d’ autunno. Il segno della Bilancia raffigura una – fase – di equilibrio delle forze della natura; è, infatti, in questa fase e in questo periodo stagionale che il giorno e la notte, la luce e l’ oscurità si equilibrano. E’ l’ intervallo tra la fine di un ciclo e l’ inizio del seguente, il pro e il contro, la ricerca di equilibrio. Nel settimo segno inizia la fase discendente dell’ energia solare. Nello zodiaco preistorico era denominata: Tal – Ku = sacro altare. La Bibbia riporta che sia nel primo Tempio sia nel secondo l’ altare fu consacrato il settimo mese vale a dire nella settima costellazione, l’ attuale settembre. E’ un periodo in cui maturano quei frutti che ancora non sono giunti a maturazione, è tempo di raccoglimento e di ringraziamento. Il Sole dopo averci approvvigionati per il futuro anno, oscilla il suo percorso cosi come oscillano i due piatti della bilancia. Anche le persone nate sotto il settimo segno hanno la tendenza ad oscillare, nella famigerata altalena dei desideri e delle ripulse, e nei casi estremi può bloccarsi nell’ inazione. E’ il settimo segno che rappresenta il punto equinoziale dell’ arco del Sole dopo di che inizia la sua fase discendente per arrivare all’ emisfero sud. Percorrerà una curva sempre più ampia sotto la terra, scendere sotto i nostri piedi e si abbasserà sempre di più sull’ orizzonte. Dopo aver inviato i suoi raggi sulla crosta della terra. Ora il Sole dovrà scaldare l’ interno dove le sementi cadranno; ora decresce anche la temperatura a causa dell’ alternarsi di piogge e schiarite. Il settimo segno è raffigurato da una bilancia in cui vi sono due piatti che oscillano. Nell’ antico Egitto la Bilancia era il ” Giogo ” che era impiegato per misurare il livello delle acque del fiume Nilo. Simboleggia un cambiamento di equilibrio, che dobbiamo mantenere con l’ aiuto di un calcolo esatto: è necessario distribuire con cura e con amore ciò che la natura, ci ha donato, onde poterne disporre fino al successivo raccolto. Questo segno, che designa il momento in cui si dispone di tutto, è un segno di transizione che segnala il passaggio da una stagione all’ altra. Il mito legato al settimo segno dello Zodiaco è rappresentato da: ” I pomi d’ oro del giardino delle Esperidi “.

In una valle dell’ Africa c’ era un meraviglioso giardino abitato dalle sorelle Esperidi, figlie della Stella della sera della sera. Re Euristeo si invaghii dei bei pomi, che con il loro peso piegavano i rami degli alberi quasi a spezzarli.

Il desiderio di possederli fu tale che ordinò ad Ercole di venirne in possesso. Proteo indicò ad Ercole dove era situato quel meraviglioso giardino ed Ercole la recatosi, trovo a custodia un drago dalle cento teste. Dovette lottare a lungo e solo grazie ai suoi polsi di ferro riuscii ad avere ragione di quel mostruoso essere. Ercole poté cosi soddisfare il desiderio di re Euristeo portandogli quei meravigliosi pomi.

Il mito sta a significare che tra la fine settembre e il successivo mese di ottobre inizia l’ autunno, è un periodo di massima raccolta degli ultimi frutti. Il pianeta Venere ha domicilio nel segno della Bilancia, è in rapporto alle sorelle, alle regine, ai fiori, ai prati, ai giardini, alla bellezza e all’ amore sensuale.

Coloro che appartengono al settimo segno, o al momento in cui al loro primo vagito più pianeti si trovavano nel settimo segno, sono inclini ad adattarsi alle circostanze anziché modificarle a loro favore; spesso mancano di volontà, sono pigri, svogliati e stanchi, infatti, quando attraversa il settimo segno il Sole è in – caduta -. Sono perennemente alla ricerca di equilibrio tra anima e forma, tra legge materiale e spirituale. Appartengono all’ elemento ” aria autunnale “. Sono portati ad essere socievoli, intelligenti ed espansivi, ma nelle decisioni della vita possono trovarsi in quel vicolo chiuso cui possiamo dare il nome di – incertezza -. Sfuggono ad ogni forma di violenza, e di istinto evitano di farsi coinvolgere in accanite lotte per il potere. Tuttavia se è leso il loro supremo senso di giustizia si battono sia per una causa privata sia pubblica. Sono dotati delle capacità di riconoscere ed apprezzare la bellezza e le belle cose, scelgono con buon gusto le cose di cui circondarsi perché il mondo intorno a loro rispecchi l’ armonia che si sentono dentro. Amano i piaceri per se e per chi li circonda, sono dotati di attitudine artistiche, perché il settimo segno è posto sotto l’ influsso del pianeta Venere. Non amano essere troppo coinvolti nelle responsabilità, che con la loro disarmante innocenza riescono a scaricare sulle persone che hanno intorno. Come abbiamo detto precedentemente il primo segno dello Zodiaco ( Ariete ) corrisponde alla prima casa zodiacale o Ascendente: qui l’ individuo è solo, è sé stesso. La prima casa o Ascendente dove le forze impulsive vengono messe in particolare risalto; il settimo segno ( Bilancia ) corrisponde alla settima casa o Discendente: qui vi è la ricerca con l’ opposto, la collettività. Sono presenti la ricerca del rapporto di copia, di contatti, di associazioni con gli altri, la ricerca dei rapporti di protezione e di fedeltà, guidate dalla gentilezza e dall’ amabilità, ispirate dall’ amore di Venere o Afrodite suo pianeta guida. Ecco spiegate le ragioni per cui gli appartenenti al settimo segno, hanno come simbolo una bilancia; essi rivelano che sono alla continua ricerca di un equilibrio costante nella natura umana. Nel corpo umano la Bilancia corrisponde ai reni, la ragione lombare e renale, il fegato, l’ apparato urinario, le ghiandole surrenali, i lombi, e la pelle.

 

ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ

Dal 23 ottobre al 22 novembre circa

– Metà autunno –

Dal grado 210 al grado 240 dello Zodiaco

E’ SCORPIONE – Vipera velenosa/o

E’ l’ ottavo segno dello zodiaco, il secondo dell’ autunno e dell’ elemento acqua ( Freddo, umido e stagnante ), femminile e fisso ( indica il momento culminante dell’ autunno ).

Qui il pianeta Plutone ( Iniziazione e sacrificio ) e Marte ( Attività interiore, energia dinamica e forza Vitale naturale ) hanno il loro domicilio. Il pianeta Mercurio ( Astuzia ) è in esaltazione, il pianeta Venere ( La concordia ) è in esilio ed il pianeta Giove ( Tolleranza, legge ) è in caduta.

Ora la natura rallenta i suoi ritmi, la pioggia bagna la Terra quando i primi freddi e le prime gelate incominciano a farsi sentire. Inizia la fase di morte per annegamento e di sepoltura, della discesa nel profondo per essere rielevato. Caratteristica questa che si riflette nei nativi dello Scorpione.

Il periodo del raccolto è terminato e la Terra ammorbidita dalle piogge frequenti è pronta per raccogliere il seme. Gli alberi si spogliano delle foglie che cadono ingiallite nel fango e si fanno poltiglia macerata e servono a preparare il solco, ad accogliere la speranza di una nuova Vita

Lottavo segno racchiude il dramma di Vita – morte – resurrezione.

