Dieci regole di comportamento per la tua serenità, fonte: Questura di Milano


NON APRIRE LA PORTA DI CASA A SCONOSCIUTI anche se vestono un’uniforme o dichiarano di essere dipendenti di aziende di pubblica utilità.
VERIFICATE SEMPRE CON UNA TELEFONATA da quale servizio sono stati mandati gli operai che bussano alla vostra porta o per quali motivi. Se non ricevete rassicurazioni, non aprite per nessun motivo.
NESSUN ENTE MANDA PERSONALE A CASA per il pagamento delle bollette, per rimborsi o per sostituire banconote erroneamente false.
NON FERMATEVI MAI PER STRADA per dare ascolto a chi vi offre facili guadagni o a chi vi chiede di poter controllare i vostri soldi, anche se è una persona distinta e dai modi affabili.
FATEVI ACCOMPAGNARE quando fate operazioni in banca o in un ufficio postale, soprattutto nei giorni in cui vengono pagate le pensioni o in quelli di scadenze periodiche.

NEW BANNER
SE AVETE IL DUBBIO DI ESSERE OSSERVATI all’ interno della banca o dell’ufficio postale, parlatene con gli impiegati o con chi effettua il servizio di vigilanza.
NON FERMATEVI CON SCONOSCIUTI durante il tragitto di andata e ritorno dalla banca o dall’ ufficio postale con i soldi in tasca e non fatevi distrarre.
NESSUN CASSIERE VI INSEGUE PER STRADA. Ricordatevi che dalla banca o dall’ ufficio postale nessun cassiere vi richiamerà una volta usciti dall’ ufficio per rilevare un errore nel conteggio del denaro che vi ha consegnato.
USATE PRUDENZA quando utilizzate il bancomat. Non prelevate se vi sentite osservati.
NON DATE SOLDI IN CONTANTI A SCONOSCIUTI. Da tempo le associazioni benefiche non fanno raccolta di soldi porta a porta. Se volete fate un versamento tramite la banca o la posta.

 

Riccardo FERRARI – rikferrari@gmail.com –

http://www.pensionatiitaliani.it/download/