Nunzio Miccoli  viruslibertario.it

 

ITALIA

Le assegnazioni mensili dei BTP, ad alto rendimento e di nuova emissione, è fatta alle aste mensili, tramite banche italiane ed estere, se li fanno assegnare clienti e stati importanti e gli italiani ne vengono esclusi, a loro vanno i Bot, che non rendono niente, e i BTP al mercato secondario, dopo che le banche ne hanno guadagnato in plusvalenze con il calo degli interessi. Con l’aumento degli spread, la domanda di BTP è sempre superiore all ’offerta, gli assegnatari sono favoriti, rispetto alla massa dei richiedenti, da Banca d’Italia, Tesoro, banche e autorità monetarie in genere.

Grazie alla propaganda finanziaria e giornalistica, in testa società di rating, Ocse, commissione europea, Banca Mondiale e FMI, lo spread italiano e gli interessi sui BTP sono spesso saliti e perciò la Francia è riuscita a farsi assegnare, complessivamente e in più anni, 380 miliardi di euro in BTP; mentre i suoi deficit di bilancio statale e commerciale sono finanziati, a un interesse più basso, dalla Germania, che ha deciso di ingraziarsi il paese.

Questa, in collaborazione con i mercati, ha affermato spesso, con toni allarmistici,  che il default dell’Italia potrebbe minare l’ UE, perciò aiuta la Francia, mentre la Francia aiuta la Spagna, anche se, Francia e Spagna non hanno posizioni finanziarie più solide dell’Italia. Ha affermato Junker, prossimo alla scadenza del suo mandato che, a violare i trattati europei. sono stati Germania, Francia e Italia, e che la Germania ha un’ossessione per l’ Italia. La volpe, quando non riesce ad arrivare all’uva, afferma che è acerba.

—–

A fine 2018, i titoli pubblici dell’eurozona acquistati dalla BCE, con il programma QE, con lo scopo di favorire i prestiti alle imprese UE, sono stati pari a 393 miliardi di euro, tra cui 320 miliardi di BTP italiani; la somma, invece di entrare nell’economia reale, è stata, per lo più, depositata dalle banche presso la BCE e va a costituire, con i saldi commerciali e le esportazioni di capitali,  il saldo del Target2 a credito dell’Italia.

L’ oro di riserva, depositato presso la Banca d’ Italia, ammonta a 89 miliardi di euro, in parte depositato, in garanzia, presso la Federal Reserve americano, presso la banca centrale di Londra e presso la BCE di Francoforte; a esso si aggiungono altre valute di riserva per 37 miliardi di euro. Come ha fatto la Gran Bretagna, questa disponibilità monetaria, pari a 126 miliardi di euro, poteva essere usata per ridurre il debito pubblico o il deficit di bilancio; ma l’ Italia, retta da governi servili verso lo straniero, si è sempre mossa come una colonia priva di sovranità e indipendenza.

—–

Le costituzioni, norme fondamentali dello stato, contengono dei buoni principi e l’intelaiatura dell’organizzazione dello stato, ma sono spesso disattese nella realtà o incoerenti; l’articolo uno della costituzione italiana afferma che l’ Italia è una repubblica democratica non fondata sul malaffare, ma sul lavoro, cioè che appartiene ai lavoratori. Per il diritto commerciale, le società commercial sono fondate su un capitale messo dai soci, che conferisce loro il diritto al voto nell’ assemblea societaria.

Il corollario è che nella repubblica, chi non lavora, come i disoccupati, anche se involontari, e i cittadini che vivono come parassiti, non dovrebbero votare; naturalmente i costituzionalisti, andando oltre l’ analisi letterale, darebbero un’ interpretazione diversa. La mia analisi è un paradosso e una provocazione però, se il diritto fosse logico e consequenziale, oltre che equo, non si dovrebbe arrivare a queste contraddizioni.