Segno dell’ autunno in tutta la sua bellezza tragica, lo Scorpione indica la vittoria della notte sul giorno. Emblema delle tenebre sin dalla più alta antichità era il guardiano della porta attraverso la quale il Luminare diurno ( Sole ) spariva nelle profondità infernali. Governato dal pianeta Plutone, Dio degli inferi, simboleggia il dramma dell’ incarnazione del ciclo vita/morte/vita. Genera la luce che nasce dalle tenebre e  che rischiara l’ intero Universo per tornare alla dissoluzione interiore preparatrice di una nuova nascita nel mondo sovrasensibile dell’ aldilà. Morte e nascita, peccato e purificazione, caduta e redenzione, tutto il complesso dell’ amore e della morte si nasconde sotto questo Segno mortifero e fecondo in cui la vita non potrà rinascere ”  Se il grano non muore  “.

GENERALITA’. Segno d’ Acqua ( Freddo e umido ), fisso, notturno, di lunga ascensione. Domicilio notturno di Marte, esilio di Venere, caduta della Luna. Il Sole attraversa questo Segno tra il 23 ottobre e il 22 di novembre circa.

CORRISPONDENZE ANATOMICHE E PATOLOGICHE. Gli organoi genitali esterni e tutte le malattie che vi si ricolleganio: sifilide, blenorragia, orchite, vaginite. Resistenza e durata della vita al di sopra della media, malgrado le frequenti dispersioni delle forze. Il nato di questo segno deve diffidare degli sforzi eccessivi e degli eccessi sessuali. Sembra accentuare i rischi di ferite o fine violenta.

IL TUO PECCATO CAPITALE: ira. Quando il fuco del vulcano comincia a ridestarsi, mette in ebollizione le acque più profonde delle tue emozioni. La tua collera, però, non è così evidente perchè la mantieni compressa e segreta.La vendetta però resta in agguato, anche dopo anni, estrai il pungiglione e ineietti il tuo veleno.

COME TRASFORMARLO. Nata sotto il segno della trasformazione, hai le chiavi per operare il cambiamento. Medita costantemente e attivati su tematiche spirituali.

LA COMPENSAZIONE. Non hai un carattere facile ma ci si passa sopra perchè sei interessante, carismatica/o, profonda/o, emozionante. In una parola: straordinaria/o.

IL SECONDARIO: avarizia/lussuria. Timida/o e possessiva/o non ti lasci scoprire facilmente e non accetti di condividere le tue emozioni pur segrete. Gelosa/o di tutto, ti attacchi con forzaa tutto ciò che hai, sopratutto alle persone, che invesi di forti desideri e di emozioni estreme.

Cosa ti stuzzica. Misteri e tradimenti scatenano e tue collere più intense, se ti senti attaccata/o nei uoi possessidiventi minacciosa. Nella scala dei tuoi desideri, quello erotico sta sempre al primo posto; al secondo c’ è il gusto della rivalsa.

PROFESSIONI orientative. Critico – Regista – Scienziati – Chirurgo – Avvocato – Militare – Attore – Psicanalista – Etc. –

L’ aiuto magico. Acquamarina allegerisce le tensioni e salvaguardia l’ essenza più trasparente dei tuoi sentimenti.

COME ESSERE VINCENTE

Quando vuoi sedurre: Dioressence di Christian Dior – Fleurs de Rocaille di Caron – N. 5 di Chanel – Gianni Versace

Per avere successo nel lavoro: Armani – Azzarro 9 – Miss Dior – Shalimar di Guerlain

Per brillare in società: Opium di Yves Saint Laurent – Femme di Rochas – Diva di Ungaro

 

Riccardo FERRARI – rikferrari@gmail.com

VI ASPETTI-amo QUI’

Il notiziario curato da Riccardo FERRARI e ANGELA ROSI  

Portavoce di pensionatiitaliani e Il Simpatizzante 

   https://www.pensionatiitaliani.it/download/

SCORPIONE

Tutto è stato raccolto, cadono le prime piogge, fredde, le foglie essiccate cominciano a cadere sulla Terra bagnata macerandosi e servono a preparare il solco per accogliere la speranza di una nuova Vita. La Madre – Terra, ora è ammorbidita, in silenzio si prepara a ricevere il seme, cosi come la donna nata sotto il segno dello Scorpione sente la maternità in tutta la sua pienezza, anche la Madre – Terra ora si prepara all’ inseminazione. Sotto questo segno di acqua fredda, stagnante, dopo il cambiamento dovuto alla diminuzione della temperatura e della durata della luce, l’ elemento acqua – linfa, agirà dal basso verso l’ alto, come avveniva nell’ opposto segno del Toro – Vacca ( Forza femminile della fecondazione ), ma in senso inverso. Tutto ciò che era ordine ( Segno della Vergine – Bilancia ) ora viene dissolto e inquinato. E’ il momento di preparare la Madre – Terra ad una nuova Vita, apportarvi i residui organici che dovrà assimilare, mentre la corruzione dei residui vegetali a poco a poco si accentuerà per dar luogo all’ Humus necessario per la rigenerazione.

In questo periodo la Madre – Terra non è soltanto un immenso sepolcro, ma contiene tutti i germi della Vita, quindi, l’ elemento acqua – linfa, qui scende in abbondanza; le abbondanti piogge che cadono in silenzio e distruggono, tenacemente corrodono ogni cosa per dare modo allo spirito di liberarsi, cosi come dopo la morte,

L’ anima si stacca dal corpo. L’ ottavo segno dello Zodiaco rappresenta gli organi riproduttivi dell’ uomo zodiacale, quindi il sistema sessuale e procreativo dell’umanità: è il simbolo della generazione e della Vita. La ” Mistica casa ottava ” corrisponde al secondo segno del trigono d’ acqua, lo Scorpione. Siamo nel cuore dell’ autunno, periodo in cui la Terra fermenta come il vino che messo in locali bui o di poca luce inizia a fermentare. Un periodo in cui i le notti diventano sempre più lunghe e la luce del giorno si accorcia. Il luminare Sole che dona la Vita è invisibile, i primi freddi si fanno sentire. La campagna cinta di nebbia è muta, è in silenzio, è tenebrosa, aleggia un clima di trapasso, di trasformazione. Lottavo segno dello zodiaco è in rapporto al mutamento, alla morte per la rinascita, caratteristica questa che si riflette nei nativi dello Scorpione. E’ comprensibile come la parola ” morte ” metta paura, ma in realtà è un segno di Vita, non è la morte in senso assoluto, solo un metamorfosi, nulla si crea, nulla si distrugge ma tutto si trasforma. Il mito legato a questo segno è un carro trainato da quattro cavalli neri alla cui guida si trova Plutone. Plutone con il suo carro sbucò da un crepaccio per rapire Proserpina, la quale con la sua fedele compagna Ciàne stava cogliendo dei fiori nei pressi della fonte d’ Aretusa. La madre Demetra cerco in ogni dove Proserpina sino ad arrivare all’ inferno dove la ritrovo. Non poté portare via Proserpina poiché questa rassegnatasi al suo destino si innamorò del suo sposo. Di comune accordo madre e figlia stabilirono che Proserpina avrebbe trascorso quattro mesi dell’ anno con Plutone e gli altri otto con Demetra e gli altri dei.

Il ratto di Proserpina vuole simboleggiare il momentaneo trionfo dell’ universo sulle potenze benefiche e produttive della Madre – Terra. Dopo un breve soggiorno nel regno della notte, la vegetazione esplode più ridente e folta di prima. Demetra, la fertile Terra, torna in possesso della sua splendida figlia verde e fiorita.

