Questo mese, nella rubrica sui Valori fondanti e l’ Etica per la società della globalizzazione,  richiederò a Voi lettori l’ attenzione sul significato del “ nuovo umanesimo ”.

Giuseppe Conte Presidente del Consiglio del Governo M5S- PD ovvero denominato giallo rosso….nelle sue dichiarazioni per l’ incarico, ha più volte parlato di ” Nuovo Umanesimo “. Espressione presa in prestito dai suo referente culturale, o meglio, maestro di vita, Edgar Morin. Nel volume ” Insegnare a vivere “, il filosofo francese ha sintetizzato una sorta di Manifesto finalizzato alla necessità del genere umano, di tornare a quell’ umanesimo, concetto di origini rinascimentali, che rimetteva al centro l’ uomo e le sue naturali inclinazioni, contro le storture medievali di ieri e il capitalismo sfrenato di oggi. Per chi mastica un minimo di filosofia e teologia, il significato di questo nuovo umanesimo è chiaro. Nell’ umanesimo al centro non c’ è Dio, ma l’ uomo.

L’ uomo è centro. L’ uomo non ha bisogno di Dio, in verità è l’ uomo globale che è Dio. Si tratterebbe della mente umana globale, in pratica della “ Ragione ” del Dio della Massoneria che è sempre più dominante. Si tratta di assistere in silenzio alla totale cancellazione del Vangelo di Gesù Cristo, alla fine del Cristianesimo.

Ci sembra a questo punto doveroso richiamare che: “ L’ uomo ha in realtà una legge scritta da Dio nel suo cuore; ubbidire ad essa è la dignità stessa dell’ uomo e, secondo questa, egli sarà giudicato ”. Si tratta di un passaggio della Costituzione pastorale Gaudium et Spes. Un dettame che, anche a detta di Joseph Ratzinger, ovvero Papa Benedetto XVI, rappresenta il fulcro dell’umanesimo integrale. Quello vero, però,

l’ ecologismo in “ salsa giallorossa ” è l’ esatto opposto dell’ umanesimo.

Che Giuseppe Conte voglia  istituire un “ nuovo umanesimo ” alleandosi con l’abbecedario di Monica Cirinnà ( nota per essere contro la famiglia naturale e contro ogni valore cristiano ) si può già leggerlo nel programma che è centrato sui “ nuovi diritti ”. Il “ nuovo umanesimo ” passerebbe dall’ approvazione su Rousseau dei frequentatori della democrazia 2.0?  Speriamo di NO, per non fare finire l’ Italia su “ Scherzi a parte…” delle TV commerciali in Europa e altrove. Non scherziamo.

L’ umanesimo è conservatorismo, anzitutto.

Umanesimo è battaglia aperta contro il laicismo esasperato di chi vuole estendere il regime delle adozioni alle cosiddette “ coppie gay ”.

Umanesimo sarebbe esaltare la centralità della persona e della sua dignità e non la sostituzione di Dio con l’ uomo globale.

Purtroppo manca nella politica italiana un forte Polo di Centro che potrebbe perseguire una rivoluzione conservatrice in grado di tutelare davvero i valori dell’ umanesimo europeo ed occidentale.