EUROPA

Dal punto di vista finanziario, la situazione della Spagna, coltivata da Macron, non è ideale, nel 2008 il suo debito pubblico era pari al 39,8% del PIl, poi, con la crisi immobiliare, per salvare le sue banche, esplose; ora è pari al 96,23% del Pil, sforando con ciò il limite del 60% fissato a Maastricht; il paese non ha fatto grandi progressi nella riduzione del suo debito pubblico e, diversamente dall’ Italia, ha un cospicuo deficit commerciale  e un alto debito privato.

Nel 2009 il suo debito privato, soprattutto verso le banche, era pari al 219,5% del Pil, cioè molto maggiore di quello italiano. Nel 2001 la sua posizione finanziaria netta con l ’estero era passiva per 225 miliardi di euro, nel 2018 era passiva per 525 miliardi di euro, cioè circa la metà del suo Pil; l’ Italia ha percentuali più basse. La commissione europea, agli ordini della Germania, è pero più comprensiva verso la Spagna e la Francia, che verso l’Italia; in ogni modo, con l’ Unione Europea, la Spagna è cresciuta economicamente, invece l’Italia no. (  Fonte: Guido Salerno Aletta – startmag.it  ).

—–

Contro i profeti di sventure, pare che l’ Italia stia uscendo dalla recessione, mentre la Germania vi stia entrando; questo paese, che esporta per un valore pari al 40% del suo Pil mentre l’ Italia per il 25%, per favorire le sue esportazioni con i bassi salari, ha sacrificato la domanda interna e perciò ora ha una crisi di sovrapproduzione, nel senso che le sue esportazioni diminuiscono, come risultato si avrà una riduzione del suo Pil, che significa recessione.

Come ha ricordato Junker, l’ attivo commerciale tedesco ha violato il limite del 6% previsto dai trattati e nell’eurozona alimenta squilibri economici, occupazionali e i debiti esteri dei paesi; la Germania usa i suoi crediti per acquisire aziende di altri paesi e, in un disegno imperiale, per comprare governi, politici, istituzioni europee e informazione.

La Germania ha un’economia meno equilibrata dell’ Italia, la quale conta su industria, agricoltura e turismo, inoltre la sua produzione industriale è concentrata soprattutto nella produzione automobilista in crisi. La produzione automobilistica tedesca è stata colpita dal calo della domanda mondiale, dall’ avversione verso le auto diesel inquinanti e dalla fase di attesa del mercato di fronte alle auto elettriche più care.

Mentre Lega e M5S litigano, con il giubilo dell’opposizione, che però non se ne avvantaggia sul piano elettorale; i due partiti al governo, secondo i sondaggi, sono approdati a posizioni di forze relative invertite; comunque, il trasformismo politico in Italia è sempre dominante, dirigenti sindacali, PD e confindustria ora sono tutti a favore dell’ Unione Europea, non era così in passato, quando la confindustria era in posizione dialettica verso sindacati e partiti di sinistra, mentre il PCI era contrario a Nato e Unione Europea.

—–

In Europa è ancora forte l’antisemitismo, alimentato da vecchi pregiudizi cristiani e dall’immigrazione islamica, tuttavia, contro il parere sbagliato dei più, oggi razziamo, antisemitismo e discriminazione ed emarginazione sociale non sono sinonimi; infatti, gli antisemiti ce l’ hanno con gli ebrei che sembrano della stessa razza degli europei, ma di diversa cultura e spesso di classe superiore. I razzisti sono contro quelli che sembrano somaticamente di razza diversa, la discriminazione sociale ed economica è stata diretta verso i ceti bassi di tutto il mondo e, nei secoli passati, fu estesa agli ebrei, ma questi oggi non la soffrono più.

I progressisti, negano le razze e sono spesso antisemiti per odio di classe, assistiti da uomini di scienza, (  ma anche la scienza può essere dogmatica  ), affermano che gli uomini appartengono a un’unica razza, tuttavia, si notano differenze tra bianchi, pigmei, boscimani, ottentotti e bantù; riconoscere i criteri di differenziazione razziale e farne delle classificazioni e delle categorie, non è razzismo se queste differenze non danno origine a discriminazioni e persecuzioni.