Le persone nate sotto il segno dello Scorpione o che al momento del loro primo vagito avevano più pianeti nell’ ottavo segno zodiacale, sono portate alla ricerca, a tutto ciò che si fa nell’ ombra, al buio e in segreto. Agiscono sempre in silenzio senza farsi scoprire: sono molto orgogliosi della loro casa e cercano di mantenerla in ordine con senso artistico. Quando fanno qualcosa, desiderano sempre farla bene. Possiedono un carattere indipendente, sono buoni esecutori di ordini, anche se non amano sentirsi costretti a fare qualcosa. Se trattati con comprensione, si addosseranno più della loro parte di responsabilità.

Possiedono una personalità attraente, magnetica, dinamica, ma è difficile comprenderli a causa della loro tendenza ad essere riservati e misteriosi. Possiedono anche una buona percezione della natura umana che dona loro il senso della verità cosi che risulta difficile ingannarli. Spesso il loro intuito li rende consapevoli dei futuri eventi.

Il segno dello Scorpione è il secondo segno dell’ elemento acqua che non fa scorrere nulla e che trattiene soprattutto le emozioni e i rancori. L’ incapacità di esternare le emozioni è la causa di molti tormenti interiori e psicofisici. Tutto ciò che tendono a trattenere è nemico della loro salute della loro serenità. Devono bere molta acqua per ricambiare la loro – acqua stagnante – e devono – evitare cibi grassi e piccanti -.

Nel corpo umano questo segno corrisponde alla vescica, all’ intestino retto, alla prostata e agli organi genitali esterni e, tutte le indisposizioni che vi si ricollegano.

 

ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ

Dal 23 Novembre al 20 Dicembre circa

– Fine autunno –

Dal grado 240 al grado 270 dello Zodiaco

E’ SAGITTARIO  –  Ghiottona/e  giramondo

E’ il terzo segno di fuoco e il nono segno dello Zodiaco e l’ ultimo dell’ autunno e dell’ elemento fuoco ( Caldo e secco ) che illumina, maschile, mobile ( Indica il cambiamento di stagione.

Qui il pianeta Giove ( Grandezza ) e Nettuno ( Inquietudine ) hanno il loro domicilio.  Il pianeta Mercurio ( Armonia ) è in esilio e il pianeta Plutone ( Morte, creatività, rigenerazione ) è in caduta.

Il nono sego zodiacale è un segno di transizione, simboleggia la maturazione della fine dell’ autunno.

L’ autunno pieno, maturo, dai colori accesi, quasi di fiamma, esprime emblematicamente le caratteristiche di questo segno di fuoco, gioviale, indipendente, egoista e generoso con tutte le qualità per vincere, ma non sa regnare su ciò che ha conquistato.

Il nono segno zodiacale corrisponde all’ inizio della germinazione, il seme inizia ad attecchire nel terreno proprio come il feto quando è nel grembo materno e guarda al futuro; inizia così il viaggio verso la trascendenza e la suprema meta.

Il nono segno dello zodiaco scaglia, lancia, proietta la sua freccia per unire – congiungere un presente al futuro.

Governato da Giove il cui emblema è il fulmine, scintilla del fluido celeste, che si unisce al fluido terrestre che trasmette il Fuoco spirituale del Cielo alla materia di cui prepara la sublimazione, il Sagittario è raffigurato nello Zodiaco da un Centauro, metà uomo e metà cavallo, che scocca una freccia, simbolo della coscienza, strumento di fusione che permette all’ uomo di ingiungere le sfere superiori dell’ Essenza immortale. Principio di ragione, di saggezza, di equilibrio, di forza, di intelligenza, si slancia pieno i ardore e di coraggio, percorrendo vari orizzonti alla ricerca di un’ unità spirituale tra il Divino e il mondo al fine di apportarvi la comprensione universale.

GENERALITA’. Segno di Fuoco ( Caldo e ecco ). Doppio o comune, diurno, di lunga ascenscione, di comando, positivo, maschile. Domicilio diurno di Giove, esilio di Mercurio. Il Sole attraversa questo segno tra il 23 novembre e il 21 dicembre, circa.

CORRISPONDENZE ANATOMICHE E PATOLOGICHE. Le cosce e per estensione il fegato e i polmoni e le malattie che vi si ricollegano: sciatica, disturbi epatici, disturbi delle vie respiratorie. Segno di buona salute , di forza fisica  di longevità.

IL TUO PECCATO CAPITALE: gola. Golosa/o sei di tutto, dai piatti esotici alle emozioni più intense. Hai furia di vivere, ansia di conoscere e addenti qualsiasi esperienza con avidità. Non ti preoccupi delle conseguenze, insegui i tuoi ideali e coccoli i tuoi impulsi, esagerando allegramente. Salvo poi piangere  lacrime di coccodrillo sui chili di troppo e frequenti indigestioni.

COME TRASFORMARLO. Più che trasformare nel tuo carattere occorre moderare: l’ entusiasmo va bene, il piacere di assaggiare e di vivere anche, sono le doti a risultare eccessive, dimezza le porzioni e le reazioni e sarai perfetta/o.

LA COMPENSAZIONE. Nonostante le tue intemperanze, sei una persona adorabile, simpatica, generosa, coinvolgente, alla mano. Infatti, i tuoi eccessi passano  sempre in secondo piano, almeno finché, presa/o dal ” Sacro fuoco “, non ti manifesti in tutta la tua irruenza.

IL SECONDARIO: superbia. Di primo acchito non lo sembri affatto, tanto appari disponibile e compagnona/o. Ma quando si toccano gli ideali, svili il tuo aspetto fanatico e assolutistico: i tuoi sono sempre i migliori, i soli per cui convenga battersi e andare fino in fondo.

Cosa ti stuzzica. Praticamente tutto: il mondo, le gente, le idee, le ricette di ogni paese, la giustizia da difendere e l’ ingiustizia contro cui battersi.

PROFESSIONI orientative. Magistrato – Pilota – Esploratore – Filosofo – Insegnante – Hostess – Interprete – Diplomatico – Etc.

L’ aiuto magico. Una pietra turchese, calda ma rasserenante, possibilmente di taglio squadrato.

COME ESSERE VINCENTE

Quando vuoi sedurre: N. 5 di Chanel – Courrèges in blue – Chloè di Lagerfel

Per avere successo nel lavoro: Opium di Yves Saint Laurent – Shalimar di Guerlain – Coco di Chanel

Per brillare in società: Dorissimo di Christian Dior – Joy di Jean Patou- Diva di Ungaro

SAGITTARIO

Siamo qui nel pieno dell’ autunno con i suoi colori accesi, quasi di fiamma, fiamma che arde, che illumina. Sono qui espresse emblematicamente le caratteristiche del terzo segno di fuoco, caldo e secco, mobile, ottimista, vivace, liberale e indipendente.

Nel precedente segno abbiamo assistito ad una morte per la rinascita; i rami erano spogli, gli steli inariditi e alla morte è seguita la putrefazione. Adesso invece il seme è inumidito dalla linfa che goccia a goccia scende sempre più in basso, associata ad un fuoco secco e intenso, che illumina il seme che una volta attecchito al terreno dovrà dilatarsi per poi muoversi, camminare e andare lontano. Il seme inizia il suo cammino verso la trascendenza dove si rivela la sua aspirazione e la suprema meta. Il nono segno dello zodiaco, è raffigurato da una freccia dove l’ inclinazione sta ad indicare il cammino da percorrere da uno stadio inferiore ( le questioni terrestri ) ad un posto più in alto. Tutto ciò che è lontano lo attrae ed appaga la sua grande sete di avventura. Il Sagittario è rappresentato simbolicamente da un Centauro, meta uomo e meta cavallo; rappresenta l’ evoluzione e lo sviluppo dell’ anima e si identifica con la forza umana. E’ la trasfigurazione mitica di un popolo, ( i Centauri ), agili nel cavalcare.

