. . . Alessandro Meluzzi su Papa Francesco e quei brutti segnali di Natale:

così la Chiesa rischia di finire

Il clima all’ interno della Chiesa da qualche settimana a questa parte è tutt’ altro che in linea con lo spirito natalizio, anzi secondo Alessandro Meluzzi sul Tempo i segnali per un disastro imminente sono sempre più evidenti. Solo pochi giorni fa si è diffusa l’ indiscrezione di un possibile litigio tra Papa Francesco e il cardinale Re, con quest’ ultimo infuriato per le mancate riforme del pontefice, accusato di ”  distruggere la Chiesa  “. A quella voce frettolosamente smentita dal Vaticano si aggiunge l’ anatema del Papa contro la Curia romana, proprio in occasione degli auguri di Natale, quando ha tuonato contro complotti e conventicole che tramano contro il papa.

 

Leggi anche: Retroscena, le urla che scuotono il Vaticano: il cardinale striglia il Papa, l’accusa gravissima

 

Già il modo in cui Bergoglio è stato eletto avevano impensierito diversi osservatori: ”  Che un papa si sia dimesso certamente non per ragioni di salute – dice Meluzzi – vista la sua sopravvivenza, fa pensare più al complotto che al ricambio naturale  “.

C’ è poco da stupirsi, però, visto che già negli anni ’90 lo studioso Sergio Quinzio aveva descritto ”  un’ ipotetica fine della Chiesa nella quale l’ ultima enciclica di un papa suicida, non sappiamo se fisicamente o metaforicamente, sarebbe stata quella in cui si parlava del fallimento storico del Cristianesimo.

Basta leggere molte note pastorali di papa Bergoglio – ha aggiunto Meluzzi – per capire che questo pensiero alligna con forza  “.

Fonte: Libero

 

Riccardo FERRARI – rikferrari@gmail.com

VI ASPETTO QUI’

http://www.pensionatiitaliani.it/download/

http://www.pensionatiitaliani.it/convenzioni/