Contro la vecchia cultura ebraica, spagnola e tedesca, contrarie ai matrimoni misti, le razze sono nate con l’isolamento e si sono mischiate con l’ ibridazione, dando luogo a differenze razziali locali; è stato evidenziato anche con alcune razze di pesci e di uccelli, anche le varie specie di cani si sono incrociate. Recentemente è stato riscontrato che l’ uomo moderno, proveniente dall’ Africa, ha anche dei geni dell’uomo europeo di neanderthal e dell’ uomo asiatico di denisova, che erano specie diverse di uomo e non razze umane diverse.

E’ probabile che questi incroci abbiano anche rafforzato l’ uomo moderno, uscito dall’ Africa 100.000 anni fa e arrivato in Europa, perciò la difesa della razza pura fatta in passato da ebrei, spagnoli e tedeschi e da tanti altri paesi potrebbe essere sbagliata; l’uomo moderno proveniente dall’Africa, incrociandosi con l’uomo europeo di neanderthal, probabilmente, in era glaciale e postglaciale, è stato più capace di resistere al freddo.

Gli ebrei affermano che la loro vecchia contrarietà al matrimonio misto non era razzismo ma difesa della cultura nazionale dalle contaminazioni straniere, può essere vero anche per cristiani e musulmani; ad ogni modo, per amare nella stessa intensità cani e gatti, non è necessario affermare, come fanno i progressisti, che essi sono della stessa razza o di un’unica razza.

—–

La Francia confida su Mattarella, è ai primi posti mondiali per la spesa militare e, avendo vinto a tavolino la seconda guerra mondiale, per privilegio riconosciuto ai vincitori, siede nel consiglio di sicurezza Onu e ha la bomba atomica, che dovrebbe essere messa al bando per tutti. La maggiore spesa militare della Francia rispetto all’Italia, curiosamente, corrisponde alla maggiore spesa italiana per interessi sul debito pubblico.

USA

Recentemente Trump ha inserito i fratelli musulmani, che in precedenza aveva sostenuto, tra le organizzazioni terroristiche, al momento; il gesuita papa Francesco, favorevole alla fratellanza islamica, all’immigrazione islamica e contrario ai sovranisti, non è intenzionato a seguirne l’ esempio; ma anche in questo, com’è sempre capitato ai papi, è contrastato da altre alte personalità della chiesa e della curia romana, la televisione italiana è papista e perciò non dà rilievo alla cosa.

Pare che Trump, al riguardo, abbia allertato il governo italiano e perciò Salvini è segue la faccenda con attenzione all’erta; fra l’altro, il governo di Al Serraj, a Tripoli, sostenuto dall’ ONU, pare che sia anche appoggiato da milizie dell’ ISIS. Imperi e stati in espansione hanno sempre alimentato il terrorismo estero, i fratelli musulmani sono collegati, nelle varie denominazioni, a stato islamico, califfato, Isis, Daesh, Hamas di Gaza, Al Qaeda e all’ UCOII italiana, ufficialmente moderata  per la sinistra.  Anche Iran e Qatar appoggiano il terrorismo, ma da posizioni diverse, contrastati dagli Usa e appoggiati dalla Russia.

Lo studente universitario Regeni fu mandato in Egitto da un’insegnante londinese, seguace della fratellanza musulmana; il presidente egiziano Al Sisi, che aveva messo l’organizzazione fuori legge, afferma che era stato inviato in Egitto come spia, ma potrebbe sbagliare. Grillini e sinistra italiana, ignorando questi fatti, più interessati a fare giustizia a Regeni che a sostenere l’ Egitto, chiedono la condanna degli agenti egiziani, assassini di Regeni nel corso di un interrogatorio. Al Sisi, per proteggere la polizia, non si adegua, è successo varie volte anche in Italia; vale la pena di ricordare che però, recentemente, anche i carabinieri italiani hanno ucciso il giovane italiano Cucchi, a suon di botte, e perciò sono stati scaricati dai loro comandanti e processati.

  www.viruslibertario.it;  viruslibertario@gmail.com.