La fantasia antica saldo cavallo e cavaliere, creando gli aspri esseri dal dorso umano e dalla groppa equina che parlavano invece di nitrire, e galoppavano invece di correre. Erano feroci e cupidi di vino; maneggiavano la clava l’ arco. Erano parte della corte di Bacco.

Il più saggio e il più celebre di loro era Chirone, il – non allineato – che instillo la buona morale e l’ amore della scienza a Ercole. Durante un’ aspra lotta tra Ercole e i Centauri, una freccia dell’ arco di Ercole colpi al ginocchio Chirone, che non poté scampare alla morte poiché le frecce di Ercole erano state intinte nel sangue avvelenato dell’ Idra di Lerna.

Il Re degli Dei assunse il proprio figlio alla gloria dell’ Olimpo e così nacque la nona costellazione, quella del Sagittario. Ai Sagittariani sono attribuite anche delle virtù mediche, tramite il pianeta Giove ( Amore divino ) in quanto sanno agire per combattere il male e per ricostruire le forze perdute. Le persone appartenenti a questo segno o che al momento del loro primo vagito avevano più pianeti nel nono segno dello zodiacale sono curiosi, hanno bisogno di viaggiare, di scoprire cose nuove. Possiedono un’ assai sviluppata facoltà di osservazione e di intuizione, una mentalità logica. Mostrano non comuni facoltà di giudizio in molte questioni tranne che in quelle implicate direttamente nella sfera della loro natura emotiva. Per quanto riguarda il lavoro, mostrano di saper giudicare obbiettivamente, ma quando si tratta della loro Vita, sono soggetti ad errori di giudizio. Sarebbe bene si sforzassero di correggere questa loro tendenza. Irrequieti, avventurosi, amanti del movimento, concreti ed ottimisti, altruisti e con una solida fede negli ideali. Per indole sono gentili e generosi con i loro amici, diplomatici e pieni di tatto in molti casi; con un Sole mal disposto possiamo trovare anche i tipi imperativi; impulsivi che generano disordine, di poche chiacchiere e poche idee.

Però benché facili ad andare in collera, normalmente dimenticano presto ed è impossibile che serbino rancore. La loro mente è proiettata verso il lontano, sia geografico che spirituale. La natura irrequieta ed attiva troverà la sua espressione nei cambiamenti ed in nuovi pensieri. Molto spesso non si accorgono di ciò che avviene intorno a loro e si trovano a dover rimediare a problemi che potevano essere evitati. Comunque possiedono un vivo senso dell’ umorismo e quando lo vogliono si rivelano simpatici e gioviali.

Hanno energia, decisione, forza di volontà, ma se vengono contraddetti possono essere testardi ed ostinati. In una società arcaica e contadina l’ arrivo dei primi freddi e delle prime nevicate significa ritrovarsi uomini e donne al caldo in una stalla dove le donne accudivano ai lavori femminili e gli uomini facevano loro compagnia intrattenendole con racconti fantastici o semplicemente di giornata.

Questo modo di trovarsi, è sinonimo di – giovialità – e di – amalgama – e di – umanità -, ed esprime la natura tipica dei nati sotto il segno del Sagittario. Quando si sentono spenti o stanchi mentalmente, hanno bisogno di intraprendere un viaggio. Porta loro giovamento praticare degli sports in grandi spazi liberi, non al chiuso, come l’ equitazione e l’ alpinismo e stare molto all’ aria aperta.

A volte anche solo pochi giorni trascorsi lontano da casa sono sufficienti per superare questi impulsi. Nel corpo umano il segno del Sagittario corrisponde ai fianchi, alle cosce, alle vertebre e al fegato. Devono evitare di – ingurgitare – cibi e intingoli troppo pesanti.

 

Riccardo FERRARI – rikferrari@gmail.com

VI ASPETTI-amo QUI’

Il notiziario curato da Riccardo FERRARI e ANGELA ROSI  

Portavoce di pensionatiitaliani e Il Simpatizzante 

   https://www.pensionatiitaliani.it/download/

ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ

Dal 21 dicembre al 20 gennaio circa

– Inizio inverno –

Dal grado 270 al grado 300 dello Zodiaco

E’ CAPRICORNO – Arrivista impetuosa/o

E’ il decimo segno dello zodiaco e il primo dell’ inverno.

E’ il terzo segno di Terra ( Fredda e secca, dura e viva ), femminile e cardinale ( Corrisponde al solstizio dell’ inverno ).

Qui il pianeta Saturno ( Solitudine, vecchiaia ) e Urano ( L’ iniziatore, capacità decisionale ) hanno il loro domicilio, il pianeta Marte ( L’ istinto di conservazione, aggressività  ) è in esaltazione, il luminare Luna ( Vegetazione ) è in esilio e il pianeta Venere ( Affettività ) è in caduta.

Al solstizio d’ inverno la luce del Sole è gradualmente quasi scomparsa, mentre il nostro emisfero è freddo e triste.

A Natale l’ onda spirituale scende sulla Terra.

In questo periodo tutto è quasi morto. I rami sono spogli, inariditi gli steli; le notti sono fredde e lunghe, le giornate brevi, il Sole è pallido e scompare in fretta.

Tutto è immobile, spoglio, arido e privo di energia.

Si fa il gran silenzio, è un’ epoca di calma, di gran tranquillità. La linfa ha cessato di fluire, tutto è ricoperto di un manto bianco che attutisce i nostri passi.

Terra e vegetazione abbandonano per un certo tempo la civetteria e si preparano alla difesa dei rigori invernali e dal freddo, duro e solitario Capricorno che cosi può dominare.

Nella mitologia greca, il Capricorno era governato dal pianeta Saturno, chiamato Chronos, simboleggiante l’ intero mistero del tempo, della durata. E’ il punto di equilibrio tra l’ essere e il nulla. Segno dell’ energia latente e del movimento verso l’ avvenire, dell’ affermazione volontaria, dell’ azione verso la potenza e la libertà, reincarna il ripiegarsi della coscienza umana su sè stessa, per raggiungere il piano infinito interiore e del Pensiero puro. Segno dell’ ascetismo Buddico, indica all’ uomo che è attraverso la disciplina, la riflessione, la perseveranza, la tenacia, il sacrificio, che perverrà il distacco dal mondo e alla saggezza suprema conducente alla contemplazione divina.

GENERALITA’. Segno di Terra ( Freddo e secco ), mobile, cardinale, notturno, di breve ascensione, femminile. Domicilio notturno di Saturno, esilio della Luna, esaltazione di Marte, caduta di Giove. Il Sole traversa il Segno dal 22 dicembre al 20 gennaio circa.

CORRISPONDENZE ANATOMICHE E PATOLOGICHE. Questo segno governa principalmente le ginocchia ed esercita una influenza secondaria delle ossa e la pelle. Le sue malattie sono l’ artrite, la tubercolosi ossea, i reumatismi, la gola e in genere tutti i dolori agli altri arti inferiori. Questo segno sembra accentuare i rischi di fine violenta che eventualmente già esistono con determinate configurazioni planetarie.

IL TUO PECCATO CAPITALE: invidia. Coltivi alti obbiettivi, vorresti essere il top e inevitabilmente finisci con l’ invidiare chi vive sopra di te, tuttavia, anche se ti vengono offerti, non sei disposta/o ad accettare onori e benefici che spettano ad altri e tanto meno a condividere quelli che ti sei guadagnata/o tu stessa. Forte attaccamento alle ricompense, ai traguardi e sopratutto ai ruoli.

COME TRASFORMARLO. Invece di invidiare chi è migliore di tè, affina le tue armi e lucida i tuoi talenti. All’ attivo hai intelligenza, volontà e concretezza, non farti deviare dall’ invidia che come sottrae energia e concentra le tue forze su di un traguardo ben selezionato.

LA COMPENSAZIONE. Ai lati oscuri del tuo carattere, che talvolta ti rendono antipatica/o, poni rimedio con la serietà, l’ affidabilità e il senso del dovere che metti in tutto ciò che fai.

IL SECONDARIO: avarizia. Non ti fidi del tuo prossimo e non lo consideri meritevole di condividere quanto possiedi.  Ma se è vero che dai poco o nulla è anche vero che nulla chiedi, ti arrangi sempre con i tuoi mezzi e ti sobbarchi  sforzi grandiosi accontentandoti di condizioni frugali.

COSA TI STUZZICA. Traguardi più elevati rispetto a quelli raggiunti, la felicità, la fortuna e il successo altrui, specie quando non li consideri meritati.

PROFESSIONI orientarive. Ingegnere – Geologo – Architetto – Amministratore – Filosofo – Politico – Maestro yoga – Dentista – Etc.

L’ aiuto magico. La pietra occhio di tigre, che salvaguardia serietà e senso pratico rendendoti un pochino più duttile.

COME ESSERE VINCENTE

Quando vuoi sedurre: Diorissimo di Christian Dior – Armani – Joy di Jean Patou

Per avere successo nel lavoro: Chloè di Lagerfield – Azzaro 9 – Miss Dior – Shalimar di Guerlain

Per brillare in società: Opium di Yves Saint Laurent – Diva di ngaro – L’ air di Temps di Nina Ricci

CAPRICORNO

Siamo arrivati al decimo raggio e l’ entrata del Sole ( principio maschile ) nel segno del Capricorno ( Principio femminile ) inizia il solstizio dell’ inverno.

Il Redentore dell’ umanità nasce sempre a mezzanotte. Prima del IV secolo d. C. gli antichi, erano soliti festeggiare il solstizio dell’ inverno il 25 di dicembre, giorno nel quale la luce riprende a trionfare sulle notti buie che diventano più corte. Per i romani e per tutti i sudditi dell’ imperatore Aureliano, per sua volontà, il 25 dicembre era festa: era la nascita del ” deus sol invictus “, il dio Sole invitto. In questo periodo i giorni sono più corti e le notti sono più lunghe; si tratta di un’ epoca nella quale la luce del Sole tende gradualmente a scomparire, mentre il nostro emisfero è triste e freddo, le cime sono bianche ed è inverno profondo. Sulla superficie terrestre tutto è immobile, spoglio, privo di energia, le attività fisiche sono ridotte e limitate. La natura ora riposa, gli animali sono in letargo, anche l’ uomo preferisce rimanere chiuso all’ interno della propria casa. Fuori la temperatura è gelida il freddo è perseverante cosi come lo è il pianeta Saturno che per antonomasia viene associato al segno del Capricorno. Si tratta in definitiva di un periodo in cui le giornate sono grigie con un cielo plumbeo. Tutta la campagna è spoglia, tutto sembra immobile tanto anche le notti sembrano interminabili. Per il seme sotterrato nell’ ottavo segno dello zodiaco, non è più una tomba, ma sta germogliando nel grembo della Madre – Terra, in profondità. Il risveglio alla nuova Vita indica che il seme della – conoscenza – sta dando i suoi frutti. Il domicilio di Saturno ha qui una parte importante; Saturno o Crono, infatti, è il – padre del tempo -; non a caso è in questo periodo che cade la giornata più corta dell’ anno. Ma Saturno è anche una costrizione per l’ uomo ad affrontare il passato ed prepararsi nel presente per il futuro. Questo è l’ intento dell’ occasione Karmica. A causa del loro pianeta dominante gli appartenenti a questo segno sono portati al pessimismo e all’ introversione. Il decimo segno o ” Padre del tempo ” come veniva riportato in qualche antico zodiaco greco, è uno dei segni più complessi. Qui l’ elemento dominante è la – Terra -: è una Terra ” Dura “, è roccia viva, ma ” Viva “, non povera, fredda e riservata poco incline alla gioia ed all’ entusiasmo. Questa freddezza è anche una dura corazza difensiva per evitare di palesare la profonda passionalità che li domina. Il mito legato a questo segno è la quarta fatica di Eracle o Ercole, l’eroe più attivo e infaticabile. Sul monte Cerineo, in Arcadia, regione di alte montagne, di valli profonde, di torrenti impetuosi e di tranquilli laghi, c’ era una cerva dalle corna d’ oro e dai piedi di rame che diceva belle parole e che i cacciatori inseguivano da tempo senza riuscire mai a raggiungerla. Ercole la insegui senza prendere fiato, per un anno intero, l’ afferro e la porto viva al suo principe. Qui la cerva ha il significato della – Capra – animale assai libero, solitario, insofferente ad ogni promiscuità, che cerca l’ alimento nei luoghi più aridi e rocciosi del mondo. Il metallo rame è in analogia con il pianeta Venere ( affettività ). L’ animale che raffigura il decimo segno dello Zodiaco è la – Capra – che non è molto socievole. E’ tuttavia proprio in questo periodo di feste natalizie che ognuno di noi si sente portato ad esprimere belle frasi, molto convenzionali. Dunque in questo atteggiamento sta il significato della Capra che usa ” belle parole “. Per le persone appartenenti al decimo segno o che al momento del loro primo vagito avevano più pianeti nel segno del Capricorno, il lavoro ed il successo vengono prima di tutto e quindi cominciano molto presto la loro impegnativa scalata ai vertici della scala sociale ed economica. E’ una scalata solitaria che impone loro di abbattere con fredda determinazione gli ostacoli, di sopportare stoicamente la fatica, di negarsi qualsiasi indulgenza o deroga da obiettivi prefissati. Possiedono la virtù del risparmio, che consentirà loro, se applicata propriamente, di salvare un piccolo capitale. Questo è il segreto del loro successo finanziario.

Il danaro, come tutto il resto della Vita risponde al trattamento che ricevono. Molte delle migliori fortune sono nate da inizi modesti, da economie trascurabili, dai principi del risparmio. Quanto alla pretesa avarizia del ” Capricorno “, si può senz’ altro dire che raramente si tratta di un’ accusa fondata. La parsimonia è una virtù saturnina, e qualche Capricorno può talora farne il proprio vessillo. Chi appartiene al decimo segno ha la capacità di trovare con rapidità i punti deboli degli altri, per poi essere pronto a sfruttarli a proprio vantaggio. Questo segno rappresenta le ginocchia dell’ uomo zodiacale. Le ginocchia sono arti di locomozione, le giunture inferiori sono parti pieghevoli del nostro corpo e quindi sono l’ emblema della servitù materiale. Il loro sistema digestivo è complicato e la loro pelle ne subisce le conseguenze. Devono prendere l’ abitudine di bere molta acqua tra un pasto e l’ altro. Nel corpo umano questo segno corrisponde alle ginocchia, allo scheletro, ai denti e all’ epidermide.

 

Riccardo FERRARI – rikferrari@gmail.com

VI ASPETTO QUI’

https://www.pensionatiitaliani.it/download/

 

ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ

Dal 20 Gennaio al 19 febbraio circa

– Metà inverno –

Dal grado 300 al grado 330 dello Zodiaco

E’ AQUARIO –  Ribelle esplosiva/0

E’ l’ undicesimo segno dello Zodiaco, il secondo dell’ inverno. E’ il terzo segno d’ aria ( Calda e secca, pura e fina ), maschile e fisso ( Indica il momento culminante dell’ inverno ).

Qui il pianeta Saturno ( Responsabilità e concentrazione ) e Urano ( Capacità decisionale ) hanno il loro domicilio, il pianeta Nettuno ( Divinità ) è in esaltazione e il luminare Sole ( Principio maschile, forza creatrice ) è in esilio.

L’ undicesimo segno come simbologia zodiacale è la seconda fase dell’ inverno ma anche l’ anticamera della primavera.

Il seme ha posto le sue radici e ora si apre espandendole nel terreno, integrandosi in un processo globale. La pianta, tramite la linfa che scorre in essa, si appresta a sbucare alla superficie.

Il passaggio dall’ inverno alla primavera con lo sciogliersi dei ghiacciai ed il presentimento del germoglio che si appresta a sbocciare in superficie, esprime la vitalità di questo segno estroverso, generoso ed idealista.

Rappresentato da un angelo solare, dalle grandi ali distese che reggi due urne, una d’ oro, l’ altra d’ argento, da cui esce l’ Acqua primordiale, fine ed origine della vita, le cui vibrazioni fluidiche dell’ onda animatrice dell’ Anima si espande sul mondo, l’ Aquario simboleggia il risvegliatore, l’ eletto salvato dal diluvio che deve condurre l’ immanità nell’ arca per la redenzione e la felicità delle future generazioni. Segno della realizzazione, della sublimazione delle energie dell’ evoluzione dell’ umanità, indica i precursori, i conquistatori dello spazio, i ricercatori ostinati della verità. E’ un agitatore di idee, un rivoluzionario, un altruista, che attraverso il dono di sè vuole fondersi interamente nella comunità umana per apportarvi un ideale di perfezione.

GENERALITA’. Segno d’ Aria ( Caldo e Umido ), fisso, diurno, di breve acensione, di comando o positivo, maschile, meridionale. Domicilio tradizionale diurno di Saturno, esilio del Sole. Dopo la scoperta di Urano si considera come domicilio di quest’ utimo. Il Sole attraversa questo segno dal 21 gennaio al 19 febbraio circa.

CORRISPONDENZE ANATOMICHE E PATOLOGICHE. La tradizione attribuisce a questo segno le caviglie, ma sembra anche avere una influenza sul sistema nervoso e la circolazione del sangue. le sue malattie sono: le varici, le ulcere varicose, i disturbi midollari. tendenza alle storte.

IL TUO PECCATO CAPITALE: invidia. Di sicuro la tua invidia non riguarda il denaro, il successo o l’ amore. Ma non puoi fare a meno di paragonarti a chi è più felice di te, ha più autonomia, spazio, amici. Possiedi l’ intelligenza per dissimulare l’ invidia dietro ad una facciata amichevole e forse non menti nemmeno perchè questo sentimento, in te sottile, si mescola e convive con l’ amicizia, la simpatia e la disponibilità.

COME TRASFORMARLO. Lavorando con intelligenza  su di una forma di libertà più interiorizzata, sottile. Anche la collaborazione ti aiuta a vincere l’ insofferenza e placca costruttivamente il tuo individualismo smodato.

LA COMPENSAZIONE. Pareggi il lato insofferente e violento del tuo carattere con una creatività meravigliosa, altruismo, collaborazione e un buon pizzico di genialità.

IL SECONDARIO: ira. Il tuo lato bellicoso si chiama intolleranza. Non sei il tipo da pigliare fuoco, come i collerici puri, ma tutto quello che ti appare banale, anonimo, non abbastanza trasgressivo, innesca in te moti di insofferenza. Mordi chiunque tenti di limitarti, ti rivolti davanti ai guinzagli e non sopporti chi segue le opinioni di massa.

Cosa ti stuzzica.  I freni, le convenzioni, le norme che non ti sogni nemmeno di accettare e che mettono in moto la tua ribellione. Sopratutto se davanti agli occhi hai un modello libero e trasgressivo da emulare.

PROFESSIONI orientative. Filosofo – Attore – Regista – Diplomatico – Archgeologo – Astronauta – Scrittore – Musicista – Scienziato – Etc. –

L’ aiuto magico. Un ‘ ametista  che plachi i tuoi moti di ribellione salvaguardando l’ immaginazione e l’ altruismo.

COME ESSERE VINCENTE

Quando vuoi sedurre: Opium di Yves Saint Laurent – Coco di Chanl – Chloè di Lagerfield – Courrèges in blue –

Per avere successo nel lavoro: Diva di Ungar – Femme di Rochas – Gianni Versace – Azzaro 9

Per brillare in società: White Linen i Estèe Lauder – Ysatis di Givenchy – L’ air di Temps di Nina Ricci

 

Riccardo FERRARI – rikferrari@gmail.com

VI ASPETTI-amo QUI’

Il notiziario curato da Riccardo FERRARI e ANGELA ROSI  

Portavoce di pensionatiitaliani e Il Simpatizzante 

   https://www.pensionatiitaliani.it/download/

AQUARIO

Arrivati all’ undicesimo segno, in un periodo in cui fa ancora freddo durante la notte ma di giorno la temperatura inizia a salire e tende a superare lo zero. Dal momento che in questo periodo cadono abbondanti piogge, i primi scrutatori della volta celeste lo chiamavano – recipiente d’ acqua -, gli arabi – brocca d’ acqua -, per i cinesi era – il vaso pieno – e per i greci quello che – versa l’ acqua -. Gli antichi egizi immaginavano che il liquido versato da questa figura celeste costituisse la sorgente del Nilo, il fiume attorno al quale ruotava la loro esistenza.

Il seme ha posto le sue radici e sotto questo segno d’ aria calda e umida, la piccola pianta tramite la linfa che scorre in lei, si appresta a sbucare in superficie. Ecco che i campi sono – erpicati -, operazione che serve a rompere la crosta ( Saturno ) della Terra; l’ aria pura e fine può penetrare nella Terra e apportare ossigeno, datore di Vita, al cotico erboso. Questa è una Terra che apparentemente è spoglia, addormentata, ma con un’ intensa Vita nel suo interno, che si appresta a sbocciare in superficie. E’ qui espressa la Vitalità dell’ undicesimo segno, segno d’ aria, estroverso, eccentrico, idealista, diplomatico e saggio. Mitologicamente l’ undicesimo segno zodiacale è presente nella settima fatica di Ercole. Al mitico Eracle fu affidata l’ impresa di pulire le odoranti stalle di Augia. Qui il re di Elide vi teneva tremila capi di bestiame senza mai far pulire quella cloaca. Ercole inizialmente demolì un pezzo di muro della stalla rovesciandovi all’ interno le cataratte del fiume Alfeo. Le stalle d’ Augia furono cosi   ripulite e rimesse a nuovo con il massimo vigore. Nella prima parte del mito troviamo espressi valori Saturnini: il vecchio, il senso del dovere, il chiuso, gli ostacoli, nella seconda parte i valori Uraniani: cambiamenti, originalità, imprevisti, rinnovamenti, burrasche ed energie.

L’ undicesimo segno rappresenta le gambe dell’ uomo zodiacale e conseguentemente i mezzi di locomozione dell’ organismo umano. E’ l’ emblema naturale delle forze mobili e motrici del corpo. Il pianeta Urano, produce urti, è responsabile o causa di tutto ciò che è brusco, violento, vuol far crollare tutto quanto è vecchio, le vecchie strutture, la burocrazia che sa di vecchio; è un pianeta – audace – e perciò sente il bisogni di opporsi alle convenzioni e di sconvolgere le nostre stabilita. Cosi come ” L’ era dell’ Aquario “, le persone nate nell’ undicesimo segno sono molto esigenti in fatto di libertà personale e sono pronti a fare rivoluzioni pur di conservarla. L’ influenza di questo pianeta – innovatore – si fa già sentire nella tecnica e nella scienza, cosi come nelle comunicazioni che si stanno orientando verso il controllo dell’ aria e dello spazio.  Coloro che sono nati sotto questo segno o che al momento del loro primo vagito ( Aria – vita ), avevano più pianeti nel segno dell’ Aquario sono i primi a captare le onde del nuovo che ” l’ era dell’ Aquario ” apporterà. Possiedono maniere innate affascinanti, benché siano piuttosto riservati e timidi, ma in certi casi possono essere estroversi e creare una nuova impressione sulle persone che conoscono. Un’ altra loro caratteristica principale è l’ altruismo. Ma questo non significa che abbiano sempre ragione nei loro punti di vista umanitari. Sono caparbi e possono mostrarsi assai ostinati ed indipendenti. Possiedono una buona dose di spirito d’ avventura. Emotivamente sono sensibili e permalosi. Fortunatamente la loro permalosità svanisce rapidamente e non sono inclini a serbare rancore a lungo.

Generalmente dimostrano di saper ben giudicare, ma non quando sono sotto l’ influsso delle loro emozioni o di pregiudizi. Dovrebbero impegnarsi con tutta lo loro capacità per correggere questa forma di mentalità. Possono toccare il fondo della depressione o del disprezzo di sé, o conoscere e provare l’ esaltazione dell’ anima ed il senso del potere spirituale che essa conferisce. Questa è la legge che imparano ad applicare.

Nel precedente segno l’ uomo – Saturnino -, cosi come fa l’ animale che lo simboleggia, la ” Capra “, ha raggiunto la vetta, si è isolata e si è separato dal resto del mondo e da tutti e dalla vita sociale. Ora è giunto il momento di restituire alla Vita sociale un nuovo contenuto con valori umani, anziché mere espressioni razionali; dopo il buio e l’ isolamento ( Saturno ) è ora di tornare alla luce ( Urano ), cosi come il seme si appresta a sbucare in superficie. Chi appartiene all’ undicesimo segno è consacrato al servizio del gruppo e al bene del genere umano. L’ undicesimo segno è governato oltre che dal pianeta Urano anche dal severo Saturno: predispone al vizio capitale dell’ avarizia. Ma è un’ avarizia per così dire, – astratta -, infatti, questo segno è un segno d’ aria che tende a scegliere come oggetto non più i beni materiali, ma si rivolge al mondo delle idee ed alla sfera affettiva. Nel corpo umano questo segno corrisponde alle caviglie, ai polpacci e alla circolazione venosa e, al sistema nervoso. Sentono il bisogno di un regime dietetico che permetta loro di tenere depurato il sangue evitando eccessi di ogni genere. Il sangue è il distributore di forza Vitale in tutto il nostro corpo, cosi come la linfa lo è per le piante; gli influssi di questo segno sono percepiti come datori di Vita.

ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ  ΘΘ

Riccardo FERRARI – rikferrari@gmail.com

VI ASPETTO QUI’

https://www.pensionatiitaliani.it/download/

Dal 20 febbraio al 21 marzo circa

– Fine inverno –

Dal grado 330 al grado 360 dello zodiaco

E’ PESCI  – Sognatrice/ore voluttuosa/o

E’ il dodicesimo segno dello zodiaco e l’ ultimo dell’ inverno.

E’ il terzo segno d’ acqua ( Freddo e umido, fertilizzante, del mare ), femminile, mobile ( Indica il cambiamento di stagione ).

Qui il pianeta Nettuno ( Sensibilità fisica, flessibilità, divinità ) e, Giove ( Sensualità, espansione ), sono in domicilio, il luminare Luna ( Interiorità ) è in esaltazione, il pianeta Mercurio ( Logica ) è in esilio, ed il pianeta Urano ( Altruismo, capacità decisionale ), è in caduta.

Non è più inverno, ma non è ancora primavera.

La neve non si è ancora disciolta, ma già l’ atmosfera si fa meno fredda. Le piogge abbondanti irrorano il terreno mettendo a nudo gli strati più profondi.

I crochi fioriscono e a marzo il vento stacca i rami secchi.

Questo passaggio di stagione, richiama molto bene le caratteristiche psicologiche dei Pesci.

In questo momento di transizione, tra la fine dell’ inverno e le prime avvisaglie della primavera, anche le nevi iniziano a sciogliersi spuntano le prime piante.

Tutto è ancora identico ma ogni cosa si prepara a rinascere.

I Pesci simboleggiano due estremi della vita terrestre. Rappresentano il passaggio della Vita nel tempo alla Vita nell’ eternità. Il legame fra il Divino e il sè, l’ involucro degli attaccamenti materiali che diventa polvere e ritorna al caos primordiale e l’ anima immortale che ritorna alla sorgente Divina per unirsi al suo creatore e fecondare un nuovo ciclo umano. Simbolo dell’ infinito, rappresentano inseme il temporale e l’ eterno. Misticismo e umanesimo caratterizzano questo Segno nella ricerca dell’ assolto che aumenta il lato magico, iniziatico,e a volte sovrumano delle sublimi vocazioni che attingono alle supreme vette della Fede, dell’ Altruismo, del genio creatore o precipitano nel nulla attraverso la folla, la droga, la fuga davanti alla vita.

GENERALITA’. Segno d’ Acqua ( Freddo e Umido ), doppio in comune; notturno di corta ascensione. Domicilio notturno di Giove, esaltazione di Venere, caduta ed esilio di Mercurio. Scoperta di Nettuno a cui gli si attribuisce questo segno come domicilio, ma non si sa ancora se sia da eliminare totalmente Giove. Il Sole attraversa questo segno dal 20 febbraio al 20 marzo circa.

CORRISPONDENZE ANATOMICHE E PATOLOGICHE. Secondo la tradizione questo Segno governa totalmente i piedi ed è in relazione con tutte le malattie che li concernono. Ma per il Segno opposto sembra anche agire sull’ intestino ed essere pure in rapporto con i disturbi respiratori. Si dice che il freddo ai piedi può determinare molte malattie. I disturbi più frequenti sono tuttavia i catarri e l’ obesità.

IL TUO PECCATO CAPITALE: gola. La tua golosità non si limita al piano fisico. Sei effettivamente solleticata/o dai profumi, i colori, le sensazioni ma ti nutri, esagerando, sopratutto di fantasie, emozioni, impressioni malinconiche. Fai scorpacciate di esperienze mistiche, che pretendi di condividere con gli altri, finendo con il porgere il tuo aiuto anche quando non serve affatto.

COME TRASFORMARLO. Puoi trasformare questa tua tendenza tenendo il più possibile i piedi ancorati a terra sforzandoti di separare i sogni dalla realtà. Imponiti un compito pratico da svolgere con fantasia e apertura mentale ma anche secondo le regole e, sopratutto, nei tempi prestabiliti.

LA COMPENSAZIONE. Sei un tesoro di ragazza/o, così gentile, disponile, creativa/o, magari un pochino inafferrabile ma pazienza! L’ altruismo e la deviazione che offri compensano tante tue pecche come per esempio gli ombrelli persi e le bollette che dimentichi da pagare.

IL SECONDARIO: accidia. Impigliata nel tuo mondo immaginario, tra una nuvola e l’ altra, lasci che la vita ti scorra davanti senza però muovere un dito. L’ essenziale è inseguire il tuo film, dove tu reciti tutte le parti, discostandoti sempre più dalla realtà.

COSA TI STUZZICA. Le tinte sfumate, le essenze floreali, le immagini sfocate ma sopratutto le promesse di paradiso, le teorie dei maestri spirituali, veri o falsi che siano, e il desiderio di sentirti insostituibile garantendo aiuto.

PROFESSIONI orientative. Scrittore – Danzatore – Poeta – Artista – Infermiere – Astrologo – Pittore – Diplomatico – Medico – Etc.

L’ AIUTO MAGICO. Un’ avventurina possibilmente di forma quadrata e montata in oro giallo.

COME ESSERE VINCENTE

Quando vuoi sedurre: Fleurs de Rocaille di Caron – Farouche di Nina Ricci – Ysatis di Givenchy –

Per avere successo nel lavoro: N. 5 di Chanel – Chloè di Legerfield – Gianni Versace

Per brillare in società: Diva di Ungaro – Shalimar di Guerlain – Miss Dior di Cristian Dior

PESCI

Giunti al dodicesimo segno, non siamo più in inverno ma nemmeno in primavera.

Cosi come il segno dei Pesci è un segno mobile, anche il clima e la natura sono in transizione. Tutto è ancora indefinito, nell’ aria e nel terreno avvertiamo le prime avvisaglie della primavera, con le piantine che spuntano ed ogni cosa si prepara a nascere. E’ nel dodicesimo segno che avviene l’ ultima morte. Nel suo simbolo sono raffigurati due Pesci che nuotano, in direzioni opposte. Ora l’ anima non è più imprigionata dagli artigli della Madre – Terra, ma va staccandosi piano piano dal corpo originale per risorgere. E’ in questo periodo che dobbiamo sacrificare una parte di noi: il mistero della settimana Santa ne è una testimonianza ben visibile. Questo è un segno femminile e ben fecondo, è in questo periodo che la Madre – Terra è pregna di nuova Vita, ma è anche indecisa, occorrerà quindi l’ impulsività e

l’ iniziativa di Marte nel segno dell’ Ariete per dare l’ avvio al nuovo. Il ” frutto del concepimento ” avvenuto nell’ ottavo segno, segno d’ Acqua dello Scorpione si è già formato, ma toccherà all’ Ariete, segno di fuoco, rompere le acque. Cosi come le facoltà creatrici del segno sono piuttosto deboli anche la natura rispecchia queste qualità. Questo è un segno di servizio, cosi come la campagna e le piante necessitano di alcune operazioni manuali ( Segno opposto della Vergine ).

Successivamente quando viene meno il periodo delle gelate si fa l’ innesto o la – marza – ( operazione di innesto di una pozione di ramo su altra pianta ). Si porta a termine la potatura, si legano i tralci e si trapiantano gli alberi. Mitologicamente il dodicesimo segno è presente nella leggenda di Bacco ( Dionisio per i greci ), è il dio del vino ed è figlio di Giove e di Semele. Roma eredito da Atene le Dionisia che che consistevano in cori, danze e mascherate in onore del dio Bacco. Queste feste furono chiamate i – Baccanali -.

Possiamo dire di essere in un periodo transitorio. Proprio perché era una festa in onore del dio Dionisio, morto e resuscitato, le sua caratteristiche erano ” ambivalenti “. Alla tristezza si passava alla gioia. In queste feste furiose e piene di plebaglia in preda al vino con il viso ricoperto di mosto. Durante queste feste i partecipanti si abbandonavano ad una gioiosa eccitazione molto libera, scomposta e licenziosa. Era una specie di carnevale che segnava il passaggio dall’ inverno alla primavera. Questa ricorrenza era simile alle feste Dionisiache che la Grecia celebrava in onore di Dioniso. Si usavano molti carri; i baccanali correvano per le strade urlando e vomitando ingiurie, per il popolo era una valvola di sfogo ed il nostro carnevale è l’ ultimo riflesso del rito di Bacco. Queste manifestazioni vennero interdette dal senato romano nel 186 a. C. proprio per la loro eccessiva licenziosità.

Coloro che sono nati sotto questo segno o che al momento del loro primo vagito avevano più pianeti nel dodicesimo segno, i Pesci . . . vanno presi così come sono. Se sono soprattutto – nettuniani -, è assolutamente inutile cercare di educarli al senso del concreto, dell’ ordine, alla puntualità. Questo segno è sotto l’ influsso del pianeta Nettuno che, agita, trasforma, è energia creativa, di eros che trasforma la Vita, se necessario anche in manifestazioni caotiche. Nettuno, è l’ espressione dell’ inconscio personale e collettivo. Chi appartiene al dodicesimo segno è di natura mutevole, indecisa, ha un’ eccezionale plasticità psichica con una reattività nervosa assai ampia; alcuni possiedono un’ eccezionale impressionabilità che confina con l’ esaltazione. Il loro elemento acqua, acqua del mare, mutevole, fa sì che in essa convergano tutte le emozioni e tutti i sentimenti. Sono i più sensibili ma anche i più pigri dello Zodiaco.

Hanno notevoli facoltà d’ osservazione, una mente ricettiva e buon senso. Comunque, sarebbe bene controllare sempre le proprie emozioni nel processo razionale a proposito di certi criteri, particolarmente in relazione ad argomenti influenzati dai loro pregiudizi. Hanno una mente ricettiva e sono capaci di afferrare suggerimenti ed idee che agli altri potrebbero sfuggire. Hanno la capacità di imparare con grande facilità e quasi sempre ricordano a lungo quello che hanno appreso. Sono anche golosi, sia in senso reale che metaforico. Amano prima di tutto allestire sontuosi rituali dedicati al cibo: tovaglie, porcellane, posate cristallo e fiori preziosi diventano l’ opulento scenario in cui celebrano il quotidiano appuntamento con la loro gola.

Sono inoltre soggetti a gonfiori di ogni tipo, e sono portati ad assimilare moltissimo. La loro dieta dovrebbe essere perciò ricca di proteine e povera di zuccheri e grassi. A causa dell’ analogia tra il segno dei Pesci e il pianeta Nettuno, le loro maggiori tentazioni sono i sedativi chimici, gli analgesici, il vino o l’ alcool come anestetico ai dolori esistenziali, il vino scioglie stravolge i sensi. Dovrebbero invece cancellarli dalla loro mente. Nel corpo umano il segno dei Pesci corrisponde ai liquidi organici, al sistema linfatico, ai piedi, ed è in attinenza a tutte le indisposizioni che li concernono.

 

”  Noi siamo nati ad una certa ora,

in un certo luogo e, come il vino

di una certa vendemmia,

poriamo la qualità di quell’ anno

e della stagione dentro di noi.

Questo è ciò di cui l’ Astrologia parla,

nulla di più, nulla meno  “

CARL GUSTAV JUNG

 

Riccardo FERRARI – rikferrari@gmail.com 

https://www.pensionatiitaliani.it/download/